Banner 16

 

93. Costruzione

Redattori del capitolo: Knut Ringen, Jane L. Seegal e James L. Weeks


 

Sommario

Tabelle e figure

Salute, prevenzione e gestione

Rischi per la salute e la sicurezza nel settore edile
James L. Settimane

Rischi per la salute dei lavori di costruzione sotterranei
Bohuslav Malek

Servizi sanitari preventivi in ​​edilizia
Pekka Roto

Norme in materia di salute e sicurezza: l'esperienza nei Paesi Bassi
Leen Akker

Fattori organizzativi che influenzano la salute e la sicurezza
Doug J. McVittie

Integrazione della prevenzione e della gestione della qualità
Rudolf Scholbeck

Grandi settori e loro pericoli

Settori principali
Jeffrey Hinkman

Tipi di progetti e rischi associati
Jeffrey Hinkman

tranciatura
Jack L.Mickle

Strumenti, attrezzature e materiali

Strumenti
Scott P.Schneider

Attrezzature, macchinari e materiali
Hans Goran Linder

Gru
Francesco Hardy

Ascensori, scale mobili e montacarichi
J. Staal e John Quackenbush

Cemento e Calcestruzzo
L. Prodan e G. Bachofen

     Casi di studio: Prevenzione della dermatosi professionale tra i lavoratori esposti a polvere di cemento
     Pekka Roto

Asfalto
Giovanni Finklea

ghiaia
James L. Settimane

tavoli

Fare clic su un collegamento sottostante per visualizzare la tabella nel contesto dell'articolo.

  1. Professioni edilizie selezionate
  2. Pericoli primari incontrati nei mestieri di costruzione specializzati
  3. Occupazioni che superano i tassi standardizzati di mortalità e incidenza
  4. Valore dei progetti di costruzione in Canada, 1993
  5. Appaltatori su progetti industriali/commerciali/istituzionali
  6. Distanza per tensione normale in prossimità di linee elettriche ad alta tensione

Cifre

Punta su una miniatura per vedere la didascalia della figura, fai clic per vedere la figura nel contesto dell'articolo.

CCE010F2CCE010F1CCE010F3CCE060F1CCE075F1CCE075F2CCE075F3CCE075F4CCE091F4CCE091F2CCE093F1CCE093F2CCE093F3CCE093F4CCE093F5CCE095F1


Fare clic per tornare all'inizio della pagina

Gli operai edili costruiscono, riparano, mantengono, rinnovano, modificano e demoliscono case, edifici per uffici, templi, fabbriche, ospedali, strade, ponti, tunnel, stadi, moli, aeroporti e altro ancora. L'Organizzazione internazionale del lavoro (ILO) classifica l'industria delle costruzioni come imprese governative e del settore privato che erigono edifici per abitazioni o per scopi commerciali e lavori pubblici come strade, ponti, tunnel, dighe o aeroporti. Negli Stati Uniti e in alcuni altri paesi, i lavoratori edili puliscono anche i siti di rifiuti pericolosi.

L'edilizia in proporzione al prodotto interno lordo varia ampiamente nei paesi industrializzati. È circa il 4% del PIL negli Stati Uniti, il 6.5% in Germania e il 17% in Giappone. Nella maggior parte dei paesi, i datori di lavoro hanno relativamente pochi dipendenti a tempo pieno. Molte aziende sono specializzate in lavori qualificati, ad esempio elettricità, idraulica o posa di piastrelle, e lavorano come subappaltatori.

La forza lavoro edile

Gran parte dei lavoratori edili sono manovali non qualificati; altri sono classificati in uno qualsiasi dei numerosi mestieri qualificati (vedi tabella 1). I lavoratori edili comprendono circa il 5-10% della forza lavoro nei paesi industrializzati. In tutto il mondo, oltre il 90% dei lavoratori edili è di sesso maschile. In alcuni paesi in via di sviluppo, la percentuale di donne è più elevata e tendono a concentrarsi in occupazioni non qualificate. In alcuni paesi, il lavoro è lasciato ai lavoratori migranti e in altri l'industria fornisce un impiego relativamente ben retribuito e una via per la sicurezza finanziaria. Per molti, il lavoro di costruzione non qualificato è l'ingresso nella forza lavoro retribuita nell'edilizia o in altri settori.

 


Tabella 1. Professioni edilizie selezionate.
Boilermakers
Muratori, rifinitori di calcestruzzo e muratori
Falegnami
Elettricisti
Costruttori di ascensori
Vetrai
Addetti alla rimozione di materiali pericolosi (es. amianto, piombo, discariche tossiche).
Installatori di pavimenti (incluso terrazzo), moquette
Installatori di cartongesso e controsoffitti (compresi i controsoffitti)
Lavoratori dell'isolamento (meccanici e pavimenti, soffitti e pareti)
Lavoratori siderurgici (rinforzi e strutturali)
Lavoratori
Addetti alla manutenzione
Millwrights
Ingegneri operativi (autisti di gru e altri addetti alla manutenzione di attrezzature pesanti)
Imbianchini, stuccatori e tappezzieri
Idraulici e tubisti
Copritetti e tegole
Lavoratori della lamiera
Lavoratori in galleria

Organizzazione del lavoro e instabilità del lavoro

I progetti di costruzione, soprattutto quelli di grandi dimensioni, sono complessi e dinamici. Diversi datori di lavoro possono lavorare contemporaneamente su un sito, con il mix di appaltatori che cambia con le fasi del progetto; ad esempio, l'appaltatore generale è sempre presente, prima gli appaltatori di scavi, poi i falegnami, gli elettricisti e gli idraulici, seguiti dai finitori di pavimenti, imbianchini e paesaggisti. E man mano che il lavoro si sviluppa, ad esempio quando vengono eretti i muri di un edificio, quando il tempo cambia o quando avanza un tunnel, anche le condizioni ambientali come la ventilazione e la temperatura cambiano.

I lavoratori edili in genere vengono assunti da un progetto all'altro e possono trascorrere solo poche settimane o mesi in ciascun progetto. Ci sono conseguenze sia per i lavoratori che per i progetti di lavoro. I lavoratori devono instaurare e riallacciare rapporti di lavoro produttivi e sicuri con altri lavoratori che potrebbero non conoscere e ciò può influire sulla sicurezza sul luogo di lavoro. E nel corso dell'anno, i lavoratori edili possono avere diversi datori di lavoro e meno della piena occupazione. Potrebbero lavorare in media solo 1,500 ore all'anno, mentre i lavoratori nel settore manifatturiero, ad esempio, hanno maggiori probabilità di lavorare regolarmente 40 ore settimanali e 2,000 ore all'anno. Per compensare il tempo morto, molti lavoratori edili hanno altri lavori - e l'esposizione ad altri rischi per la salute o la sicurezza - al di fuori della costruzione.

Per un particolare progetto, vi è un frequente cambiamento nel numero di lavoratori e nella composizione della forza lavoro in ogni sito. Questo cambiamento deriva sia dalla necessità di diversi mestieri qualificati nelle diverse fasi di un progetto di lavoro sia dall'elevato turnover dei lavoratori edili, in particolare dei lavoratori non qualificati. In qualsiasi momento, un progetto può includere un'ampia percentuale di lavoratori inesperti, temporanei e transitori che potrebbero non parlare correntemente la lingua comune. Sebbene i lavori di costruzione spesso debbano essere svolti in team, è difficile sviluppare un lavoro di squadra efficace e sicuro in tali condizioni.

Come la forza lavoro, l'universo delle imprese edili è caratterizzato da un elevato turnover ed è costituito principalmente da piccole imprese. Degli 1.9 milioni di imprenditori edili negli Stati Uniti identificati dal censimento del 1990, solo il 28% aveva in qualsiasi dipendenti a tempo pieno. Solo 136,000 (7%) avevano 10 o più dipendenti. Il grado di partecipazione degli appaltatori alle organizzazioni commerciali varia a seconda del paese. Negli Stati Uniti partecipa solo il 10-15% circa degli appaltatori; in alcuni Paesi europei questa percentuale è più elevata ma coinvolge comunque meno della metà delle imprese appaltatrici. Ciò rende difficile identificare gli appaltatori e informarli dei loro diritti e responsabilità in materia di salute e sicurezza pertinenti o di qualsiasi altra legislazione o regolamento.

Come in alcuni altri settori, una percentuale crescente di appaltatori negli Stati Uniti e in Europa è costituita da singoli lavoratori assunti come appaltatori indipendenti da appaltatori principali o subappaltatori che impiegano lavoratori. Di norma, un appaltatore dipendente non fornisce ai subappaltatori prestazioni sanitarie, copertura degli indennizzi dei lavoratori, assicurazione contro la disoccupazione, prestazioni pensionistiche o altri benefici. Né gli appaltatori principali hanno alcun obbligo nei confronti dei subappaltatori ai sensi delle normative in materia di salute e sicurezza; questi regolamenti regolano i diritti e le responsabilità che si applicano ai propri dipendenti. Questa disposizione offre una certa indipendenza alle persone che stipulano un contratto per i loro servizi, ma a costo di rimuovere un'ampia gamma di vantaggi. Solleva inoltre gli appaltatori dall'obbligo di fornire benefici obbligatori alle persone che sono appaltatori. Questo accordo privato sovverte l'ordine pubblico ed è stato contestato con successo in tribunale, tuttavia persiste e può diventare un problema maggiore per la salute e la sicurezza dei lavoratori sul posto di lavoro, indipendentemente dal loro rapporto di lavoro. Il Bureau of Labor Statistics (BLS) degli Stati Uniti stima che il 9% della forza lavoro statunitense sia un lavoratore autonomo, ma nel settore edile ben il 25% dei lavoratori sono lavoratori autonomi indipendenti.

Rischi per la salute nei cantieri

I lavoratori edili sono esposti a un'ampia varietà di rischi per la salute durante il lavoro. L'esposizione varia da mestiere a mestiere, da lavoro a lavoro, di giorno in giorno, anche di ora in ora. L'esposizione a qualsiasi pericolo è tipicamente intermittente e di breve durata, ma è probabile che si ripeta. Un lavoratore può non solo incontrare il pericoli primari del proprio lavoro, ma può anche essere esposto come a spettatore ai pericoli prodotti da chi opera nelle vicinanze o controvento. Questo modello di esposizione è una conseguenza dell'avere molti datori di lavoro con lavori di durata relativamente breve e che lavorano a fianco di lavoratori in altri mestieri che generano altri pericoli. La gravità di ogni pericolo dipende dalla concentrazione e dalla durata dell'esposizione per quel particolare lavoro. Le esposizioni degli astanti possono essere approssimate se si conosce il mestiere dei lavoratori nelle vicinanze. I rischi presenti per i lavoratori in particolari mestieri sono elencati nella tabella 2.

 


Tabella 2. Pericoli primari incontrati nelle attività di costruzione qualificate. 

 

Ogni attività commerciale è elencata di seguito con l'indicazione dei principali rischi a cui potrebbe essere esposto un lavoratore in tale attività. L'esposizione può verificarsi nei confronti dei supervisori o dei salariati. I pericoli comuni a quasi tutte le costruzioni (calore, fattori di rischio per disturbi muscoloscheletrici e stress) non sono elencati.

Le classificazioni dei mestieri di costruzione utilizzate qui sono quelle utilizzate negli Stati Uniti. Include i mestieri di costruzione classificati nel sistema di classificazione occupazionale standard sviluppato dal Dipartimento del commercio degli Stati Uniti. Questo sistema classifica i mestieri in base alle principali competenze inerenti al mestiere.

Occupazioni

Pericoli

Muratori

Dermatite da cemento, posture scomode, carichi pesanti

scalpellini

Dermatite da cemento, posture scomode, carichi pesanti

Incastonatori di piastrelle dure

Vapore da agenti leganti, dermatiti, posture scorrette

Falegnami

Polvere di legno, carichi pesanti, movimento ripetitivo

Installatori di cartongesso

Polvere di gesso, trampoli, carichi pesanti, posture scomode

Elettricisti

Metalli pesanti nei fumi di saldatura, postura scomoda, carichi pesanti, polvere di amianto

Installatori e riparatori di energia elettrica

Metalli pesanti nei fumi di saldatura, carichi pesanti, polvere di amianto

Imbianchini

Vapori di solventi, metalli tossici nei pigmenti, additivi per vernici

Appendini

Vapori di colla, posture impacciate

intonacatori

Dermatiti, posture scomode

Idraulici

Fumi e particelle di piombo, fumi di saldatura

pipefitters

Fumi e particelle di piombo, fumi di saldatura, polvere di amianto

Montatori di vapore

Fumi di saldatura, polvere di amianto

Strati di moquette

Traumi al ginocchio, posture scomode, colla e vapori di colla

Installatori di piastrelle morbide

Agenti leganti

Finitori per cemento e terrazzo

Posture scomode

Vetrai

Posture scomode

Lavoratori dell'isolamento

Amianto, fibre sintetiche, posture scorrette

Operatori di attrezzature per pavimentazioni, pavimentazioni e rincalzature

Emissioni di asfalto, scarichi di motori a benzina e diesel, calore

Operatori di attrezzature per la posa di binari e binari

Polvere di silice, calore

Roofers

Catrame per tetti, calore, lavori in quota

Installatori di condotti in lamiera

Posture scomode, carichi pesanti, rumore

Installatori di carpenteria metallica

Posture scomode, carichi pesanti, lavoro in quota

Saldatori

Emissioni di saldatura

Saldatori

Fumi metallici, piombo, cadmio

Perforatori, terra, roccia

Polvere di silice, vibrazione del corpo intero, rumore

Operatori di martelli pneumatici

Rumore, vibrazioni trasmesse al corpo intero, polvere di silice

Operatori di battipalo

Rumore, vibrazione di tutto il corpo

Operatori di paranchi e verricelli

Rumore, olio lubrificante

Operatori di gru e torri

Stress, isolamento

Operatori di macchine di scavo e carico

Polvere di silice, istoplasmosi, vibrazione del corpo intero, stress da calore, rumore

Operatori di grader, dozer e scraper

Polvere di silice, vibrazione del corpo intero, rumore del calore

Lavoratori edili di autostrade e strade

Emissioni di asfalto, calore, gas di scarico del motore diesel

Operatori di attrezzature per autocarri e trattori

Vibrazione di tutto il corpo, scarico del motore diesel

Lavoratori della demolizione

Amianto, piombo, polvere, rumore

Lavoratori di rifiuti pericolosi

Calore, stress

 


 

Rischi di costruzione

Come in altri lavori, i rischi per i lavoratori edili sono tipicamente di quattro classi: chimico, fisico, biologico e sociale.

Rischi chimici

I pericoli chimici sono spesso dispersi nell'aria e possono apparire sotto forma di polveri, fumi, nebbie, vapori o gas; quindi, l'esposizione di solito avviene per inalazione, anche se alcuni pericoli presenti nell'aria possono depositarsi ed essere assorbiti attraverso la pelle intatta (p. es., pesticidi e alcuni solventi organici). I rischi chimici si verificano anche allo stato liquido o semiliquido (ad es. colle o adesivi, catrame) o in polvere (ad es. cemento secco). Il contatto della pelle con sostanze chimiche in questo stato può verificarsi oltre alla possibile inalazione del vapore con conseguente avvelenamento sistemico o dermatite da contatto. Le sostanze chimiche potrebbero anche essere ingerite con cibo o acqua o potrebbero essere inalate fumando.

Diverse malattie sono state collegate ai mestieri di costruzione, tra cui:

  • silicosi tra sabbiatrici, costruttori di gallerie e operatori di perforatrici
  • asbestosi (e altre malattie causate dall'amianto) tra i lavoratori dell'isolamento dell'amianto, gli installatori di tubi del vapore, i lavoratori della demolizione di edifici e altri
  • bronchite tra i saldatori
  • allergie cutanee tra muratori e altri che lavorano con il cemento
  • disturbi neurologici tra pittori e altri esposti a solventi organici e piombo.

 

Tassi di mortalità elevati per cancro del polmone e dell'albero respiratorio sono stati riscontrati tra i lavoratori dell'isolamento dell'amianto, i copritetti, i saldatori e alcuni falegnami. L'avvelenamento da piombo si verifica tra i lavoratori della riabilitazione dei ponti e i pittori, e lo stress da calore (dovuto all'indossare tute protettive per tutto il corpo) tra i lavoratori della pulizia dei rifiuti pericolosi e i conciatetti. Il dito bianco (sindrome di Raynaud) compare tra alcuni operatori di martelli pneumatici e altri lavoratori che usano trapani a vibrazione (p. es., trapani con stoper tra i tunneller).

L'alcolismo e altre malattie correlate all'alcol sono più frequenti del previsto tra i lavoratori edili. Non sono state identificate cause professionali specifiche, ma è possibile che sia correlato allo stress derivante dalla mancanza di controllo sulle prospettive occupazionali, richieste di lavoro pesanti o isolamento sociale dovuto a rapporti di lavoro instabili.

Rischi fisici

I pericoli fisici sono presenti in ogni progetto di costruzione. Questi pericoli includono rumore, caldo e freddo, radiazioni, vibrazioni e pressione barometrica. I lavori di costruzione spesso devono essere eseguiti in condizioni di caldo o freddo estremo, con tempo ventoso, piovoso, nevoso o nebbioso o di notte. Si incontrano radiazioni ionizzanti e non ionizzanti, così come gli estremi della pressione barometrica.

Le macchine che hanno trasformato l'edilizia in un'attività sempre più meccanizzata l'hanno resa anche sempre più rumorosa. Le fonti di rumore sono motori di ogni tipo (ad esempio, su veicoli, compressori d'aria e gru), argani, rivettatrici, pistole sparachiodi, pistole per verniciatura, martelli pneumatici, seghe elettriche, levigatrici, fresatrici, pialle, esplosivi e molti altri. Il rumore è presente nei progetti di demolizione a causa dell'attività stessa di demolizione. Colpisce non solo la persona che aziona una macchina che produce rumore, ma tutte le persone vicine e non solo causa la perdita dell'udito indotta dal rumore, ma maschera anche altri suoni importanti per la comunicazione e per la sicurezza.

Anche i martelli pneumatici, molti utensili manuali e macchine movimento terra e altre macchine mobili di grandi dimensioni sottopongono i lavoratori a vibrazioni segmentali e al corpo intero.

I pericoli del caldo e del freddo sorgono principalmente perché gran parte dei lavori di costruzione viene eseguita mentre si è esposti alle intemperie, la principale fonte di pericoli del caldo e del freddo. I roofer sono esposti al sole, spesso senza protezione, e spesso devono riscaldare pentole di catrame, ricevendo così carichi termici sia radianti che convettivi pesanti oltre al calore metabolico dovuto al lavoro fisico. Gli operatori di attrezzature pesanti possono sedersi accanto a un motore caldo e lavorare in una cabina chiusa con finestre e senza ventilazione. Chi lavora in una cabina aperta senza tetto non ha protezione dal sole. I lavoratori che indossano indumenti protettivi, come quelli necessari per la rimozione di rifiuti pericolosi, possono generare calore metabolico dal duro lavoro fisico e ottenere scarso sollievo poiché possono indossare una tuta ermetica. Anche la carenza di acqua potabile o di ombra contribuisce allo stress da caldo. Gli operai edili lavorano anche in condizioni particolarmente fredde durante l'inverno, con pericolo di congelamento e ipotermia e rischio di scivolare sul ghiaccio.

Le principali fonti di radiazioni ultraviolette (UV) non ionizzanti sono il sole e la saldatura ad arco elettrico. L'esposizione alle radiazioni ionizzanti è meno comune, ma può verificarsi con l'ispezione a raggi X delle saldature, ad esempio, o può verificarsi con strumenti come misuratori di portata che utilizzano isotopi radioattivi. I laser stanno diventando sempre più comuni e possono causare lesioni, soprattutto agli occhi, se il raggio viene intercettato.

Chi lavora sott'acqua o in gallerie pressurizzate, in cassoni o come sommozzatori è esposto ad alta pressione barometrica. Tali lavoratori sono a rischio di sviluppare una varietà di condizioni associate all'alta pressione: malattia da decompressione, narcosi da gas inerte, necrosi ossea asettica e altri disturbi.

Stiramenti e distorsioni sono tra le lesioni più comuni tra i lavoratori edili. Questi e molti disturbi muscoloscheletrici cronicamente invalidanti (come tendiniti, sindrome del tunnel carpale e dolore lombare) si verificano a seguito di lesioni traumatiche, movimenti ripetuti e forzati, posture scorrette o sforzi eccessivi (vedere figura 1). Le cadute dovute a appoggio instabile, buche non protette e scivolamenti da impalcature (vedi figura 2) e scale a pioli sono molto comuni. 

Figura 1. Trasporto senza indumenti da lavoro e dispositivi di protezione adeguati.

CCE010F2

Figura 2. Impalcature pericolose a Kathmandu, Nepal, 1974 

CCE010F1

 Jane Seegal

Rischi biologici

I pericoli biologici sono rappresentati dall'esposizione a microrganismi infettivi, a sostanze tossiche di origine biologica o da attacchi di animali. I lavoratori degli scavi, ad esempio, possono sviluppare l'istoplasmosi, un'infezione del polmone causata da un comune fungo del suolo. Poiché vi è un cambiamento costante nella composizione della forza lavoro in ogni progetto, i singoli lavoratori entrano in contatto con altri lavoratori e, di conseguenza, possono essere infettati da malattie contagiose, ad esempio l'influenza o la tubercolosi. I lavoratori possono anche essere a rischio di malaria, febbre gialla o malattia di Lyme se il lavoro viene svolto in aree in cui sono prevalenti questi organismi e i loro insetti vettori.

Le sostanze tossiche di origine vegetale provengono da edera velenosa, quercia velenosa, sommacco velenoso e ortiche, che possono causare eruzioni cutanee. Alcune polveri di legno sono cancerogene e altre (ad es. cedro rosso occidentale) sono allergeniche.

Gli attacchi da parte di animali sono rari ma possono verificarsi ogni volta che un progetto di costruzione li disturba o invade il loro habitat. Questo potrebbe includere vespe, calabroni, formiche di fuoco, serpenti e molti altri. I lavoratori subacquei possono essere a rischio di attacco di squali o altri pesci.

Rischi sociali

I rischi sociali derivano dall'organizzazione sociale del settore. L'occupazione è intermittente e in continua evoluzione e il controllo su molti aspetti dell'occupazione è limitato perché l'attività di costruzione dipende da molti fattori sui quali i lavoratori edili non hanno alcun controllo, come lo stato dell'economia o il tempo. A causa degli stessi fattori, può esserci un'intensa pressione per diventare più produttivi. Poiché la forza lavoro è in continua evoluzione, e con essa gli orari e il luogo di lavoro, e molti progetti richiedono di vivere in campi di lavoro lontani da casa e dalla famiglia, i lavoratori edili possono non disporre di reti stabili e affidabili di sostegno sociale. Le caratteristiche dei lavori di costruzione come il carico di lavoro pesante, il controllo limitato e il supporto sociale limitato sono gli stessi fattori associati all'aumento dello stress in altri settori. Questi pericoli non sono unici per nessun mestiere, ma sono comuni a tutti i lavoratori edili in un modo o nell'altro.

Valutazione dell'esposizione

La valutazione dell'esposizione primaria o degli astanti richiede la conoscenza delle attività svolte e della composizione degli ingredienti e dei sottoprodotti associati a ciascun lavoro o attività. Questa conoscenza di solito esiste da qualche parte (ad esempio, schede dati sulla sicurezza dei materiali, MSDS) ma potrebbe non essere disponibile sul posto di lavoro. Con la tecnologia informatica e delle comunicazioni in continua evoluzione, è relativamente facile ottenere tali informazioni e renderle disponibili.

Controllo dei rischi professionali

Misurare e valutare l'esposizione ai rischi professionali richiede la considerazione del nuovo modo in cui i lavoratori edili sono esposti. Le misure convenzionali di igiene industriale ei limiti di esposizione si basano su medie ponderate nel tempo di 8 ore. Ma poiché le esposizioni nell'edilizia sono generalmente brevi, intermittenti, varie ma suscettibili di essere ripetute, tali misure e limiti di esposizione non sono così utili come in altri lavori. La misurazione dell'esposizione può essere basata su attività piuttosto che su turni. Con questo approccio, è possibile identificare attività separate e caratterizzare i pericoli per ciascuna. Un'attività è un'attività limitata come la saldatura, la brasatura, la levigatura del muro a secco, la verniciatura, l'installazione di impianti idraulici e così via. Poiché le esposizioni sono caratterizzate per mansioni, dovrebbe essere possibile sviluppare un profilo di esposizione per un singolo lavoratore con conoscenza delle mansioni che ha svolto o a cui era abbastanza vicino per essere esposto. Con l'aumentare della conoscenza dell'esposizione basata sulle attività, è possibile sviluppare controlli basati sulle attività.

L'esposizione varia con la concentrazione del pericolo e la frequenza e la durata del compito. Come approccio generale al controllo dei rischi, è possibile ridurre l'esposizione riducendo la concentrazione o la durata o la frequenza del compito. Poiché l'esposizione nell'edilizia è già intermittente, i controlli amministrativi che si basano sulla riduzione della frequenza o della durata dell'esposizione sono meno pratici che in altri settori. Di conseguenza, il modo più efficace per ridurre l'esposizione è ridurre la concentrazione dei pericoli. Altri aspetti importanti del controllo dell'esposizione includono disposizioni per mangiare e strutture sanitarie e istruzione e formazione.

Diminuzione della concentrazione dell'esposizione

Per ridurre la concentrazione dell'esposizione, è utile considerare la fonte, l'ambiente in cui si verifica un pericolo ei lavoratori che sono esposti. Come regola generale, più i controlli sono vicini a una fonte, più sono efficienti ed efficaci. Tre tipi generali di controlli possono essere utilizzati per ridurre la concentrazione dei rischi professionali. Questi sono, dal più al meno efficaci:

  • controlli ingegneristici alla fonte
  • controlli ambientali che rimuovono il pericolo dall'ambiente
  • protezione personale fornita al lavoratore.

Controlli ingegneristici

I pericoli hanno origine da una fonte. Il modo più efficiente per proteggere i lavoratori dai rischi è cambiare la fonte primaria con una sorta di modifica tecnica. Ad esempio, una sostanza meno pericolosa può essere sostituita con una più pericolosa. Le fibre vetrose sintetiche non respirabili possono sostituire l'amianto e l'acqua può sostituire i solventi organici nelle vernici. Allo stesso modo, gli abrasivi non silicei possono sostituire la sabbia nella sabbiatura abrasiva (nota anche come sabbiatura). Oppure è possibile modificare radicalmente un processo, ad esempio sostituendo i martelli pneumatici con martelli a percussione che generano meno rumore e vibrazioni. Se il taglio o la perforazione generano polveri nocive, particolato o rumore, questi processi potrebbero essere eseguiti mediante taglio a cesoia o punzonatura. I miglioramenti tecnologici stanno riducendo i rischi di alcuni problemi muscoloscheletrici e di altra salute. Molte delle modifiche sono semplici: ad esempio, un cacciavite a due mani con un'impugnatura più lunga aumenta la coppia sull'oggetto e riduce lo stress sui polsi.

Controlli ambientali

I controlli ambientali vengono utilizzati per rimuovere una sostanza pericolosa dall'ambiente, se la sostanza è dispersa nell'aria, o per schermare la fonte, se si tratta di un pericolo fisico. La ventilazione di scarico locale (LEV) può essere utilizzata in un lavoro particolare con un condotto di ventilazione e una cappa per catturare fumi, vapori o polvere. Tuttavia, poiché l'ubicazione delle attività che emettono materiali tossici cambia e poiché la struttura stessa cambia, qualsiasi LEV dovrebbe essere mobile e flessibile per adattarsi a questi cambiamenti. Depolveratori mobili montati su camion con ventole e filtri, fonti di alimentazione indipendenti, condotti flessibili e forniture idriche mobili sono stati utilizzati in molti cantieri per fornire LEV per una varietà di processi pericolosi.

Il metodo semplice ed efficace per controllare l'esposizione a pericoli fisici radianti (rumore, radiazione ultravioletta (UV) da saldatura ad arco, calore radiante a infrarossi (IR) da oggetti caldi) è proteggerli con materiale appropriato. I fogli di compensato schermano le radiazioni IR e UV e il materiale che assorbe e riflette il suono fornirà una certa protezione dalle fonti di rumore.

Le principali fonti di stress da calore sono le condizioni meteorologiche e il duro lavoro fisico. Gli effetti negativi dello stress da caldo possono essere evitati attraverso la riduzione del carico di lavoro, la fornitura di acqua e adeguate pause all'ombra e, possibilmente, il lavoro notturno.

Protezione personale

Quando i controlli tecnici o le modifiche alle pratiche di lavoro non proteggono adeguatamente i lavoratori, i lavoratori potrebbero aver bisogno di utilizzare dispositivi di protezione individuale (DPI) (vedere figura 3). Affinché tale attrezzatura sia efficace, i lavoratori devono essere addestrati al suo utilizzo e l'attrezzatura deve adattarsi correttamente ed essere ispezionata e sottoposta a manutenzione. Inoltre, se altri che si trovano nelle vicinanze possono essere esposti al pericolo, dovrebbero essere protetti o impedire loro di entrare nell'area. 

Figura 3. Operaio edile a Nairobi, in Kenya, senza protezione per i piedi o elmetto

CCE010F3

L'utilizzo di alcuni controlli personali può creare problemi. Ad esempio, i lavoratori edili spesso si esibiscono in squadre e quindi devono comunicare tra loro, ma i respiratori interferiscono con la comunicazione. E l'equipaggiamento protettivo per tutto il corpo può contribuire allo stress da calore perché è pesante e perché il calore corporeo non può dissiparsi.

Avere dispositivi di protezione senza conoscerne i limiti può anche dare ai lavoratori o ai datori di lavoro l'illusione che i lavoratori siano protetti quando, con determinate condizioni di esposizione, non sono protetti. Ad esempio, attualmente non sono disponibili guanti che proteggano per più di 2 ore dal cloruro di metilene, un ingrediente comune negli svernicianti. E ci sono pochi dati sul fatto che i guanti proteggano da miscele di solventi come quelle contenenti sia acetone che toluene o sia metanolo che xilene. Il livello di protezione dipende da come viene utilizzato un guanto. Inoltre, i guanti vengono generalmente testati su una sostanza chimica alla volta e raramente per più di 8 ore.

Ristorazione e servizi igienici

Anche la mancanza di strutture alimentari e sanitarie può portare a un aumento delle esposizioni. Spesso i lavoratori non possono lavarsi prima dei pasti e devono mangiare nella zona di lavoro, il che significa che possono inavvertitamente ingerire sostanze tossiche trasferite dalle loro mani al cibo o alle sigarette. La mancanza di spogliatoi in un luogo di lavoro può comportare il trasporto di contaminanti dal luogo di lavoro all'abitazione del lavoratore.

Infortuni e malattie nell'edilizia

Ferite mortali

Poiché la costruzione coinvolge un'ampia percentuale della forza lavoro, gli incidenti mortali nella costruzione colpiscono anche una vasta popolazione. Ad esempio, negli Stati Uniti, l'edilizia rappresenta dal 5 al 6% della forza lavoro, ma rappresenta il 15% degli incidenti mortali sul lavoro, più di qualsiasi altro settore. Il settore delle costruzioni in Giappone rappresenta il 10% della forza lavoro ma registra il 42% dei decessi correlati al lavoro; in Svezia, i numeri sono rispettivamente del 6% e del 13%.

Gli infortuni mortali più comuni tra i lavoratori edili negli Stati Uniti sono le cadute (30%), gli incidenti di trasporto (26%), il contatto con oggetti o attrezzature (p. es., colpiti da un oggetto o impigliati in macchinari o materiali) (19%) e esposizione a sostanze nocive (18%), la maggior parte delle quali (75%) sono folgorazioni da contatto con cavi elettrici, linee elettriche aeree o macchinari alimentati elettricamente o utensili manuali. Questi quattro tipi di eventi rappresentano quasi tutti (93%) gli infortuni mortali tra i lavoratori edili negli Stati Uniti (Pollack et al. 1996).

Tra i mestieri negli Stati Uniti, il tasso di infortuni mortali è più alto tra i lavoratori dell'acciaio strutturale (118 decessi per 100,000 lavoratori equivalenti a tempo pieno per il periodo 1992-1993 rispetto a un tasso di 17 per 100,000 per altri mestieri messi insieme) e il 70% di lavoratori dell'acciaio strutturale le vittime dei lavoratori erano dovute a cadute. I lavoratori hanno subito il maggior numero di vittime, con un numero medio annuo di circa 200. Complessivamente, il tasso di vittime è stato più alto per i lavoratori di età pari o superiore a 55 anni.

La proporzione di incidenti mortali per evento differiva per ogni commercio. Per i supervisori, le cadute e gli incidenti di trasporto hanno rappresentato circa il 60% di tutti i decessi. Per falegnami, imbianchini, conciatetti e lavoratori delle strutture in acciaio, le cadute erano più comuni, rappresentando rispettivamente il 50, 55, 70 e 69% di tutti gli incidenti mortali per questi mestieri. Per gli ingegneri operativi e gli operatori di macchine da scavo, gli incidenti di trasporto sono stati le cause più comuni, rappresentando rispettivamente il 48 e il 65% dei decessi per tali operazioni. La maggior parte di questi erano associati ad autocarri con cassone ribaltabile. Gli incidenti mortali causati da trincee con inclinazione o puntellatura improprie continuano a essere una delle principali cause di incidenti mortali (McVittie 1995). I rischi principali nei mestieri specializzati sono elencati nella tabella 2.

Uno studio sui lavoratori edili svedesi non ha riscontrato un tasso di mortalità correlato al lavoro complessivo elevato, ma ha rilevato tassi di mortalità elevati per condizioni particolari (vedere tabella 3).

Tabella 3. Occupazioni nel settore edile con tassi di mortalità standardizzata (SMR) e tassi di incidenza standardizzati (SIR) in eccesso per cause selezionate.

Occupazione

SMR significativamente più alti

SIR significativamente più alti

Muratori

-

Tumore peritoneale

Operai concreti

Tutte le cause,* tutti i tumori,* il cancro allo stomaco, la morte violenta,* le cadute accidentali

Tumore al labbro, allo stomaco e alla laringe*a cancro ai polmonib 

Conducenti di gru

Morte violenta*

-

Drivers

Tutte le cause,* cardiovascolari*

Cancro alle labbra

Isolatori

Tutte le cause,* cancro ai polmoni, pneumoconiosi, morte violenta*

Tumore peritoneale, cancro ai polmoni

Operatori di macchina

Cardiovascolare,* altri incidenti

-

Idraulici

Tutti i tumori,* cancro ai polmoni, pneumoconiosi

Tutti i tumori, tumore pleurico, cancro ai polmoni

Lavoratori della roccia

Tutte le cause,* cardiovascolari,*

-

Lavoratori della lamiera

Tutti i tumori,* cancro ai polmoni, cadute accidentali

Tutti i tumori, cancro ai polmoni

Falegnami/carpentieri

-

Cancro al naso e ai seni nasali

  * I tumori o le cause di morte sono significativamente più alti rispetto a tutti gli altri gruppi professionali messi insieme. La voce “Altri infortuni” include gli infortuni tipici sul lavoro.

a  Il rischio relativo di cancro alla laringe tra i lavoratori del calcestruzzo, rispetto ai carpentieri, è 3 volte superiore.

 b  Il rischio relativo di cancro ai polmoni tra i lavoratori del calcestruzzo, rispetto ai carpentieri, è quasi doppio.

  Fonte: Engholm e Englund 1995.

Lesioni invalidanti o a tempo perso

Negli Stati Uniti e in Canada, le cause più comuni di infortuni da tempo perso sono gli sforzi eccessivi; essere colpiti da un oggetto; scende a un livello inferiore; e scivola, inciampa e cade sullo stesso piano. La categoria più comune di lesioni è rappresentata da stiramenti e distorsioni, alcuni dei quali diventano fonti di dolore cronico e menomazione. Le attività più spesso associate agli infortuni da tempo perso sono la movimentazione e l'installazione manuale dei materiali (ad esempio, l'installazione di muri a secco, tubazioni o condotte di ventilazione). Sono comuni anche le lesioni che si verificano durante il trasporto (p. es., camminare, arrampicarsi, scendere). Alla base di molti di questi infortuni c'è il problema delle pulizie. Molti scivolamenti, inciampi e cadute sono causati dal camminare tra i detriti di costruzione.

Costi di infortuni e malattia

Gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali nell'edilizia sono molto costosi. Le stime per il costo degli infortuni nel settore edile negli Stati Uniti vanno da $ 10 miliardi a $ 40 miliardi all'anno (Meridian Research 1994); a $ 20 miliardi, il costo per operaio edile sarebbe di $ 3,500 all'anno. I premi di retribuzione dei lavoratori per tre mestieri - falegnami, muratori e lavoratori del ferro strutturale - erano in media il 28.6% del libro paga a livello nazionale a metà del 1994 (Powers 1994). Le tariffe premium variano enormemente, a seconda del commercio e della giurisdizione. Il costo medio del premio è parecchie volte superiore a quello della maggior parte dei paesi industrializzati, dove i premi assicurativi per la compensazione dei lavoratori vanno dal 3 al 6% della busta paga. Oltre al risarcimento dei lavoratori, ci sono premi assicurativi di responsabilità civile e altri costi indiretti, tra cui la riduzione dell'efficienza del personale di lavoro, la pulizia (da un crollo o un crollo, ad esempio) o gli straordinari resi necessari da un infortunio. Tali costi indiretti possono essere diverse volte l'indennizzo dei lavoratori.

Gestione per lavori di costruzione sicuri

I programmi di sicurezza efficaci hanno diverse caratteristiche in comune. Sono evidenti in tutte le organizzazioni, dalle più alte cariche di un appaltatore generale a project manager, supervisori, funzionari sindacali e lavoratori sul posto di lavoro. I codici di condotta sono attuati e valutati coscienziosamente. Vengono calcolati i costi di infortunio e malattia e misurata la performance; chi fa bene viene premiato, chi no viene penalizzato. La sicurezza è parte integrante degli appalti e dei subappalti. Tutti, dirigenti, supervisori e lavoratori, ricevono formazione e riqualificazione generali, specifiche per il sito e relative al sito. I lavoratori inesperti ricevono formazione sul posto di lavoro da lavoratori esperti. Nei progetti in cui vengono attuate tali misure, i tassi di infortunio sono notevolmente inferiori rispetto a siti altrimenti comparabili.

Prevenire incidenti e infortuni

Le entità del settore con tassi di infortunio più bassi condividono diverse caratteristiche comuni: hanno una chiara definizione dichiarazione politica che si applica a tutta l'organizzazione, dal top management al sito di progetto. Questa dichiarazione politica fa riferimento a un codice di condotta specifico che descrive, in dettaglio, i pericoli e il loro controllo per le occupazioni e le attività pertinenti in un sito. Le responsabilità sono chiaramente assegnate e gli standard di prestazione sono dichiarati. Il mancato rispetto di questi standard viene indagato e vengono imposte sanzioni appropriate. Il raggiungimento o il superamento degli standard viene premiato. Un sistema contabile viene utilizzato che mostra i costi di ogni infortunio o incidente e i benefici della prevenzione degli infortuni. I dipendenti oi loro rappresentanti sono coinvolti nello stabilire e amministrare un programma di prevenzione degli infortuni. Il coinvolgimento si verifica spesso nella formazione di a comitato misto di lavoro o di gestione dei lavoratori. Gli esami fisici vengono eseguiti per determinare l'idoneità dei lavoratori al dovere e all'assegnazione del lavoro. Questi esami vengono forniti al primo impiego e al ritorno da una disabilità o da un altro licenziamento.

I pericoli sono identificati, analizzati e controllati seguendo le classi di pericolo discusse in altri articoli di questo capitolo. L'intero cantiere viene ispezionato regolarmente ei risultati vengono registrati. L'attrezzatura viene ispezionata per garantirne il funzionamento sicuro (ad esempio, freni sui veicoli, allarmi, guardie e così via). I pericoli di infortunio includono quelli associati ai tipi più comuni di infortuni con perdita di tempo: cadute dall'alto o dallo stesso livello, sollevamento o altre forme di movimentazione manuale di materiali, rischio di folgorazione, rischio di infortunio associato a veicoli autostradali o fuoristrada , crolli di trincee e altri. I rischi per la salute includono particelle sospese nell'aria (come silice, amianto, fibre vetrose sintetiche, particolato diesel), gas e vapori (come monossido di carbonio, vapori di solventi, gas di scarico del motore), pericoli fisici (come rumore, calore, pressione iperbarica) e altri, come lo stress.

Vengono fatti i preparativi per le situazioni di emergenza e le esercitazioni di emergenza vengono condotte secondo necessità. I preparativi includerebbero l'assegnazione delle responsabilità, la fornitura di pronto soccorso e assistenza medica immediata presso il sito, la comunicazione presso il sito e con altri al di fuori del sito (come ambulanze, familiari, uffici domestici e sindacati), il trasporto, la designazione dell'assistenza sanitaria strutture, mettendo in sicurezza e stabilizzando l'ambiente in cui si è verificata l'emergenza, individuando testimoni e documentando gli eventi. Se necessario, la preparazione alle emergenze coprirebbe anche i mezzi di fuga da un pericolo incontrollato come un incendio o un'inondazione.

Incidenti e infortuni vengono indagati e registrati. Lo scopo delle segnalazioni è identificare le cause che avrebbero potuto essere controllate in modo che, in futuro, eventi simili possano essere prevenuti. I rapporti dovrebbero essere organizzati con un sistema di registrazione standardizzato per facilitare meglio l'analisi e la prevenzione. Per facilitare il confronto degli indici infortunistici da una situazione all'altra, è utile identificare la popolazione di riferimento dei lavoratori all'interno dei quali si è verificato un infortunio e le loro ore lavorate, al fine di calcolare un indice infortunistico (ovvero il numero di infortuni per ora lavorata o il numero di ore lavorate tra gli infortuni).

I lavoratori e i supervisori ricevono formazione e istruzione in materia di sicurezza. Questa formazione consiste nell'insegnamento dei principi generali di sicurezza e salute, è integrata nella formazione delle mansioni, è specifica per ogni luogo di lavoro e copre le procedure da seguire in caso di incidente o infortunio. L'istruzione e la formazione dei lavoratori e dei supervisori è una parte essenziale di qualsiasi sforzo per prevenire infortuni e malattie. La formazione sulle pratiche e procedure di lavoro sicure è stata fornita in molti paesi da alcune aziende e sindacati. Queste procedure includono il blocco e l'etichettatura delle fonti di energia elettrica durante le procedure di manutenzione, l'uso di cordini durante i lavori in quota, il puntellamento di trincee, la fornitura di superfici di calpestio sicure e così via. È anche importante fornire una formazione specifica per il sito, che copra le caratteristiche uniche del luogo di lavoro come i mezzi di entrata e uscita. La formazione dovrebbe includere istruzioni sulle sostanze pericolose. La performance o la formazione pratica, che dimostri di conoscere pratiche sicure, è molto meglio per instillare un comportamento sicuro rispetto all'istruzione in aula e all'esame scritto.

Negli Stati Uniti, la formazione su determinate sostanze pericolose è obbligatoria per legge federale. La stessa preoccupazione in Germania ha portato allo sviluppo del Gefahrstoff-Informationssystem der Berufsgenossenschaften der Bauwirtschaft, o GISBAU, programma. GISBAU collabora con i produttori per determinare il contenuto di tutte le sostanze utilizzate nei cantieri. Altrettanto importante, il programma fornisce le informazioni in una forma adatta alle diverse esigenze del personale sanitario, dei dirigenti e dei lavoratori. Le informazioni sono disponibili attraverso programmi di formazione, in formato cartaceo e sui terminali di computer nei luoghi di lavoro. GISBAU fornisce consigli su come sostituire alcune sostanze pericolose e spiega come maneggiarne altre in sicurezza. (Vedi il cap Uso, stoccaggio e trasporto di prodotti chimici.)

Informazioni sui rischi chimici, fisici e altri rischi per la salute è disponibile presso il luogo di lavoro nelle lingue utilizzate dai lavoratori. Se i lavoratori devono lavorare in modo intelligente sul posto di lavoro, dovrebbero disporre delle informazioni necessarie per decidere cosa fare in situazioni specifiche.

Ed infine, i contratti tra appaltatori e subappaltatori dovrebbero includere caratteristiche di sicurezza. Le disposizioni potrebbero includere la creazione di un'organizzazione unificata per la sicurezza nei luoghi di lavoro con più datori di lavoro, requisiti di prestazione e premi e sanzioni.

 

Di ritorno

Pericoli

I lavori di costruzione sotterranei comprendono la realizzazione di tunnel per strade, autostrade e ferrovie e la posa di condotte per fognature, acqua calda, vapore, condotte elettriche, linee telefoniche. I pericoli in questo lavoro includono duro lavoro fisico, polvere di silice cristallina, polvere di cemento, rumore, vibrazioni, gas di scarico del motore diesel, vapori chimici, radon e atmosfere carenti di ossigeno. Occasionalmente questo lavoro deve essere svolto in un ambiente pressurizzato. I lavoratori sotterranei sono a rischio di lesioni gravi e spesso mortali. Alcuni pericoli sono gli stessi della costruzione in superficie, ma sono amplificati lavorando in un ambiente confinato. Altri pericoli sono unici per il lavoro sotterraneo. Questi includono essere colpiti da macchinari specializzati o essere fulminati, essere sepolti da cadute di tetti o crolli ed essere asfissiati o feriti da incendi o esplosioni. Le operazioni di scavo di gallerie possono incontrare inaspettati accumuli d'acqua, con conseguenti inondazioni e annegamenti.

La costruzione di gallerie richiede un grande sforzo fisico. Il dispendio energetico durante il lavoro manuale è solitamente da 200 a 350 W, con gran parte del carico statico dei muscoli. La frequenza cardiaca durante il lavoro con trapani ad aria compressa e martelli pneumatici raggiunge i 150-160 al minuto. Spesso si lavora in condizioni microclimatiche sfavorevoli di freddo e umidità, a volte in posture di lavoro ingombranti. Di solito è combinato con l'esposizione ad altri fattori di rischio che dipendono dalle condizioni geologiche locali e dal tipo di tecnologia utilizzata. Questo pesante carico di lavoro può essere un importante contributo allo stress da calore.

La necessità di lavori manuali pesanti può essere ridotta dalla meccanizzazione. Ma la meccanizzazione porta i suoi rischi. Macchine mobili grandi e potenti in un ambiente confinato presentano rischi di lesioni gravi alle persone che lavorano nelle vicinanze, che possono essere colpite o schiacciate. Anche i macchinari sotterranei possono generare polvere, rumore, vibrazioni e scarichi diesel. La meccanizzazione si traduce anche in un minor numero di posti di lavoro, il che riduce il numero di persone esposte, ma a scapito della disoccupazione e di tutti i problemi che ne derivano.

La silice cristallina (nota anche come silice libera e quarzo) si trova naturalmente in molti diversi tipi di roccia. L'arenaria è silice praticamente pura; il granito può contenere il 75%; scisto, 30%; e ardesia, 10%. Calcare, marmo e sale sono, per scopi pratici, completamente privi di silice. Considerando che la silice è onnipresente nella crosta terrestre, i campioni di polvere dovrebbero essere prelevati e analizzati almeno all'inizio di un lavoro in sotterraneo e ogni volta che il tipo di roccia cambia mentre il lavoro procede attraverso di essa.

La polvere di silice respirabile viene generata ogni volta che la roccia contenente silice viene frantumata, trivellata, macinata o altrimenti polverizzata. Le principali fonti di polvere di silice nell'aria sono trapani ad aria compressa e martelli pneumatici. Il lavoro con questi strumenti avviene più spesso nella parte anteriore del tunnel e, pertanto, i lavoratori in queste aree sono i più esposti. La tecnologia di soppressione della polvere dovrebbe essere applicata in tutti i casi.

La sabbiatura genera non solo detriti volanti, ma anche polvere e ossidi di azoto. Per evitare un'esposizione eccessiva, la procedura abituale consiste nell'impedire il rientro nell'area interessata fino a quando la polvere e i gas non si sono diradati. Una procedura comune consiste nell'esplodere alla fine dell'ultimo turno di lavoro della giornata e nell'eliminare i detriti durante il turno successivo.

La polvere di cemento viene generata durante la miscelazione del cemento. Questa polvere è irritante per le vie respiratorie e le mucose in alte concentrazioni, ma non sono stati osservati effetti cronici. Quando si deposita sulla pelle e si mescola al sudore, tuttavia, la polvere di cemento può causare dermatosi. Quando il calcestruzzo bagnato viene spruzzato sul posto, anch'esso può causare dermatosi.

Il rumore può essere significativo nei lavori di costruzione sotterranei. Le fonti principali includono trapani e martelli pneumatici, motori diesel e ventilatori. Poiché l'ambiente di lavoro sotterraneo è ristretto, è presente anche un notevole rumore di riverbero. I livelli di rumore di picco possono superare i 115 dBA, con un'esposizione al rumore media ponderata nel tempo equivalente a 105 dBA. La tecnologia di riduzione del rumore è disponibile per la maggior parte delle apparecchiature e dovrebbe essere applicata.

I lavoratori delle costruzioni sotterranee possono anche essere esposti a vibrazioni trasmesse al corpo intero da macchinari mobili ea vibrazioni mano-braccio da trapani pneumatici e martelli. I livelli di accelerazione trasmessi alle mani dagli utensili pneumatici possono raggiungere circa 150 dB (paragonabili a 10 m/s2). Gli effetti dannosi delle vibrazioni mano-braccio possono essere aggravati da un ambiente di lavoro freddo e umido.

Se il terreno è molto saturo d'acqua o se la costruzione viene condotta sott'acqua, potrebbe essere necessario pressurizzare l'ambiente di lavoro per tenere fuori l'acqua. Per i lavori subacquei vengono utilizzati i cassoni. Quando i lavoratori in un tale ambiente iperbarico effettuano una transizione troppo rapida alla normale pressione dell'aria, rischiano la malattia da decompressione e i disturbi correlati. Poiché l'assorbimento della maggior parte dei gas e dei vapori tossici dipende dalla loro pressione parziale, una quantità maggiore può essere assorbita a pressioni più elevate. Dieci ppm di monossido di carbonio (CO) a 2 atmosfere di pressione, ad esempio, avranno l'effetto di 20 ppm di CO a 1 atmosfera.

I prodotti chimici sono utilizzati nella costruzione sotterranea in vari modi. Ad esempio, strati di roccia non sufficientemente coerenti possono essere stabilizzati con un'infusione di resina urea formaldeide, schiuma poliuretanica o miscele di vetro solubile sodico con formammide o con acetato di etile e butile. Di conseguenza, durante l'applicazione, nell'atmosfera del tunnel possono essere presenti vapori di formaldeide, ammoniaca, alcool etilico o butilico o diisocianati. Dopo l'applicazione, questi contaminanti possono fuoriuscire nel tunnel dalle pareti circostanti e potrebbe quindi essere difficile controllarne completamente la concentrazione, anche con un'intensa ventilazione meccanica.

Il radon si trova naturalmente in alcune rocce e può fuoriuscire nell'ambiente di lavoro, dove decade in altri isotopi radioattivi. Alcuni di questi sono emettitori alfa che possono essere inalati e aumentare il rischio di cancro ai polmoni.

Anche le gallerie costruite in aree abitate possono essere contaminate da sostanze provenienti da tubazioni circostanti. Acqua, gas per riscaldamento e cucina, olio combustibile, benzina e così via possono fuoriuscire in una galleria o, se durante lo scavo si rompono le tubazioni che trasportano queste sostanze, possono fuoriuscire nell'ambiente di lavoro.

La costruzione di pozzi verticali utilizzando la tecnologia mineraria pone problemi di salute simili a quelli del tunneling. In terreni dove sono presenti sostanze organiche si possono prevedere prodotti di decomposizione microbiologica.

Gli interventi di manutenzione nelle gallerie adibite al traffico si differenziano dagli analoghi interventi in superficie principalmente per la difficoltà di installare dispositivi di sicurezza e controllo, ad esempio la ventilazione per la saldatura ad arco elettrico; ciò può influenzare la qualità delle misure di sicurezza. Il lavoro in gallerie in cui sono presenti condutture per acqua calda o vapore è associato a un grande carico termico, che richiede un regime speciale di lavoro e pause.

La carenza di ossigeno può verificarsi nei tunnel perché l'ossigeno viene spostato da altri gas o perché viene consumato dai microbi o dall'ossidazione delle piriti. I microbi possono anche rilasciare metano o etano, che non solo spostano l'ossigeno ma, in concentrazione sufficiente, possono creare il rischio di esplosione. L'anidride carbonica (comunemente chiamata blackdamp in Europa) è anch'essa generata dalla contaminazione microbica. Le atmosfere in ambienti chiusi da molto tempo possono contenere principalmente azoto, praticamente nessun ossigeno e dal 5 al 15% di anidride carbonica.

Blackdamp penetra nel pozzo dal terreno circostante a causa dei cambiamenti nella pressione atmosferica. La composizione dell'aria nel pozzo può cambiare molto rapidamente: può essere normale al mattino, ma essere carente di ossigeno nel pomeriggio.

Frodi

La prevenzione dell'esposizione alla polvere dovrebbe essere implementata in primo luogo con mezzi tecnici, come perforazione a umido (e/o perforazione con LEV), bagnatura del materiale prima che venga abbattuto e caricato per il trasporto, LEV di macchine minerarie e macchine ventilazione delle gallerie. Le misure tecniche di controllo potrebbero non essere sufficienti per abbassare la concentrazione di polvere respirabile a un livello accettabile in alcune operazioni tecnologiche (ad esempio, durante la perforazione e talvolta anche nel caso di perforazione a umido), e quindi potrebbe essere necessario integrare la protezione del lavoratori impegnati in tali operazioni mediante l'uso di respiratori.

L'efficacia delle misure tecniche di controllo deve essere verificata monitorando la concentrazione di polveri aerodisperse. Nel caso di polveri fibrogeniche, è necessario predisporre il programma di monitoraggio in modo tale da consentire la registrazione dell'esposizione dei singoli lavoratori. I dati di esposizione individuale, unitamente ai dati sulla salute di ciascun lavoratore, sono necessari per la valutazione del rischio di pneumoconiosi in particolari condizioni di lavoro, nonché per la valutazione dell'efficacia delle misure di controllo nel lungo periodo. Infine, ma non meno importante, la registrazione individuale dell'esposizione è necessaria per valutare la capacità dei singoli lavoratori di continuare a svolgere il proprio lavoro.

A causa della natura dei lavori sotterranei, la protezione dal rumore dipende principalmente dalla protezione personale dell'udito. Una protezione efficace contro le vibrazioni, invece, può essere ottenuta solo eliminando o diminuendo la vibrazione mediante la meccanizzazione delle operazioni rischiose. I DPI non sono efficaci. Allo stesso modo, il rischio di malattie dovute al sovraccarico fisico degli arti superiori può essere ridotto solo dalla meccanizzazione.

L'esposizione a sostanze chimiche può essere influenzata dalla scelta della tecnologia appropriata (ad esempio, l'uso di resine di formaldeide e formammide dovrebbe essere eliminato), da una buona manutenzione (ad esempio, dei motori diesel) e da un'adeguata ventilazione. Le precauzioni relative all'organizzazione e al regime lavorativo sono talvolta molto efficaci, soprattutto nel caso della prevenzione delle dermatosi.

Il lavoro in spazi sotterranei in cui non si conosce la composizione dell'aria richiede il rigoroso rispetto delle norme di sicurezza. Non deve essere consentito l'accesso a tali spazi senza apparecchi respiratori isolanti. Il lavoro dovrebbe essere svolto solo da un gruppo di almeno tre persone: un lavoratore nel locale interrato, con respiratore e imbracatura di sicurezza, gli altri all'esterno con una corda per assicurare il lavoratore all'interno. In caso di incidente è necessario agire rapidamente. Molte vite sono state perse negli sforzi per salvare la vittima di un incidente quando la sicurezza del soccorritore è stata ignorata.

Le visite mediche preventive pre-collocamento, periodiche e successive all'assunzione sono una parte necessaria delle precauzioni di salute e sicurezza per i lavoratori nelle gallerie. La frequenza degli esami periodici e il tipo e la portata degli esami speciali (raggi X, funzioni polmonari, audiometria e così via) dovrebbero essere determinati individualmente per ogni posto di lavoro e per ogni lavoro in base alle condizioni di lavoro.

Prima dell'apertura del terreno per i lavori sotterranei, il sito dovrebbe essere ispezionato e dovrebbero essere prelevati campioni di terreno per pianificare lo scavo. Una volta che i lavori sono in corso, il cantiere dovrebbe essere ispezionato quotidianamente per evitare cadute o crolli del tetto. Il posto di lavoro dei lavoratori solitari dovrebbe essere ispezionato almeno due volte per turno. Le attrezzature antincendio dovrebbero essere posizionate strategicamente in tutto il sito di lavoro sotterraneo.

 

Di ritorno

Mercoledì, marzo 09 2011 20: 12

Servizi sanitari preventivi in ​​edilizia

L'industria delle costruzioni costituisce dal 5 al 15% dell'economia nazionale della maggior parte dei paesi ed è solitamente una delle tre industrie con il più alto tasso di rischi di infortuni sul lavoro. I seguenti rischi cronici per la salute sul lavoro sono pervasivi (Commissione delle Comunità europee 1993):

  • Disturbi muscoloscheletrici, perdita dell'udito professionale, dermatiti e disturbi polmonari sono le malattie professionali più comuni.
  • Un aumento del rischio di carcinomi del tratto respiratorio e mesotelioma causati dall'esposizione all'amianto è stato osservato in tutti i paesi in cui sono disponibili statistiche sulla mortalità e morbilità sul lavoro.
  • I disturbi derivanti da un'alimentazione scorretta, dal fumo o dall'uso di alcol e droghe sono associati soprattutto ai lavoratori migranti, una parte sostanziale dell'occupazione nell'edilizia in molti paesi.

 

I servizi sanitari preventivi per i lavoratori edili dovrebbero essere pianificati con questi rischi come priorità.

Tipi di servizi di medicina del lavoro

I servizi di medicina del lavoro per i lavoratori edili consistono in tre modelli principali:

  1. servizi specializzati per i lavoratori edili
  2. l'assistenza sanitaria sul lavoro per i lavoratori edili prestata da fornitori di servizi di medicina del lavoro ad ampio raggio
  3. prestazioni sanitarie fornite volontariamente dal datore di lavoro.

 

I servizi specializzati sono i più efficaci ma anche i più costosi in termini di costi diretti. Le esperienze dalla Svezia indicano che i più bassi tassi di infortuni nei cantieri di tutto il mondo e un rischio molto basso di malattie professionali tra i lavoratori edili sono associati a un ampio lavoro di prevenzione attraverso sistemi di servizi specializzati. Nel modello svedese, chiamato Bygghälsan, sono state combinate prevenzione tecnica e medica. Bygghälsan opera attraverso centri regionali e unità mobili. Durante la grave recessione economica della fine degli anni '1980, tuttavia, Bygghälsan ridusse drasticamente le sue attività nel settore sanitario.

Nei paesi che dispongono di una legislazione sulla salute sul lavoro, le società di costruzioni di solito acquistano i servizi sanitari necessari da società che servono le industrie generali. In tali casi, la formazione del personale di medicina del lavoro è importante. Senza una conoscenza specifica delle circostanze che circondano la costruzione, il personale medico non può fornire efficaci programmi di prevenzione della salute sul lavoro per le imprese di costruzione.

Alcune grandi aziende multinazionali hanno programmi di sicurezza e salute sul lavoro ben sviluppati che fanno parte della cultura dell'impresa. I calcoli costi-benefici hanno dimostrato che queste attività sono economicamente redditizie. Al giorno d'oggi, i programmi di sicurezza sul lavoro sono inclusi nella gestione della qualità della maggior parte delle aziende internazionali.

Ambulatori sanitari mobili

Poiché i cantieri sono spesso situati lontano da fornitori di servizi sanitari consolidati, possono essere necessarie unità mobili di servizi sanitari. Praticamente tutti i paesi che dispongono di servizi di medicina del lavoro specializzati per i lavoratori edili utilizzano unità mobili per fornire i servizi. Il vantaggio dell'unità mobile è il risparmio di tempo di lavoro portando i servizi nei cantieri. I centri sanitari mobili sono contenuti in un autobus o un rimorchio appositamente attrezzati e sono particolarmente adatti per tutti i tipi di procedure di screening, come gli esami sanitari periodici. I servizi mobili dovrebbero essere attenti a concordare in anticipo la collaborazione con i fornitori locali di servizi sanitari al fine di garantire la valutazione e il trattamento di follow-up per i lavoratori i cui risultati dei test suggeriscono un problema di salute.

L'attrezzatura standard per un'unità mobile comprende un laboratorio di base con uno spirometro e un audiometro, una sala per i colloqui e apparecchiature a raggi X, quando necessario. È meglio progettare unità modulari come spazi multiuso in modo che possano essere utilizzate per diversi tipi di progetti. L'esperienza finlandese indica che le unità mobili sono adatte anche per studi epidemiologici, che possono essere incorporati nei programmi di medicina del lavoro, se opportunamente pianificati in anticipo.

Contenuti dei servizi preventivi di medicina del lavoro

L'identificazione del rischio nei cantieri dovrebbe guidare l'attività medica, anche se questo è secondario alla prevenzione attraverso una corretta progettazione, ingegneria e organizzazione del lavoro. L'identificazione del rischio richiede un approccio multidisciplinare; ciò richiede una stretta collaborazione tra il personale di medicina del lavoro e l'impresa. Un'indagine sistematica sui rischi sul posto di lavoro utilizzando liste di controllo standardizzate è un'opzione.

Gli esami sanitari preliminari e periodici vengono generalmente condotti in base ai requisiti stabiliti dalla legislazione o agli orientamenti forniti dalle autorità. Il contenuto dell'esame dipende dalla storia di esposizione di ciascun lavoratore. Contratti di lavoro brevi e frequenti avvicendamenti della manodopera edile possono comportare esami sanitari "mancati" o "inappropriati", un mancato follow-up dei risultati o una duplicazione ingiustificata degli esami sanitari. Pertanto, si raccomandano regolari esami periodici standard per tutti i lavoratori. Un esame sanitario standard dovrebbe contenere: una storia di esposizione; storie di sintomi e malattie con particolare attenzione alle malattie muscoloscheletriche e allergiche; un esame fisico di base; e test di audiometria, visione, spirometria e pressione sanguigna. Gli esami dovrebbero anche fornire educazione sanitaria e informazioni su come evitare i rischi professionali noti per essere comuni.

Sorveglianza e prevenzione dei principali problemi legati alla costruzione

Patologie muscoloscheletriche e loro prevenzione

I disturbi muscoloscheletrici hanno origini multiple. Lo stile di vita, la suscettibilità ereditaria e l'invecchiamento, combinati con uno sforzo fisico improprio e lesioni minori, sono fattori di rischio comunemente accettati per i disturbi muscoloscheletrici. I tipi di problemi muscoloscheletrici hanno diversi modelli di esposizione nelle diverse professioni edili.

Non esiste un test affidabile per prevedere il rischio di un individuo di contrarre un disturbo muscoloscheletrico. La prevenzione medica dei disturbi muscoloscheletrici si basa sull'orientamento in materia di ergonomia e stili di vita. Preplacement e esami periodici possono essere utilizzati per questo scopo. I test di forza non specifici e le radiografie di routine del sistema scheletrico non hanno alcun valore specifico per la prevenzione. Invece, la diagnosi precoce dei sintomi e una storia lavorativa dettagliata dei sintomi muscoloscheletrici possono essere utilizzate come base per la consulenza medica. Un programma che esegue periodiche indagini sui sintomi per identificare i fattori di lavoro che possono essere modificati si è dimostrato efficace.

Spesso i lavoratori che sono stati esposti a carichi fisici pesanti o stress pensano che il lavoro li mantenga in forma. Diversi studi hanno dimostrato che non è così. Pertanto, è importante che, nel contesto degli esami sanitari, gli esaminati siano informati sui modi adeguati per mantenere la loro forma fisica. Il fumo è stato anche associato alla degenerazione del disco lombare e al dolore lombare. Pertanto, l'informazione e la terapia antifumo dovrebbero essere incluse anche nelle visite mediche periodiche (Progetto sui rischi sul posto di lavoro e sull'educazione al tabacco 1993).

Perdita dell'udito indotta dal rumore professionale

La prevalenza della perdita dell'udito indotta dal rumore varia tra le occupazioni edili, a seconda dei livelli e della durata dell'esposizione. Nel 1974, meno del 20% dei lavoratori edili svedesi all'età di 41 anni aveva un udito normale da entrambe le orecchie. L'implementazione di un programma completo di conservazione dell'udito ha aumentato la percentuale in quel gruppo di età con udito normale a quasi il 40% entro la fine degli anni '1980. Le statistiche della Columbia Britannica, in Canada, mostrano che i lavoratori edili in genere soffrono di una significativa perdita dell'udito dopo aver lavorato per più di 15 anni nel settore (Schneider et al. 1995). Si ritiene che alcuni fattori aumentino la suscettibilità all'ipoacusia professionale (p. es., neuropatia diabetica, ipercolesterolemia ed esposizione a determinati solventi ototossici). Le vibrazioni trasmesse al corpo intero e il fumo possono avere un effetto additivo.

Per il settore delle costruzioni è consigliabile un programma su larga scala per la conservazione dell'udito. Questo tipo di programma richiede non solo la collaborazione a livello di cantiere, ma anche una legislazione di supporto. I programmi di conservazione dell'udito dovrebbero essere specifici nei contratti di lavoro.

La perdita dell'udito professionale è reversibile nei primi 3 o 4 anni dopo l'esposizione iniziale. La diagnosi precoce della perdita dell'udito offrirà opportunità di prevenzione. Si consiglia di eseguire test regolari per rilevare i cambiamenti il ​​prima possibile e per motivare i lavoratori a proteggersi. Al momento del controllo, i lavoratori esposti devono essere istruiti sui principi della protezione individuale, nonché sulla manutenzione e sull'uso corretto dei dispositivi di protezione.

Dermatite professionale

La dermatite professionale è prevenuta principalmente da misure igieniche. La corretta manipolazione del cemento umido e la protezione della pelle sono efficaci nel promuovere l'igiene. Durante gli esami sanitari, è importante sottolineare l'importanza di evitare il contatto della pelle con il cemento umido.

Malattie polmonari professionali

Asbestosi, silicosi, asma professionale e bronchite professionale possono essere riscontrate tra i lavoratori edili, a seconda delle loro passate esposizioni lavorative (Finnish Institute of Occupational Health 1987).

Non esiste alcun metodo medico per prevenire lo sviluppo di carcinomi dopo che qualcuno è stato sufficientemente esposto all'amianto. Le radiografie del torace regolari, ogni tre anni, sono la raccomandazione più comune per la sorveglianza medica; ci sono alcune prove che lo screening a raggi X migliora l'esito nel cancro del polmone (Strauss, Gleanson e Sugarbaker 1995). La spirometria e le informazioni antifumo sono solitamente incluse nella visita medica periodica. Non sono disponibili test diagnostici per la diagnosi precoce dei tumori maligni correlati all'amianto.

I tumori maligni e altre malattie polmonari legate all'esposizione all'amianto sono ampiamente sottodiagnosticate. Pertanto, molti lavoratori edili aventi diritto al risarcimento rimangono senza benefici. Alla fine degli anni '1980 e all'inizio degli anni '1990, la Finlandia ha condotto uno screening nazionale dei lavoratori esposti all'amianto. Lo screening ha rivelato che solo un terzo dei lavoratori con malattie correlate all'amianto e che avevano accesso ai servizi di medicina del lavoro erano stati diagnosticati in precedenza (Finnish Institute of Occupational Health 1994).

Bisogni speciali dei lavoratori migranti

A seconda del cantiere, il contesto sociale, le condizioni sanitarie e il clima possono presentare rischi importanti per i lavoratori edili. I lavoratori migranti soffrono spesso di problemi psicosociali. Hanno un rischio maggiore di infortuni sul lavoro rispetto ai lavoratori nativi. Occorre tener conto del loro rischio di trasmettere malattie infettive, come l'HIV/AIDS, la tubercolosi e le malattie parassitarie. La malaria e altre malattie tropicali sono un problema per i lavoratori nelle aree dove sono endemiche.

In molti grandi progetti di costruzione viene utilizzata manodopera straniera. Una visita medica preliminare dovrebbe essere condotta nel paese d'origine. Inoltre, la diffusione di malattie contagiose deve essere prevenuta attraverso adeguati programmi di vaccinazione. Nei paesi ospitanti dovrebbero essere organizzati un'adeguata formazione professionale, educazione alla salute e sicurezza e alloggi. I lavoratori migranti dovrebbero avere lo stesso accesso all'assistenza sanitaria e alla sicurezza sociale dei lavoratori nativi (El Batawi 1992).

Oltre a prevenire i disturbi legati all'edilizia, l'operatore sanitario dovrebbe lavorare per promuovere cambiamenti positivi nello stile di vita, che possono migliorare la salute generale di un lavoratore. Evitare alcol e fumo sono i temi più importanti e fruttuosi per la promozione della salute dei lavoratori edili. È stato stimato che un fumatore costi al datore di lavoro dal 20 al 30% in più di un lavoratore non fumatore. Gli investimenti nelle campagne antifumo pagano non solo a breve termine, con minori rischi di infortunio e assenze per malattia più brevi, ma anche a lungo termine, con minori rischi di malattie cardiovascolari polmonari e cancro. Inoltre, il fumo di tabacco ha effetti moltiplicatori dannosi con la maggior parte delle polveri, in particolare con l'amianto.

Benefici economici

È difficile dimostrare un vantaggio economico diretto dei servizi di medicina del lavoro a una singola impresa di costruzioni, soprattutto se l'impresa è di piccole dimensioni. I calcoli costi-benefici indiretti mostrano, tuttavia, che la prevenzione degli infortuni e la promozione della salute sono economicamente vantaggiose. I calcoli costi-benefici degli investimenti in programmi preventivi sono disponibili per le aziende da utilizzare internamente. (Per un modello ampiamente utilizzato in Scandinavia, vedi Oxenburg 1991.)

 

Di ritorno

Attuazione della direttiva CE Norme Minime per la Salute e Sicurezza nei Cantieri Temporanei e Mobili rappresenta le normative legali emanate dai Paesi Bassi e dall'Unione Europea. Il loro obiettivo è migliorare le condizioni di lavoro, combattere la disabilità e ridurre l'assenteismo per malattia. Nei Paesi Bassi, questi regolamenti per il settore delle costruzioni sono espressi nella risoluzione Arbouw, capitolo 2, sezione 5.

Come spesso accade, la legislazione sembra seguire i cambiamenti sociali iniziati nel 1986, quando organizzazioni di datori di lavoro e dipendenti si unirono per istituire la Fondazione Arbouw per fornire servizi alle imprese di costruzioni nell'ingegneria civile e nella costruzione di servizi pubblici, lavori in terra, costruzione di strade e costruzione dell'acqua e settori di completamento dell'industria. Pertanto, le nuove normative non rappresentano quasi un problema per le aziende responsabili già impegnate ad attuare considerazioni in materia di salute e sicurezza. Il fatto che questi principi siano spesso molto difficili da mettere in pratica, però, ha comportato il mancato rispetto e la concorrenza sleale e, di conseguenza, la necessità di una regolamentazione legale.

Regolamento legale

Le norme legali si concentrano sulle misure preventive prima dell'inizio del progetto di costruzione e mentre è in corso. Ciò produrrà il massimo beneficio a lungo termine.

La legge sulla salute e la sicurezza stabilisce che le valutazioni dei rischi devono riguardare non solo quelli derivanti da materiali, preparati, strumenti, attrezzature e così via, ma anche quelli che coinvolgono gruppi speciali di lavoratori (ad esempio, donne incinte, lavoratori giovani e anziani e persone con disabilità ).

I datori di lavoro sono obbligati a far produrre per iscritto valutazioni dei rischi e inventari da esperti certificati, che possono essere dipendenti o appaltatori esterni. Il documento deve includere raccomandazioni per eliminare o limitare i rischi e deve anche stabilire le fasi del lavoro in cui saranno richiesti specialisti qualificati. Alcune società di costruzioni hanno sviluppato un proprio approccio alla valutazione, il General Business Investigation and Risk Inventory and Evaluation (ABRIE), che è diventato il prototipo per l'industria.

La legge sulla salute e la sicurezza obbliga i datori di lavoro a offrire un esame sanitario periodico ai propri dipendenti. Lo scopo è identificare i problemi di salute che possono rendere alcuni lavori particolarmente pericolosi per alcuni lavoratori a meno che non vengano prese determinate precauzioni. Questo requisito fa eco ai vari contratti collettivi di lavoro nel settore delle costruzioni che per anni hanno richiesto ai datori di lavoro di fornire ai dipendenti un'assistenza sanitaria sul lavoro completa, comprese le visite mediche periodiche. La Arbouw Foundation ha stipulato un contratto con la Federation of Occupational Health and Safety Care Centers per la fornitura di questi servizi. Nel corso degli anni è stato accumulato un patrimonio di informazioni preziose che ha contribuito a migliorare la qualità degli inventari e delle valutazioni dei rischi.

Politica sull'assenteismo

L'Health and Safety Act richiede inoltre ai datori di lavoro di avere una politica di assenteismo che includa la clausola che gli esperti in questo campo siano tenuti a monitorare e consigliare i dipendenti disabili.

Responsabilità solidale

Molti rischi per la salute e la sicurezza sono riconducibili a inadeguatezze nelle scelte edilizie e organizzative oa una cattiva pianificazione dei lavori in fase di impostazione di un progetto. Per ovviare a ciò, i datori di lavoro, i dipendenti e il governo hanno concordato nel 1989 un patto sulle condizioni di lavoro. Tra le altre cose, specificava la cooperazione tra committenti e appaltatori e tra appaltatori e subappaltatori. Ne è scaturito un codice di condotta che funge da modello per l'attuazione della direttiva europea sui cantieri temporanei e mobili.

Come parte del patto, Arbouw ha formulato limiti per l'esposizione a sostanze e materiali pericolosi, insieme a linee guida per l'applicazione in varie operazioni di costruzione.

Sotto la guida di Arbouw, il FNV Building Workers and Wood Workers Union, il FNV Industry Union e la Mineral Wool Association, Benelux, hanno concordato un contratto che prevedeva lo sviluppo di prodotti in lana di vetro e lana minerale con minori emissioni di polvere, sviluppo di i metodi di produzione più sicuri possibili per la lana di vetro e la lana minerale, la formulazione e la promozione di metodi di lavoro per l'uso più sicuro di questi prodotti e l'esecuzione delle ricerche necessarie per stabilire limiti di esposizione sicuri agli stessi. Il limite di esposizione per le fibre respirabili è stato fissato a 2/cm3 sebbene un limite di 1/cm3 era considerato fattibile. Hanno inoltre concordato di eliminare l'uso di materie prime e secondarie che rappresentano rischi per la salute, utilizzando come criteri i limiti di esposizione formulati da Arbouw. L'esecuzione del presente accordo sarà monitorata fino alla sua scadenza, il 1° gennaio 1999.

Qualità del processo di costruzione

L'attuazione della direttiva CE non è isolata, ma è parte integrante delle politiche aziendali in materia di salute e sicurezza, insieme alle politiche per la qualità e l'ambiente. La politica della salute e della sicurezza è una parte fondamentale della politica della qualità delle aziende. Le leggi ei regolamenti saranno applicabili solo se i datori di lavoro ei dipendenti del settore delle costruzioni hanno svolto un ruolo nel loro sviluppo. Il governo ha dettato lo sviluppo di un modello di piano per la salute e la sicurezza che sia praticabile e possa essere applicato per prevenire la concorrenza sleale da parte delle aziende che lo ignorano o lo sovvertono.

 

Di ritorno

Diversità di progetti e attività lavorative

Molte persone al di fuori del settore delle costruzioni non sono consapevoli della diversità e del grado di specializzazione del lavoro svolto dall'industria, sebbene ne vedano porzioni ogni giorno. Oltre ai rallentamenti del traffico causati dall'invasione delle strade e dagli scavi stradali, il pubblico è frequentemente esposto alla costruzione di edifici, alla costruzione di lottizzazioni e, occasionalmente, alla demolizione di strutture. Ciò che è nascosto alla vista, nella maggior parte dei casi, è la grande quantità di lavoro specializzato svolto come parte di un "nuovo" progetto di costruzione o come parte della manutenzione di riparazione in corso associata a quasi tutto ciò che è stato costruito in passato.

L'elenco delle attività è molto vario e va dai lavori elettrici, idraulici, di riscaldamento e ventilazione, pittura, copertura e pavimentazione a lavori molto specializzati come l'installazione o la riparazione di porte basculanti, l'impostazione di macchinari pesanti, l'applicazione di sistemi antincendio, lavori di refrigerazione e l'installazione o il collaudo di comunicazioni sistemi.

Il valore della costruzione può essere parzialmente misurato dal valore delle concessioni edilizie. La tabella 1 mostra il valore delle costruzioni in Canada nel 1993.

Tabella 1. Valore dei progetti di costruzione in Canada, 1993 (basato sul valore dei permessi di costruzione rilasciati nel 1993).

Tipo di progetto

Valore ($ Cdn)

% del totale

Edifici residenziali (case, appartamenti)

38,432,467,000

40.7

Edifici industriali (fabbriche, impianti minerari)

2,594,152,000

2.8

Edifici commerciali (uffici, magazzini, negozi ecc.)

11,146,469,000

11.8

Edifici istituzionali (scuole, ospedali)

6,205,352,000

6.6

Altri edifici (aeroporti, stazioni degli autobus, fabbricati agricoli, ecc.)

2,936,757,000

3.1

Strutture marittime (pontili, dragaggi)

575,865,000

0.6

Strade e autostrade

6,799,688,000

7.2

Impianti idrici e fognari

3,025,810,000

3.2

Dighe e irrigazione

333,736,000

0.3

Energia elettrica (termica/nucleare/idroelettrica)

7,644,985,000

8.1

Ferrovia, telefono e telegrafo

3,069,782,000

3.2

Gas e petrolio (raffinerie, oleodotti)

8,080,664,000

8.6

Altre costruzioni di ingegneria (ponti, tunnel, ecc.)

3,565,534,000

3.8

Totale

94,411,261,000

100

Fonte: Statistiche Canada 1993.

Gli aspetti di salute e sicurezza del lavoro dipendono in larga misura dalla natura del progetto. Ogni tipo di progetto e ogni attività lavorativa presenta pericoli e soluzioni differenti. Spesso, la gravità, la portata o la dimensione del problema è correlata anche alla dimensione del progetto.

Rapporti cliente-appaltatore

I committenti sono le persone fisiche, le società di persone, le società o gli enti pubblici per conto dei quali viene eseguita la costruzione. La stragrande maggioranza della costruzione viene eseguita in base ad accordi contrattuali tra clienti e appaltatori. Un cliente può selezionare un appaltatore in base alle prestazioni passate o tramite un agente come un architetto o un ingegnere. In altri casi, può decidere di proporre il progetto tramite pubblicità e gare d'appalto. I metodi utilizzati e l'atteggiamento del cliente nei confronti della salute e della sicurezza possono avere un profondo effetto sulle prestazioni di salute e sicurezza del progetto.

Ad esempio, se un cliente sceglie di "prequalificare" gli appaltatori per garantire che soddisfino determinati criteri, questo processo esclude gli appaltatori inesperti, quelli che potrebbero non aver avuto prestazioni soddisfacenti e quelli senza personale qualificato richiesto per il progetto. Sebbene le prestazioni in materia di salute e sicurezza non siano state in precedenza una delle qualifiche comuni ricercate o considerate dai clienti, sta guadagnando terreno, principalmente con i grandi clienti industriali e con le agenzie governative che acquistano servizi di costruzione.

Alcuni clienti promuovono la sicurezza molto più di altri. In alcuni casi, ciò è dovuto al rischio di danni alle loro strutture esistenti quando gli appaltatori vengono coinvolti per eseguire la manutenzione o per espandere le strutture del cliente. Le aziende petrolchimiche in particolare chiariscono che le prestazioni di sicurezza dell'appaltatore sono una condizione chiave del contratto.

Al contrario, quelle aziende che scelgono di offrire il proprio progetto attraverso una procedura di offerta aperta non qualificata per ottenere il prezzo più basso spesso si ritrovano con appaltatori che potrebbero non essere qualificati per eseguire il lavoro o che adottano scorciatoie per risparmiare tempo e materiali. Ciò può avere un effetto negativo sulle prestazioni di salute e sicurezza.

Rapporti appaltatore-appaltatore

Molte persone che non hanno familiarità con la natura degli accordi contrattuali comuni nell'edilizia presumono che un appaltatore esegua tutta o almeno la maggior parte della maggior parte della costruzione di edifici. Ad esempio, se si sta costruendo una nuova torre per uffici, un complesso sportivo o un altro progetto ad alta visibilità, l'appaltatore generale di solito erige cartelli e spesso bandiere aziendali per indicare la sua presenza e per creare l'impressione che questo sia il "suo progetto". Anni fa, questa impressione potrebbe essere stata relativamente corretta, dal momento che alcuni appaltatori generali si sono effettivamente impegnati a eseguire parti sostanziali del progetto con le proprie forze di noleggio diretto. Tuttavia, a partire dalla metà degli anni '1970, molti, se non la maggior parte, degli appaltatori generali hanno assunto più un ruolo di project management su grandi progetti, con la stragrande maggioranza del lavoro appaltato a una rete di subappaltatori, ciascuno dei quali ha competenze speciali in un particolare aspetto del progetto. (Vedi tabella 2)


Tabella 2. Appaltatori/subappaltatori su tipici progetti industriali/commerciali/istituzionali

Project manager/appaltatore generale
Appaltatore di scavo
Appaltatore di casseforme
Appaltatore di armature in acciaio
Appaltatore di strutture in acciaio
Appaltatore elettrico
Imprenditore idraulico
Appaltatore di cartongesso
Appaltatore di pittura
Appaltatore di vetri
Appaltatore di muratura
Finisci l'appaltatore di lavori di falegnameria / ebanisteria
Appaltatore di pavimenti
Appaltatore di riscaldamento/ventilazione/climatizzazione
Impresa di coperture
Imprenditore paesaggista


Di conseguenza, l'appaltatore generale potrebbe effettivamente avere meno personale in loco rispetto a uno qualsiasi dei numerosi subappaltatori del progetto. In alcuni casi l'appaltatore principale non ha forza lavoro direttamente coinvolta nelle attività di costruzione, ma gestisce il lavoro dei subappaltatori. Nella maggior parte dei grandi progetti nel settore industriale, commerciale e istituzionale (ICI), ci sono diversi strati di subappaltatori. In genere, il livello primario di subappaltatori ha contratti con l'appaltatore generale. Tuttavia, questi subappaltatori possono appaltare parte del loro lavoro ad altri subappaltatori più piccoli o più specializzati.

L'influenza che questa rete di appaltatori può avere sulla salute e sulla sicurezza diventa abbastanza evidente se confrontata con un cantiere fisso come una fabbrica o un mulino. In un tipico posto di lavoro fisso, c'è solo un'entità di gestione, il datore di lavoro. Il datore di lavoro ha la responsabilità esclusiva del posto di lavoro, le linee di comando e di comunicazione sono semplici e dirette e si applica una sola filosofia aziendale. In un progetto di costruzione possono esserci dieci o più enti datori di lavoro (che rappresentano l'appaltatore generale ei soliti subappaltatori) e le linee di comunicazione e autorità tendono ad essere più complesse, indirette e spesso confuse.

L'attenzione prestata alla salute e alla sicurezza dalla persona o dall'azienda incaricata può influenzare le prestazioni di salute e sicurezza degli altri. Se l'appaltatore generale ha attribuito un alto grado di importanza alla salute e alla sicurezza, ciò può avere un'influenza positiva sulle prestazioni in materia di salute e sicurezza dei subappaltatori del progetto. È vero anche il contrario.

Inoltre, le prestazioni complessive di salute e sicurezza del sito possono essere influenzate negativamente dalle prestazioni di un subappaltatore (ad es., se un subappaltatore ha una cattiva gestione delle pulizie, lasciando dietro di sé disordine mentre le sue forze si muovono attraverso il progetto, ciò può creare problemi per tutti gli altri subappaltatori in loco).

Gli sforzi normativi in ​​materia di salute e sicurezza sono generalmente più difficili da introdurre e amministrare in questi luoghi di lavoro con più datori di lavoro. Può essere difficile determinare quale datore di lavoro è responsabile di quali pericoli o soluzioni, e qualsiasi controllo amministrativo che sembra essere eminentemente fattibile in un posto di lavoro con un solo datore di lavoro potrebbe richiedere modifiche significative per essere fattibile su un progetto di costruzione con più datori di lavoro. Ad esempio, le informazioni relative ai materiali pericolosi utilizzati in un progetto di costruzione devono essere comunicate a coloro che lavorano con o vicino ai materiali e i lavoratori devono essere adeguatamente formati. In un posto di lavoro fisso con un solo datore di lavoro, tutto il materiale e le informazioni che lo accompagnano sono molto più facilmente ottenibili, controllati e comunicati, mentre su un progetto di costruzione, uno qualsiasi dei vari subappaltatori può portare materiali pericolosi di cui l'appaltatore generale non ha conoscenza. Inoltre, i lavoratori impiegati da un subappaltatore che utilizza un determinato materiale potrebbero essere stati addestrati, ma la squadra che lavora per un altro subappaltatore nella stessa area ma che fa qualcosa di completamente diverso potrebbe non sapere nulla del materiale e tuttavia potrebbe essere tanto a rischio quanto coloro che utilizzano il materiale direttamente.

Un altro fattore che emerge in merito ai rapporti appaltatore-appaltatore riguarda il processo di gara. Un subappaltatore che fa un'offerta troppo bassa può prendere scorciatoie che compromettono la salute e la sicurezza. In questi casi, l'appaltatore generale deve garantire che i subappaltatori rispettino gli standard, le specifiche e gli statuti relativi alla salute e alla sicurezza. Non è raro che nei progetti in cui tutti hanno fatto un'offerta molto bassa si osservino continui problemi di salute e sicurezza associati a un eccessivo passaggio di responsabilità, fino a quando le autorità di regolamentazione non intervengono per imporre una soluzione.

Un ulteriore problema riguarda la programmazione del lavoro e l'impatto che questo può avere sulla salute e sulla sicurezza. Con diversi subappaltatori sul sito contemporaneamente, gli interessi in competizione possono creare problemi. Ogni appaltatore vuole portare a termine il proprio lavoro il più rapidamente possibile. Quando due o più appaltatori vogliono occupare lo stesso spazio, o quando uno deve eseguire lavori in testa a un altro, possono verificarsi problemi. Questo è in genere un problema molto più comune nell'edilizia che nell'industria fissa, dove i principali interessi in competizione tendono a coinvolgere solo le operazioni rispetto alla manutenzione.

Rapporti datore di lavoro-dipendente

I diversi datori di lavoro di un particolare progetto possono avere rapporti in qualche modo diversi con i propri dipendenti rispetto a quelli comuni nella maggior parte dei luoghi di lavoro industriali fissi. Ad esempio, i lavoratori sindacalizzati in un impianto di produzione tendono ad appartenere a un sindacato. Quando il datore di lavoro ha bisogno di altri lavoratori, li intervista e li assume ei nuovi dipendenti si iscrivono al sindacato. Laddove vi siano ex lavoratori sindacalizzati in cassa integrazione, questi vengono generalmente riassunti in base all'anzianità.

Nella parte sindacalizzata dell'industria delle costruzioni, viene utilizzato un sistema completamente diverso. I datori di lavoro formano associazioni collettive che poi stipulano accordi con i sindacati dell'edilizia e delle costruzioni. La maggior parte dei dipendenti con assunzione diretta non stipendiati nel settore lavora attraverso il proprio sindacato. Quando, ad esempio, un appaltatore ha bisogno di altri cinque carpentieri per un progetto, chiamerà il sindacato locale dei carpentieri e presenterà una richiesta affinché cinque carpentieri si presentino al lavoro al progetto in un determinato giorno. Il sindacato informerebbe i cinque membri in cima alla lista di assunzione che devono riferire al progetto per lavorare per l'azienda specifica. A seconda delle disposizioni del contratto collettivo tra i datori di lavoro e il sindacato, l'appaltatore potrebbe essere in grado di "nominare assumere" o selezionare alcuni di questi lavoratori. Se non ci sono membri del sindacato disponibili per soddisfare la chiamata di lavoro, il datore di lavoro potrebbe essere in grado di assumere lavoratori temporanei che si unirebbero al sindacato, oppure il sindacato potrebbe coinvolgere lavoratori qualificati da altri locali per aiutare a soddisfare la domanda.

In situazioni non sindacalizzate, i datori di lavoro utilizzano processi diversi per ottenere personale aggiuntivo. Le liste di collocamento precedenti, i centri per l'impiego locali, il passaparola e la pubblicità sui giornali locali sono i principali metodi utilizzati.

Non è raro che i lavoratori siano assunti da diversi datori di lavoro nel corso di un anno. La durata dell'impiego varia in base alla natura del progetto e alla quantità di lavoro da svolgere. Ciò pone un grande onere amministrativo sugli appaltatori edili rispetto alle loro controparti del settore fisso (ad esempio, tenuta dei registri per imposte sul reddito, indennità dei lavoratori, assicurazione contro la disoccupazione, quote sindacali, pensioni, licenze e altre questioni normative o contrattuali).

Questa situazione presenta alcune sfide uniche rispetto al tipico posto di lavoro del settore fisso. La formazione e le qualifiche non devono solo essere standardizzate, ma trasferibili da un lavoro o da un settore all'altro. Queste importanti questioni riguardano il settore delle costruzioni in modo molto più profondo rispetto alle industrie fisse. I datori di lavoro edili si aspettano che i lavoratori vengano al progetto con determinate abilità e capacità. Nella maggior parte dei mestieri, ciò si ottiene con un programma di apprendistato completo. Se un appaltatore chiama cinque falegnami, si aspetta di vedere cinque falegnami qualificati al progetto il giorno in cui sono necessari. Se le normative in materia di salute e sicurezza richiedono una formazione speciale, il datore di lavoro deve poter accedere a un pool di lavoratori con questa formazione, poiché la formazione potrebbe non essere prontamente disponibile al momento dell'inizio del lavoro. Un esempio di ciò è il Certified Worker Program richiesto per progetti di costruzione più grandi in Ontario, Canada, che prevede la presenza di comitati congiunti per la salute e la sicurezza. Poiché questa formazione non fa attualmente parte del programma di apprendistato, è stato necessario mettere in atto sistemi di formazione alternativi per creare un pool di lavoratori qualificati.

Con la crescente enfasi sulla formazione specializzata o almeno sulla conferma del livello di competenza, i programmi di formazione condotti in collaborazione con i sindacati dell'edilizia e delle costruzioni probabilmente cresceranno in importanza, numero e varietà.

Rapporti intersindacali

La struttura del lavoro organizzato rispecchia il modo in cui gli appaltatori si sono specializzati all'interno del settore. In un tipico progetto di costruzione, cinque o più mestieri possono essere rappresentati in loco contemporaneamente. Ciò comporta molti degli stessi problemi posti da più datori di lavoro. Non solo ci sono interessi in competizione da affrontare, ma le linee di autorità e comunicazione sono più complesse e talvolta sfocate rispetto a un posto di lavoro con un unico datore di lavoro e un unico sindacato. Ciò influenza molti aspetti della salute e della sicurezza. Ad esempio, quale lavoratore di quale sindacato rappresenterà tutti i lavoratori del progetto se esiste un requisito normativo per un rappresentante per la salute e la sicurezza? Chi viene addestrato in cosa e da chi?

Nel caso della riabilitazione e reintegrazione dei lavoratori infortunati, le opzioni per i lavoratori edili qualificati sono molto più limitate rispetto a quelle dei loro omologhi del settore fisso. Ad esempio, un lavoratore infortunato in una fabbrica può essere in grado di tornare a qualche altro lavoro in quel posto di lavoro senza attraversare importanti confini giurisdizionali tra un sindacato e l'altro, perché in fabbrica c'è tipicamente un solo sindacato. Nell'edilizia, ogni mestiere ha una giurisdizione abbastanza chiaramente definita sui tipi di lavoro che i suoi membri possono svolgere. Ciò limita notevolmente le opzioni per i lavoratori infortunati che potrebbero non essere in grado di svolgere le normali funzioni lavorative pre-infortunio, ma potrebbero comunque svolgere altri lavori correlati in quel posto di lavoro.

Occasionalmente, sorgono controversie giurisdizionali su quale sindacato debba svolgere determinati tipi di lavoro che hanno implicazioni per la salute e la sicurezza. Gli esempi includono la costruzione di impalcature, il funzionamento di camion con braccio, la rimozione e il sartiame dell'amianto. I regolamenti in queste aree devono considerare le preoccupazioni giurisdizionali, in particolare per quanto riguarda le licenze e la formazione.

La natura dinamica della costruzione

I luoghi di lavoro nell'edilizia sono per molti aspetti molto diversi dall'industria fissa. Non solo sono diversi, ma tendono a cambiare costantemente. A differenza di una fabbrica che opera in un determinato luogo giorno dopo giorno, con le stesse attrezzature, gli stessi lavoratori, gli stessi processi e generalmente le stesse condizioni, i progetti di costruzione si evolvono e cambiano di giorno in giorno. Vengono eretti muri, arrivano nuovi lavoratori di diversi mestieri, cambiano i materiali, cambiano i datori di lavoro man mano che completano le loro parti di lavoro e la maggior parte dei progetti è influenzata in una certa misura solo dai cambiamenti del tempo.

Quando un progetto è completato, lavoratori e datori di lavoro passano ad altri progetti per ricominciare tutto da capo. Ciò indica la natura dinamica del settore. Alcuni datori di lavoro lavorano in diverse città, province, stati o addirittura paesi. Allo stesso modo, molti lavoratori edili qualificati si spostano con il lavoro. Questi fattori influenzano molti aspetti della salute e della sicurezza, tra cui la retribuzione dei lavoratori, le normative in materia di salute e sicurezza, la misurazione delle prestazioni e la formazione.

In breve

Il settore delle costruzioni si presenta con alcune condizioni molto diverse da quelle del settore fisso. Queste condizioni devono essere considerate quando si contemplano strategie di controllo e possono aiutare a spiegare perché le cose vengono fatte in modo diverso nel settore delle costruzioni. Le soluzioni sviluppate con il contributo sia del lavoro di costruzione che della direzione della costruzione, che conoscono queste condizioni e sanno come affrontarle in modo efficace, offrono le migliori possibilità per migliorare le prestazioni di salute e sicurezza.

 

Di ritorno

Migliorare la salute e la sicurezza sul lavoro

Le imprese di costruzione stanno adottando sempre più il sistemi di gestione della qualità enunciati dall'Organizzazione internazionale per la standardizzazione (ISO), come la serie ISO 9000 e le successive normative che si sono basate su di essa. Sebbene in questo insieme di standard non siano specificate raccomandazioni sulla salute e sicurezza sul lavoro, vi sono valide ragioni per includere misure preventive quando si implementa un sistema di gestione come quello richiesto dalla ISO 9000.

Le norme in materia di salute e sicurezza sul lavoro sono scritte e attuate e vengono continuamente adattate al progresso tecnologico, alle nuove tecniche di sicurezza e ai progressi della medicina del lavoro. Troppo spesso, tuttavia, non vengono seguiti, deliberatamente o per ignoranza. Quando ciò accade, i modelli per la gestione della sicurezza, come la serie ISO 9000, aiutano a integrare la struttura e il contenuto delle misure preventive nella gestione. I vantaggi di un approccio così completo sono evidenti.

Gestione integrata significa che le normative sulla salute e sicurezza sul lavoro non sono più considerate isolatamente, ma acquisiscono rilevanza dalle sezioni corrispondenti di un manuale di gestione della qualità, nonché nelle istruzioni di processo e di lavoro, creando così un sistema completamente integrato. Questo approccio integrale può migliorare le possibilità di una maggiore attenzione alle misure di prevenzione degli infortuni nella pratica edilizia quotidiana e, quindi, ridurre il numero di incidenti e infortuni sul lavoro. La diffusione di un manuale che integri le procedure di salute e sicurezza sul lavoro nei processi che descrive è fondamentale per questo processo.

Nuove modalità di gestione mirano a mettere le persone al centro dei processi. I colleghi vengono coinvolti più attivamente. L'informazione, la comunicazione e la cooperazione sono promosse al di là delle barriere gerarchiche. La riduzione delle assenze per malattia o infortuni sul lavoro migliora l'attuazione dei principi della gestione della qualità nelle costruzioni.

Con lo sviluppo di nuovi metodi di costruzione e attrezzature, i requisiti di sicurezza aumentano costantemente di numero. La crescente preoccupazione per la tutela dell'ambiente rende il problema ancora più complesso. Affrontare le esigenze della prevenzione moderna è difficile senza normative adeguate e un'articolazione centralizzata del processo e delle istruzioni di lavoro. Una chiara divisione delle responsabilità e un coordinamento efficace per il piano di prevenzione dovrebbero pertanto essere inseriti nel sistema di gestione della qualità.

Migliorare la competitività

La documentazione dell'esistenza di un sistema di gestione della sicurezza sul lavoro è sempre più richiesta quando gli appaltatori presentano offerte di lavoro e la sua efficacia è diventata uno dei criteri per l'aggiudicazione di un appalto.

La pressione della concorrenza internazionale potrebbe diventare ancora maggiore in futuro. Sembra prudente, quindi, integrare le misure preventive nel sistema di gestione della qualità ora, piuttosto che aspettare ed essere costretti dalla crescente pressione competitiva a farlo in seguito, quando la pressione del tempo e i costi del personale e del finanziamento saranno molto maggiori. Inoltre, un vantaggio non trascurabile di un sistema integrato di prevenzione/gestione della qualità è che disporre di un programma così ben documentato può ridurre i costi di copertura, non solo per la compensazione dei lavoratori, ma anche per la responsabilità del prodotto.

Gestione aziendale

La direzione aziendale deve impegnarsi per l'integrazione della salute e sicurezza sul lavoro nel sistema di gestione. Gli obiettivi che specificano il contenuto e la tempistica di questo sforzo dovrebbero essere definiti e inclusi nella dichiarazione di base della politica aziendale. Le risorse necessarie dovrebbero essere messe a disposizione e il personale appropriato dovrebbe essere assegnato per raggiungere gli obiettivi del progetto. Il personale addetto alla sicurezza è generalmente richiesto nelle grandi e medie imprese edili. Nelle aziende più piccole, il datore di lavoro deve assumersi la responsabilità degli aspetti preventivi del sistema di gestione della qualità.

Un periodico riesame della direzione aziendale chiude il cerchio. Le esperienze collettive nell'utilizzo del sistema integrato di prevenzione/gestione della qualità dovrebbero essere esaminate e valutate, e i piani per la revisione e per il successivo riesame dovrebbero essere formulati dalla direzione aziendale.

Valutazione dei risultati

La valutazione dei risultati del sistema di gestione della sicurezza sul lavoro che è stato istituito è il secondo passo nell'integrazione delle misure preventive e della gestione della qualità.

Le date, i tipi, la frequenza, le cause ei costi degli infortuni devono essere compilati, analizzati e condivisi con tutti i responsabili dell'azienda. Tale analisi consente all'azienda di stabilire le priorità nella formulazione o modifica delle istruzioni di processo e di lavoro. Inoltre chiarisce fino a che punto l'esperienza in materia di salute e sicurezza sul lavoro influisce su tutte le divisioni e tutti i processi dell'impresa edile. Per questo assume grande importanza la definizione dell'interfaccia tra i processi aziendali e gli aspetti preventivi. Durante la preparazione dell'offerta, è possibile calcolare con precisione le risorse in termini di tempo e denaro necessarie per misure preventive globali, come quelle sostenute per rimuovere i detriti.

Quando si acquistano materiali da costruzione, è necessario prestare attenzione alla disponibilità di sostituti per materiali potenzialmente pericolosi. Dall'inizio di un progetto, la responsabilità per la salute e la sicurezza sul lavoro dovrebbe essere assegnata per aspetti particolari e per ogni fase del progetto di costruzione. La necessità e la disponibilità di una formazione specifica in materia di salute e sicurezza sul lavoro, nonché i relativi rischi di lesioni e malattie dovrebbero essere considerazioni convincenti nell'adozione di particolari processi di costruzione. Tali condizioni devono essere riconosciute tempestivamente in modo da poter selezionare lavoratori adeguatamente qualificati e organizzare tempestivamente i corsi di formazione.

Le responsabilità e le autorità del personale addetto alla sicurezza e il modo in cui si inseriscono nel lavoro quotidiano devono essere documentate per iscritto e confrontate con le descrizioni delle attività in loco. Il personale addetto alla sicurezza sul lavoro dell'impresa edile dovrebbe figurare nel suo organigramma, che, insieme a una chiara matrice di responsabilità e diagrammi di flusso schematici dei processi, dovrebbe apparire nel manuale di gestione della qualità.

Un esempio dalla Germania

In pratica, ci sono quattro procedure formali e le loro combinazioni per integrare la salute e la sicurezza sul lavoro in un sistema di gestione della qualità che sono state implementate in Germania:

  1. Vengono elaborati un manuale sulla gestione della qualità e un manuale separato sulla gestione della sicurezza sul lavoro. Ognuno ha le proprie procedure e istruzioni di lavoro. In casi estremi, ciò crea soluzioni organizzative inefficaci e insulari, che richiedono il doppio della quantità di lavoro e in pratica non ottengono i risultati desiderati.
  2. Una sezione aggiuntiva è inserita nel manuale di gestione della qualità con il titolo "Salute e sicurezza sul lavoro". Tutte le dichiarazioni sulla salute e sicurezza sul lavoro sono organizzate in questa sezione. Questo percorso è scelto da alcune imprese di costruzioni. Posizionare un problema di salute e sicurezza in una sezione separata può ben evidenziare l'importanza della prevenzione, ma comporta il rischio di essere ignorato come una "ralla" e serve più come prova di intenti piuttosto che come comando per un'azione appropriata.
  3. Tutti gli aspetti della salute e sicurezza sul lavoro sono inseriti direttamente nel sistema di gestione della qualità. Questa è l'implementazione più sistematica dell'idea di base dell'integrazione. La strutturazione integrata e flessibile dei modelli di presentazione della norma tedesca DIN EN ISO 9001-9003 consente tale inclusione.
  4. L'Organizzazione del commercio di costruzioni sotterranee (Berufs-genossenschaft) favorisce un'integrazione modulare. Questo concetto è spiegato di seguito.

 

Integrazione nella gestione della qualità

Una volta completata la valutazione, al più tardi, i responsabili del progetto di costruzione dovrebbero contattare i responsabili della gestione della qualità e decidere le fasi per integrare effettivamente la sicurezza sul lavoro nel sistema di gestione. Un lavoro preparatorio completo dovrebbe facilitare la definizione di priorità comuni durante il lavoro che promettono i maggiori risultati preventivi.

Le esigenze di prevenzione che emergono dalla valutazione vengono innanzitutto suddivise in quelle che possono essere classificate in base ai processi specifici dell'azienda e quelle che devono essere considerate separatamente in quanto più diffuse, più complete o di carattere così speciale da esigono considerazioni separate. La seguente domanda può essere di aiuto in questa categorizzazione: Dove cercherebbe con maggiore probabilità il lettore interessato del manuale (ad esempio, il "cliente" o il lavoratore) la relativa politica di prevenzione, la sezione di un capitolo dedicata a un processo specifico per dell'azienda o in una sezione speciale sulla salute e sicurezza sul lavoro? Pertanto, a quanto pare, un'istruzione procedurale specializzata sul trasporto di materiali pericolosi avrebbe più senso in quasi tutte le società di costruzioni se fosse inclusa nella sezione sulla movimentazione, lo stoccaggio, l'imballaggio, la conservazione e la spedizione.

Coordinamento e attuazione

Dopo questa categorizzazione formale dovrebbe venire il coordinamento linguistico per garantire una facile leggibilità (ciò significa presentazione nella/e lingua/e appropriata/e e in termini facilmente comprensibili da individui con livelli di istruzione caratteristici della particolare forza lavoro). Infine, i documenti finali devono essere formalmente vidimati dai vertici aziendali. A questo punto, sarebbe utile pubblicizzare il significato delle procedure e delle istruzioni di lavoro modificate o di nuova attuazione nei bollettini aziendali, negli ambienti di sicurezza, nelle note e su ogni altro supporto disponibile e promuoverne l'applicazione.

Revisioni generali

Per valutare l'efficacia delle istruzioni, possono essere preparate domande appropriate da includere negli audit generali. In questo modo, la coerenza dei processi lavorativi e delle considerazioni sulla salute e sicurezza sul lavoro è resa inequivocabilmente chiara al lavoratore. L'esperienza ha dimostrato che i lavoratori possono inizialmente essere sorpresi quando un gruppo di audit sul cantiere nella loro particolare divisione pone regolarmente domande sulla prevenzione degli infortuni come una cosa ovvia. Il conseguente aumento dell'attenzione alla sicurezza e salute da parte dei lavoratori conferma il valore dell'integrazione della prevenzione nel programma di gestione della qualità.

 

Di ritorno

Mercoledì, marzo 09 2011 20: 47

Settori principali

Il termine industria di costruzioni è utilizzato in tutto il mondo per coprire quello che è un insieme di industrie con pratiche molto diverse, riunite temporaneamente sul sito di un lavoro di costruzione o di ingegneria civile. La scala delle operazioni va da un singolo lavoratore che svolge un lavoro della durata di pochi minuti (ad esempio, sostituire una tegola con un'attrezzatura composta da un martello e chiodi ed eventualmente una scala) a vasti progetti edilizi e di ingegneria civile della durata di molti anni che coinvolgono centinaia di diversi appaltatori, ciascuno con le proprie competenze, impianti e attrezzature. Tuttavia, nonostante l'enorme variazione di scala e complessità delle operazioni, i principali settori dell'industria delle costruzioni hanno molto in comune. C'è sempre un cliente (noto a volte come proprietario) e un appaltatore; ad eccezione dei lavori più piccoli, ci sarà un progettista, architetto o ingegnere, e se il progetto coinvolge una serie di competenze, richiederà inevitabilmente ulteriori appaltatori che lavorano come subappaltatori all'appaltatore principale (vedi anche l'articolo "Fattori organizzativi pregiudicare la salute e la sicurezza” in questo capitolo). Mentre gli edifici domestici o agricoli su piccola scala possono essere costruiti sulla base di un accordo informale tra il cliente e il costruttore, la stragrande maggioranza dei lavori edili e di ingegneria civile sarà eseguita secondo i termini di un contratto formale tra il cliente e l'appaltatore. Questo contratto stabilirà i dettagli della struttura o altro lavoro che l'appaltatore deve fornire, la data entro la quale deve essere costruita e il prezzo. I contratti possono contenere molto oltre al lavoro, al tempo e al prezzo, ma questi sono gli elementi essenziali.

Le due grandi categorie di progetti di costruzione sono edificio più Ingegneria civile. L'edilizia si applica a progetti che coinvolgono case, uffici, negozi, fabbriche, scuole, ospedali, stazioni elettriche e ferroviarie, chiese e così via, tutti quei tipi di strutture che nel linguaggio quotidiano descriviamo come "edifici". ingegneria civile si applica a tutte le altre strutture costruite nel nostro ambiente, comprese strade, tunnel, ponti, ferrovie, dighe, canali e banchine. Ci sono strutture che sembrano rientrare in entrambe le categorie; un aeroporto coinvolge vasti edifici e ingegneria civile nella creazione dell'aerodromo vero e proprio; una darsena può comportare edifici di magazzino nonché lo scavo della darsena e l'innalzamento delle pareti della darsena.

Qualunque sia il tipo di struttura, l'edificio e l'ingegneria civile comportano entrambi determinati processi come la costruzione o l'erezione della struttura, la sua messa in servizio, manutenzione, riparazione, alterazione e infine la sua demolizione. Questo ciclo di processi si verifica indipendentemente dal tipo di struttura.

Piccoli imprenditori e liberi professionisti

Mentre ci sono variazioni da paese a paese, l'edilizia è tipicamente un settore di piccoli datori di lavoro. Ben il 70-80% degli appaltatori impiega meno di 20 lavoratori. Questo perché molti appaltatori iniziano come singoli commercianti che lavorano da soli su lavori su piccola scala, probabilmente domestici. Man mano che la loro attività si espande, tali commercianti iniziano ad assumere essi stessi alcuni lavoratori. Il carico di lavoro nell'edilizia è raramente costante o prevedibile, poiché alcuni lavori finiscono e altri iniziano in momenti diversi. Nell'industria è necessario essere in grado di spostare gruppi di lavoratori con particolari competenze da un lavoro all'altro in base alle esigenze del lavoro. I piccoli appaltatori svolgono questo ruolo.

Accanto ai piccoli imprenditori c'è una popolazione di lavoratori autonomi. Come l'agricoltura, l'edilizia ha una percentuale molto elevata di lavoratori autonomi. Anche questi di solito sono commercianti, come falegnami, imbianchini, elettricisti, idraulici e muratori. Sono in grado di trovare un posto nel lavoro domestico su piccola scala o come parte della forza lavoro in lavori più grandi. Nel periodo del boom edilizio della fine degli anni '1980, c'è stato un aumento dei lavoratori che affermavano di essere lavoratori autonomi. Ciò è stato in parte dovuto agli incentivi fiscali per i soggetti interessati e all'utilizzo da parte degli appaltatori dei cosiddetti lavoratori autonomi, più economici dei dipendenti. Gli appaltatori non dovevano far fronte allo stesso livello di costi previdenziali, non erano tenuti a formare i lavoratori autonomi e potevano liberarsene più facilmente alla fine del lavoro.

La presenza nell'edilizia di tanti piccoli imprenditori e liberi professionisti tende a minare un'efficace gestione della salute e della sicurezza per il lavoro nel suo complesso e, con una forza lavoro così transitoria, rende sicuramente più difficile fornire una corretta formazione sulla sicurezza. L'analisi degli incidenti mortali nel Regno Unito su un periodo di 3 anni ha mostrato che circa la metà degli incidenti mortali è avvenuta a lavoratori che erano stati sul posto per una settimana o meno. I primi giorni in qualsiasi cantiere sono particolarmente pericolosi per i lavoratori edili perché, per quanto possano essere esperti come artigiani, ogni cantiere è un'esperienza unica.

Settore pubblico e privato

Gli appaltatori possono far parte del settore pubblico (ad esempio, il dipartimento dei lavori di un consiglio comunale o distrettuale) o del settore privato. Una notevole quantità di manutenzione veniva eseguita da tali dipartimenti dei lavori pubblici, in particolare su abitazioni, scuole e strade. Recentemente c'è stata una mossa per incoraggiare una maggiore concorrenza in tale lavoro, in parte a seguito di pressioni per un miglior rapporto qualità-prezzo. Ciò ha comportato in primo luogo la riduzione delle dimensioni degli assessorati ai lavori pubblici, fino alla loro totale scomparsa in alcune località, e l'introduzione della gara obbligatoria. I lavori precedentemente svolti dai dipartimenti dei lavori pubblici sono ora svolti da appaltatori del settore privato in condizioni severe di "vincita dell'appalto più basso". Nella loro necessità di tagliare i costi, gli appaltatori possono essere tentati di ridurre quelle che sono viste come spese generali come la sicurezza e la formazione.

La distinzione tra settore pubblico e privato può valere anche per i clienti. Il governo centrale e locale (insieme ai trasporti e ai servizi pubblici se sotto il controllo del governo centrale o locale) possono essere tutti clienti per la costruzione. In quanto tali, generalmente si pensa che appartengano al settore pubblico. I trasporti e i servizi pubblici gestiti dalle società sarebbero generalmente considerati nel settore privato. Il fatto che un cliente sia nel settore pubblico a volte influenza l'atteggiamento nei confronti dell'inclusione di alcuni elementi di sicurezza o formazione nel costo dei lavori di costruzione. Recentemente i clienti del settore pubblico e privato sono stati sottoposti a vincoli simili per quanto riguarda le gare d'appalto.

Lavora oltre i confini nazionali

Un aspetto degli appalti pubblici di crescente importanza è la necessità di indire gare oltre i confini nazionali. Nell'Unione Europea, ad esempio, gli appalti su larga scala oltre un valore stabilito nelle Direttive, devono essere pubblicizzati all'interno dell'Unione in modo che gli appaltatori di tutti i paesi membri possano presentare offerte. L'effetto di ciò è quello di incoraggiare gli appaltatori a lavorare oltre i confini nazionali. Sono quindi tenuti a lavorare in conformità con le leggi nazionali locali in materia di salute e sicurezza. Uno degli obiettivi dell'Unione Europea è quello di armonizzare gli standard tra gli stati membri nelle leggi sulla salute e sicurezza e la loro applicazione. I grandi appaltatori che lavorano in parti del mondo soggette a regimi simili devono quindi avere familiarità con gli standard di salute e sicurezza nei paesi in cui svolgono il lavoro.

Designers

Negli edifici, il progettista è di solito un architetto, anche se su abitazioni domestiche su piccola scala, gli appaltatori a volte forniscono la competenza progettuale necessaria. Se l'edificio è grande o complesso, possono esserci architetti che si occupano della progettazione dello schema complessivo, nonché ingegneri strutturali interessati alla progettazione, ad esempio, del telaio e ingegneri specializzati coinvolti nella progettazione dei servizi. L'architetto dell'edificio assicurerà che sia previsto spazio sufficiente nei punti giusti della struttura per consentire l'installazione di impianti e servizi. I progettisti specializzati si preoccuperanno di garantire che l'impianto ei servizi siano progettati per funzionare secondo lo standard richiesto quando installati nella struttura nei luoghi previsti dall'architetto.

Nell'ingegneria civile, è più probabile che la leadership nella progettazione venga assunta da un ingegnere civile o strutturale, anche se in lavori di alto profilo in cui l'impatto visivo può essere un fattore importante, un architetto può avere un ruolo importante nel team di progettazione. Nel tunneling, nelle ferrovie e nelle autostrade, è probabile che la guida nella progettazione venga assunta da ingegneri strutturali o civili.

Il ruolo dello sviluppatore è cercare di migliorare l'utilizzo di terreni o edifici e trarre profitto da tale miglioramento. Alcuni sviluppatori vendono semplicemente il terreno o gli edifici migliorati e non hanno più interesse; altri possono mantenere la proprietà di terreni o addirittura di edifici e raccogliere un interesse continuo sotto forma di affitti maggiori rispetto a prima dei miglioramenti.

L'abilità del committente consiste nell'identificare i siti come terreni vuoti o edifici sottoutilizzati e obsoleti in cui l'applicazione delle capacità di costruzione migliorerà il loro valore. Lo sviluppatore può utilizzare le proprie finanze, ma forse più spesso esercita ulteriori capacità nell'identificare e riunire altre fonti di finanziamento. Gli sviluppatori non sono un fenomeno moderno; l'espansione delle città negli ultimi 200 anni deve molto agli sviluppatori. Gli sviluppatori possono essere essi stessi clienti per i lavori di costruzione, oppure possono semplicemente agire come agenti per altre parti che forniscono finanziamenti.

Tipi di contratto

Nel contratto tradizionale, il cliente fa in modo che un progettista prepari un progetto completo e le specifiche. Gli appaltatori vengono quindi invitati dal cliente a presentare un'offerta o un'offerta per l'esecuzione del lavoro in conformità con il progetto. Il ruolo dell'appaltatore è in gran parte limitato alla costruzione vera e propria. Il coinvolgimento dell'appaltatore in questioni di progettazione o specifica è quindi principalmente una questione di ricerca di modifiche che rendano più facile o più efficiente la costruzione, per migliorare la "costruibilità".

L'altra disposizione comune nella costruzione è la contratto di progettazione e costruzione. Il cliente richiede un edificio (forse un edificio per uffici o uno sviluppo commerciale) ma non ha idee precise su aspetti dettagliati del suo progetto diversi dalle dimensioni del sito, dal numero di persone da ospitare o dall'entità delle attività da svolgere al suo interno. Il cliente invita quindi le offerte dei progettisti o degli appaltatori a presentare proposte sia di progettazione che di costruzione. Gli appaltatori che lavorano nella progettazione e costruzione hanno una propria organizzazione di progettazione o hanno stretti legami con un progettista esterno che lavorerà per loro sul posto di lavoro. La progettazione e la costruzione possono comportare due fasi di progettazione: una fase iniziale in cui un progettista prepara uno schema di massima che viene poi messo in gara; e una seconda fase in cui l'appaltatore di progettazione e costruzione di successo eseguirà quindi un'ulteriore progettazione su aspetti dettagliati del lavoro.

Manutenzione ed emergenza i contratti coprono un'ampia varietà di accordi tra clienti e appaltatori e rappresentano una parte significativa del lavoro del settore edile. Generalmente funzionano per un periodo fisso, richiedono all'appaltatore di svolgere determinati tipi di lavoro o di lavorare su base "call-off" (ovvero, lavoro per il quale il cliente chiama l'appaltatore). I contratti urgenti sono ampiamente utilizzati dalle autorità pubbliche che hanno il compito di fornire un servizio pubblico che non dovrebbe essere interrotto; le agenzie governative, i servizi pubblici ei sistemi di trasporto ne fanno largo uso. Anche gli operatori delle fabbriche, in particolare quelle con processi continui come la petrolchimica, fanno ampio uso di contratti di emergenza per far fronte a problemi nelle loro strutture. Stipulato tale contratto, l'appaltatore si impegna a mettere a disposizione maestranze e impianti idonei all'esecuzione dei lavori, spesso con brevissimo preavviso (ad esempio, nel caso di appalti urgenti). Il vantaggio per il cliente è che non ha bisogno di mantenere dipendenti a libro paga o di avere impianti e attrezzature che possono essere utilizzati solo occasionalmente per far fronte a manutenzioni ed emergenze.

La tariffazione dei contratti di manutenzione e di emergenza può essere basata su una somma fissa annua, o sulla base del tempo impiegato per eseguire i lavori, o una combinazione.

Forse l'esempio più comune pubblicamente noto di tali appaltatori è la manutenzione delle strade e le riparazioni di emergenza alle condutture del gas o alle forniture elettriche che sono fallite o sono state danneggiate accidentalmente.

Qualunque sia la forma del contratto, si presentano le stesse possibilità per clienti e progettisti di influenzare la salute e la sicurezza degli appaltatori con decisioni prese nella fase iniziale del lavoro. La progettazione e la costruzione forse consentono un collegamento più stretto tra il progettista e l'appaltatore in materia di salute e sicurezza.

Prezzo

Il prezzo è sempre un elemento in un contratto. Potrebbe trattarsi semplicemente di una singola somma per il costo del lavoro, come costruire una casa. Anche con un'unica somma forfettaria, il cliente potrebbe dover pagare una parte del prezzo prima dell'inizio del lavoro, per consentire all'appaltatore di acquistare i materiali. Il prezzo può, tuttavia, essere basato sul costo maggiorato, in cui l'appaltatore deve recuperare i propri costi più un importo concordato o una percentuale di profitto. Questa disposizione tende a funzionare a svantaggio del cliente, poiché non vi è alcun incentivo per l'appaltatore a contenere i costi. Il prezzo può anche avere bonus e penali ad esso collegati, in modo che l'appaltatore riceverà più soldi se, ad esempio, il lavoro viene completato prima del tempo concordato. Qualunque forma assuma il prezzo per il lavoro, è normale che i pagamenti vengano effettuati in più fasi man mano che il lavoro avanza, o al completamento di alcune parti del lavoro entro date concordate o sulla base di un metodo concordato di misurazione del lavoro. Al termine della costruzione vera e propria, è comune che una parte concordata del prezzo venga trattenuta dai clienti fino a quando gli "intoppo" non siano stati corretti o la struttura sia stata commissionata.

Durante lo svolgimento del lavoro, l'appaltatore può incontrare problemi che non erano previsti quando il contratto è stato stipulato con il cliente. Questi potrebbero richiedere modifiche al design, al metodo di costruzione o ai materiali. Di solito tali modifiche creeranno costi aggiuntivi per l'appaltatore, che quindi cerca di recuperare dal cliente sulla base del fatto che questi elementi diventano "variazioni" concordate rispetto al contratto originale. A volte il recupero del costo delle variazioni può fare la differenza per l'appaltatore tra svolgere il lavoro con profitto o perdita.

Il prezzo dei contratti può incidere sulla salute e sulla sicurezza se nell'offerta dell'appaltatore vengono fornite disposizioni inadeguate per coprire i costi di fornitura di accesso sicuro, attrezzature di sollevamento e così via. Ciò diventa ancora più difficile quando, nel tentativo di assicurarsi di ottenere un buon rapporto qualità-prezzo dagli appaltatori, i clienti perseguono una vigorosa politica di gare d'appalto competitive. I governi e le autorità locali applicano politiche di gara d'appalto ai propri contratti, e in effetti potrebbero esistere leggi che richiedono che i contratti possano essere aggiudicati solo sulla base di gare d'appalto. In un clima del genere, c'è sempre il rischio che la salute e la sicurezza dei lavoratori edili ne risentano. Nel tagliare i costi, i clienti possono resistere a una riduzione dello standard dei materiali e dei metodi di costruzione, ma allo stesso tempo ignorare totalmente che accettando l'offerta più bassa, hanno accettato metodi di lavoro che hanno maggiori probabilità di mettere in pericolo i lavoratori edili. Anche in una situazione di gara d'appalto competitiva, gli appaltatori che presentano le offerte dovrebbero chiarire al cliente che la loro offerta copre adeguatamente i costi della salute e della sicurezza coinvolti nelle loro proposte.

Gli sviluppatori possono influenzare la salute e la sicurezza nelle costruzioni in modi simili ai clienti, in primo luogo utilizzando appaltatori competenti in materia di salute e sicurezza e architetti che tengono conto della salute e della sicurezza nei loro progetti, e in secondo luogo non accettando automaticamente le offerte più basse. Gli sviluppatori generalmente vogliono essere associati solo a sviluppi di successo e una misura del successo dovrebbe essere rappresentata da progetti in cui non ci sono grossi problemi di salute e sicurezza durante il processo di costruzione.

Standard di costruzione e pianificazione

Nel caso di edifici, siano essi residenziali, commerciali o industriali, i progetti sono soggetti a leggi urbanistiche che stabiliscono dove possono aver luogo determinati tipi di sviluppo (ad esempio, che una fabbrica non può essere costruita tra le case). Le leggi urbanistiche possono essere molto specifiche riguardo all'aspetto, ai materiali e alle dimensioni degli edifici. Tipicamente le aree identificate come zone industriali sono gli unici luoghi in cui possono essere eretti edifici industriali.

Spesso esistono anche regolamenti edilizi o standard simili che specificano in dettaglio preciso molti aspetti della progettazione e delle specifiche degli edifici, ad esempio lo spessore delle pareti e delle travi, la profondità delle fondamenta, le caratteristiche di isolamento, le dimensioni delle finestre e delle stanze, la disposizione degli impianti elettrici cablaggio e messa a terra, disposizione di impianti idraulici e tubazioni e molti altri problemi. Questi standard devono essere seguiti da clienti, progettisti, committenti e appaltatori. Limitano le loro scelte ma allo stesso tempo assicurano che gli edifici siano costruiti secondo uno standard accettabile. Le leggi urbanistiche ei regolamenti edilizi influenzano quindi la progettazione degli edifici e il loro costo.

Alloggiamento

I progetti per la costruzione di abitazioni possono consistere in un'unica casa o in vasti complessi di singole case o appartamenti. Il cliente può essere ogni singolo capofamiglia, che sarà quindi normalmente responsabile della manutenzione della propria casa. L'appaltatore rimarrà solitamente responsabile della correzione dei difetti di costruzione per un periodo di mesi dopo il completamento della costruzione. Tuttavia, se il progetto riguarda molte case, il committente può essere un ente pubblico, locale o nazionale, con la responsabilità di fornire alloggi. Ci sono anche grandi enti privati ​​come le cooperative edilizie per le quali possono essere costruite numerose case. Gli enti pubblici o privati ​​preposti alla fornitura di alloggi generalmente affittano le case finite agli occupanti, mantenendo un grado maggiore o minore di responsabilità anche per la manutenzione. I progetti di costruzione che coinvolgono condomini di solito hanno un cliente per il blocco nel suo insieme, che poi affitta singoli appartamenti con un contratto di leasing. In questa situazione il proprietario dell'edificio ha la responsabilità di eseguire la manutenzione, ma scarica il costo sugli inquilini. In alcuni paesi la proprietà dei singoli appartamenti in un condominio può spettare agli occupanti di ciascun appartamento. Deve esserci qualche accordo, a volte tramite un appaltatore di gestione immobiliare, in base al quale è possibile eseguire la manutenzione e aumentare i costi necessari tra gli occupanti.

Spesso le case sono costruite su base speculativa, da uno sviluppatore. I clienti o gli occupanti specifici di quelle case potrebbero non essere stati identificati all'inizio, ma entrare in scena dopo che la costruzione è iniziata e acquistare o affittare la proprietà come qualsiasi altro articolo. Le abitazioni sono solitamente dotate di impianti elettrici, idraulici, fognari e di riscaldamento; può essere prevista anche una fornitura di gas. A volte, nel tentativo di ridurre i costi, le case vengono finite solo parzialmente, lasciando all'acquirente il compito di installare alcuni accessori e di dipingere o decorare l'edificio.

Edifici Commerciali

Gli edifici commerciali includono uffici, fabbriche, scuole, ospedali, negozi: un elenco quasi infinito di diversi tipi di edifici. Nella maggior parte dei casi questi edifici sono costruiti per un particolare cliente. Tuttavia, uffici e negozi sono spesso costruiti su base speculativa come le abitazioni, con la speranza di attrarre acquirenti o inquilini. Alcuni clienti richiedono che un ufficio o un negozio sia totalmente allestito secondo le loro esigenze, ma molto spesso l'appalto riguarda la struttura ei servizi principali, con il cliente che provvede all'allestimento dei locali avvalendosi di imprese specializzate nell'allestimento di uffici e negozi.

Ospedali e scuole sono costruiti per clienti che hanno un'idea chiara di ciò che vogliono e spesso i clienti forniscono input di design al progetto. Gli impianti e le attrezzature negli ospedali possono costare più della struttura e comportare una grande quantità di progettazione che deve soddisfare rigorosi standard medici. Anche il governo nazionale o locale può svolgere un ruolo nella progettazione delle scuole stabilendo requisiti molto dettagliati sugli standard spaziali e sulle attrezzature come parte del suo ruolo più ampio nell'istruzione. I governi nazionali di solito hanno standard molto dettagliati su ciò che è accettabile negli edifici e negli impianti ospedalieri. L'allestimento di ospedali ed edifici di simile complessità è una forma di lavoro di costruzione generalmente eseguita da subappaltatori specializzati. Tali appaltatori non solo richiedono conoscenze in materia di salute e sicurezza nell'edilizia in generale, ma necessitano anche di competenze per garantire che le loro operazioni non influiscano negativamente sulle attività dell'ospedale stesso.

Costruzione industriale

L'edilizia o la costruzione industriale comporta l'uso delle tecniche di produzione di massa dell'industria manifatturiera per produrre parti di edifici. L'ultimo esempio è il mattone della casa, ma normalmente l'espressione viene applicata alla costruzione utilizzando parti o unità in calcestruzzo che vengono assemblate in loco. L'edilizia industriale si è espansa rapidamente dopo la seconda guerra mondiale per soddisfare la domanda di alloggi economici, e si trova più comunemente nei complessi residenziali di massa. In condizioni di fabbrica è possibile produrre in serie unità di fusione che sono costantemente accurate in un modo che sarebbe praticamente impossibile in condizioni normali del sito.

A volte le unità per l'edilizia industriale vengono prodotte fuori dal cantiere in fabbriche che possono rifornire una vasta area; a volte, dove lo sviluppo individuale è di per sé molto ampio, viene allestita una fabbrica in loco per servire quell'unico sito.

Le unità progettate per l'edilizia industriale devono essere strutturalmente sufficientemente robuste da resistere a movimenti, sollevamenti e abbassamenti; devono incorporare punti di ancoraggio o fessure per consentire l'aggancio sicuro dell'attrezzatura di sollevamento e devono inoltre includere alette o rientranze appropriate per consentire alle unità di incastrarsi insieme facilmente e saldamente. L'edilizia industriale richiede impianti per il trasporto e il sollevamento delle unità in posizione e spazio e disposizioni per immagazzinare le unità in sicurezza quando vengono consegnate al sito, in modo che le unità non vengano danneggiate e i lavoratori non subiscano infortuni. Questa tecnica di costruzione tende a produrre edifici visivamente poco attraenti, ma su larga scala è economica; un'intera stanza può essere assemblata da sei unità fuse con finestre e aperture di porte in posizione.

Tecniche simili vengono utilizzate per produrre unità in calcestruzzo per strutture di ingegneria civile come autostrade sopraelevate e rivestimenti di gallerie.

Progetti chiavi in ​​mano

Alcuni clienti di edifici industriali o commerciali contenenti impianti estesi e complessi desiderano semplicemente entrare in una struttura che sarà operativa fin dal loro primo giorno nei locali. I laboratori sono talvolta costruiti e attrezzati su questa base. Tale accordo è un progetto "chiavi in ​​mano", e qui l'appaltatore assicurerà che tutti gli aspetti dell'impianto e dei servizi siano pienamente operativi prima di consegnare il progetto. Il lavoro può essere svolto in base a un contratto di progettazione e costruzione in modo che, in effetti, l'appaltatore chiavi in ​​mano si occupi di tutto, dalla progettazione alla messa in servizio.

Ingegneria civile e costruzioni pesanti

L'ingegneria civile di cui il pubblico è più consapevole è il lavoro sulle autostrade. Alcuni lavori autostradali sono la creazione di nuove strade su terreni vergini, ma gran parte di essi è l'ampliamento e la riparazione di autostrade esistenti. I contratti per i lavori autostradali sono generalmente per agenzie governative statali o locali, ma a volte le strade rimangono sotto il controllo degli appaltatori per alcuni anni dopo il completamento, durante i quali sono autorizzati a riscuotere pedaggi. Se le strutture di ingegneria civile vengono finanziate dal governo, sia la progettazione che la costruzione effettiva saranno soggette a un alto grado di supervisione da parte di funzionari per conto del governo. I contratti per la costruzione di autostrade sono generalmente affidati agli appaltatori sulla base del fatto che un appaltatore è responsabile di un tratto di tanti chilometri dell'autostrada. Ci sarà un appaltatore principale per ogni sezione; ma la costruzione di autostrade richiede una serie di competenze e aspetti del lavoro come lavori in acciaio, cemento, casseforme e pavimentazioni possono essere subappaltati dall'appaltatore principale a ditte specializzate. La costruzione di autostrade viene talvolta eseguita anche in base a contratti di gestione, in cui una società di consulenza di ingegneria civile fornirà la gestione del lavoro, con tutto il lavoro svolto da subappaltatori. Tale appaltatore di gestione potrebbe anche essere stato coinvolto nella progettazione dell'autostrada.

La costruzione di autostrade richiede la realizzazione di una superficie le cui pendenze siano adeguate al tipo di traffico che la percorrerà. In un terreno generalmente pianeggiante, la creazione delle fondamenta dell'autostrada può comportare il movimento terra, ovvero lo spostamento del terreno dai tagli per creare argini, la costruzione di ponti sui fiumi e la guida di tunnel attraverso i fianchi delle montagne dove non è possibile aggirare l'ostacolo. Laddove il costo del lavoro è più elevato, tali operazioni vengono eseguite utilizzando impianti a propulsione meccanica quali escavatori, ruspe, caricatori e autocarri. Laddove i costi del lavoro sono inferiori, questi processi possono essere eseguiti manualmente da un gran numero di lavoratori che utilizzano strumenti manuali. Qualunque siano i metodi effettivamente adottati, la costruzione di autostrade richiede elevati standard di rilevamento del percorso e pianificazione del lavoro.

La manutenzione delle autostrade richiede spesso che le strade rimangano in uso mentre vengono eseguite riparazioni o miglioramenti in una parte della strada. Esiste quindi un'interfaccia pericolosa tra il movimento del traffico e le operazioni di costruzione che rende ancora più importante una buona pianificazione e gestione del lavoro. Esistono spesso standard nazionali per la segnaletica e il coning off dei lavori stradali e requisiti relativi alla quantità di separazione che dovrebbe esserci tra la costruzione e il traffico, che può essere difficile da ottenere in un'area ristretta. Il controllo del traffico in prossimità dei lavori stradali è di solito responsabilità della polizia locale, ma richiede un attento collegamento tra questa e gli appaltatori. La manutenzione delle autostrade crea rallentamenti al traffico, e di conseguenza gli appaltatori sono messi sotto pressione per finire i lavori in fretta; a volte ci sono bonus per chi finisce in anticipo e penalità per chi finisce in ritardo. Le pressioni finanziarie non devono minare la sicurezza su quello che è un lavoro molto pericoloso.

L'affioramento delle autostrade può comportare cemento, pietra o catrame. Ciò richiede un notevole treno logistico per garantire che le quantità richieste di materiali di rivestimento siano disponibili nelle giuste condizioni per garantire che il rivestimento proceda senza interruzioni. Tarmacadam richiede un impianto di spargimento per scopi speciali che mantenga il materiale di superficie plastico durante lo spargimento. Laddove il lavoro è il rifacimento della superficie, sarà necessario un impianto che includa picconi e demolitori in modo che la superficie esistente venga smantellata e rimossa. Una finitura finale viene solitamente applicata alle superfici delle autostrade che comportano l'uso di rulli motorizzati pesanti.

La creazione di trincee e tunnel può richiedere l'uso di esplosivi e quindi disposizioni per spostare il letame spostato dall'esplosione. I lati delle talee possono richiedere supporti permanenti per evitare frane o cadute di terreno sulla strada finita.

Le autostrade sopraelevate richiedono spesso strutture simili ai ponti, soprattutto se la sezione sopraelevata attraversa un'area urbana quando lo spazio è limitato. Le autostrade sopraelevate sono spesso costruite con sezioni in cemento armato gettate che sono gettate on-site o gettato in un'area di fabbricazione e poi spostato nella posizione richiesta in loco. Il lavoro richiederà macchinari di sollevamento di grande capacità per sollevare sezioni in ghisa, casseforme e armature.

Le disposizioni di supporto temporaneo o le "false opere" per sostenere sezioni di autostrade sopraelevate o ponti mentre vengono gettate in posizione devono essere progettate per tenere conto dei carichi irregolari imposti dal calcestruzzo mentre viene gettato. La progettazione del falso lavoro è importante quanto la progettazione della struttura vera e propria.

Bridges

I ponti in aree remote possono essere semplici costruzioni in legno. Più comunemente oggi i ponti sono in cemento armato o acciaio. Possono anche essere rivestiti in muratura o pietra. Se il ponte deve coprire un divario considerevole, sopra l'acqua o meno, il suo progetto richiederà progettisti specializzati. Utilizzando i materiali odierni, la resistenza della campata o dell'arco del ponte non è raggiunta dal materiale di massa, che sarebbe semplicemente troppo pesante, ma da un abile design. L'appaltatore principale per un lavoro di costruzione di ponti è solitamente un importante appaltatore generale di ingegneria civile con competenze di gestione e impianti. Tuttavia, i subappaltatori specializzati possono occuparsi degli aspetti principali del lavoro come l'erezione di opere in acciaio per formare la campata o la colata o il posizionamento di sezioni di colata della campata in posizione. Se il ponte è sull'acqua, una o entrambe le spalle che sostengono le estremità del ponte potrebbero essere esse stesse costruite in acqua, coinvolgendo palificazioni, dighe a cassettoni, calcestruzzo di massa o lavori in pietra. Un nuovo ponte potrebbe far parte di un nuovo sistema autostradale e potrebbe essere necessario costruire strade di accesso, a loro volta possibilmente sopraelevate.

Una buona progettazione è particolarmente importante nella costruzione di ponti, in modo che la struttura sia sufficientemente robusta da sopportare i carichi che le vengono imposti durante l'uso e da garantire che non richieda manutenzione o riparazioni troppo frequenti. L'aspetto di un ponte è spesso un fattore molto importante, e ancora una volta un buon design può bilanciare le esigenze contrastanti di buona ingegneria ed estetica. La fornitura di mezzi di accesso sicuri per la manutenzione dei ponti deve essere presa in considerazione durante la progettazione.

Tunnel

I tunnel sono una forma specializzata di ingegneria civile. Le loro dimensioni variano dal Tunnel sotto la Manica, con oltre 100 km di canne da 6 a 8 m di diametro, ai minitunnel le cui canne sono troppo piccole per l'ingresso degli operai e che sono realizzati da macchine lanciate dai pozzi di accesso e comandate dal superficie. Nelle aree urbane, i tunnel possono essere l'unico modo per fornire o migliorare le vie di trasporto o per fornire acqua e strutture di drenaggio. Il percorso proposto del tunnel richiede un'indagine il più dettagliata possibile per confermare il tipo di terreno in cui si troveranno i lavori del tunnel e se ci saranno acque sotterranee. La natura del terreno, la presenza di acque sotterranee e l'uso finale del tunnel influenzano la scelta del metodo di scavo.

Se il terreno è consistente, come l'argilla calcarea sotto il Canale della Manica, è possibile scavare con la macchina. Se durante l'indagine pre-costruzione non si riscontrano elevate pressioni della falda freatica, di solito non è necessario pressurizzare le opere per tenere fuori l'acqua. Se non si può evitare di lavorare con l'aria compressa, ciò aumenta considerevolmente i costi perché devono essere fornite camere di equilibrio, ai lavoratori deve essere concesso il tempo di decomprimersi e l'accesso alle lavorazioni per impianti e materiali può essere reso più difficile. Un grande tunnel per una strada o una ferrovia in un terreno consistente non in roccia dura potrebbe essere scavato utilizzando una TBM (tunnel boring machine) a tutta faccia. Questo è davvero un treno di macchine diverse collegate tra loro e che avanzano su rotaie con il proprio potere. La faccia anteriore è una testa di taglio circolare che ruota e alimenta il materiale di recupero attraverso la TBM. Dietro la testa di taglio ci sono varie sezioni della TBM che posizionano i segmenti degli anelli di rivestimento del tunnel in posizione attorno alla superficie del tunnel, malta dietro gli anelli di rivestimento e, in uno spazio molto ristretto, forniscono tutti i macchinari per movimentare e posizionare i segmenti dell'anello (ciascuno del peso di alcune tonnellate), rimuovere il materiale di scarto, portare avanti malta liquida e segmenti extra e alloggiare motori elettrici e pompe idrauliche per alimentare la testa di taglio e i meccanismi di posizionamento dei segmenti.

Un tunnel in terreno non roccioso che non è sufficientemente consistente per l'uso di una TBM può essere scavato utilizzando attrezzature come roadheader che mordono la faccia della testata. Il materiale che cade dalla testata stradale sul pavimento del tunnel deve essere raccolto da escavatori e rimosso con camion. Questa tecnica permette di scavare gallerie a sezione non circolare. Il terreno in cui viene scavato un tale tunnel di solito non avrà una resistenza sufficiente per rimanere senza rivestimento; senza una qualche forma di rivestimento potrebbero verificarsi cadute dal tetto e dalle pareti. Il tunnel può essere rivestito con calcestruzzo liquido spruzzato su una rete d'acciaio tenuta in posizione da bulloni da roccia (il "nuovo metodo di tunneling austriaco") o con calcestruzzo gettato in opera.

Se la galleria è in roccia dura, la testata sarà scavata mediante esplosivo, utilizzando esplosivo inserito in fori di pallina praticati nella parete rocciosa. Il trucco qui è usare il minimo di esplosione per ottenere una caduta di roccia nella posizione e nelle dimensioni richieste, rendendo così più facile rimuovere il materiale di scarto. Su lavori più grandi, verranno utilizzate più trivelle montate su basi cingolate insieme a scavatrici e caricatori per rimuovere il materiale di scarto. I tunnel in roccia dura sono spesso semplicemente tagliati per fornire una superficie uniforme, ma non vengono ulteriormente rivestiti. Se la superficie della roccia rimane friabile con il rischio di caduta di pezzi, verrà applicato un rivestimento, solitamente una forma di calcestruzzo spruzzato o gettato.

Qualunque sia il metodo di costruzione adottato per il tunnel, l'effettiva fornitura di materiali di scavo e la rimozione del materiale di risulta sono fondamentali per il buon esito dei lavori. I grandi lavori di tunneling possono richiedere ampi sistemi ferroviari di costruzione a scartamento ridotto per fornire supporto logistico.

dighe

Le dighe contengono invariabilmente grandi quantità di terra o roccia per fornire massa per resistere alla pressione dell'acqua dietro di loro; alcune dighe sono anche rivestite in muratura o cemento armato. A seconda della lunghezza della diga, la sua costruzione richiede spesso movimenti di terra su scala molto ampia. Le dighe tendono ad essere costruite in luoghi remoti dettati dalla necessità di garantire che l'acqua sia disponibile in una posizione in cui è tecnicamente possibile limitare il flusso del fiume. Pertanto, potrebbe essere necessario costruire strade temporanee prima che inizi la costruzione della diga per portare impianti, materiali e personale al sito. I lavoratori dei progetti di dighe possono essere così lontani da casa che devono essere forniti alloggi su vasta scala insieme alle solite strutture del cantiere. È necessario deviare il fiume lontano dal sito dei lavori e potrebbe essere stata creata una diga a cassettoni e un alveo temporaneo.

Una diga costruita semplicemente con terra o roccia che è stata spostata richiederà scavi su larga scala, impianti di scavo e raschiatura, nonché autocarri. Se il muro della diga è coperto da muratura o getto di cemento, sarà necessario impiegare gru ad alto o lungo sbraccio in grado di depositare muratura, casseforme, armature e calcestruzzo nei punti giusti. Sarà necessaria una fornitura continua di calcestruzzo di buona qualità e sarà necessario un impianto di betonaggio accanto ai lavori della diga, con il calcestruzzo movimentato in lotti con gru o pompato sul posto di lavoro.

Canali e banchine

La costruzione e la riparazione di canali e banchine contengono alcuni aspetti di altri lavori che sono stati descritti, come lavori stradali, gallerie e ponti. È particolarmente importante nella costruzione di canali che i rilievi siano conformi agli standard più elevati prima dell'inizio dei lavori, in particolare per quanto riguarda i livelli e per garantire che il materiale che è stato scavato possa essere utilizzato economicamente altrove nel lavoro. In effetti i primi ingegneri ferroviari dovevano molto all'esperienza dei costruttori di canali un secolo prima. Il canale richiederà una fonte per la sua acqua e attingerà a una fonte naturale come un fiume o un lago o ne creerà una artificiale sotto forma di un serbatoio. Lo scavo dei moli può iniziare sulla terraferma, ma prima o poi deve collegarsi a un fiume, a un canale, al mare oa un altro molo.

La costruzione di canali e banchine richiede escavatori e caricatori per aprire il terreno. Il materiale di scarto può essere rimosso con camion o può essere utilizzato il trasporto per via d'acqua. Le banchine sono talvolta sviluppate su un terreno che ha una lunga storia di uso industriale. I rifiuti industriali potrebbero essere sfuggiti in tale terreno per molti anni e il materiale rimosso durante lo scavo o l'ampliamento delle banchine sarà fortemente contaminato. È probabile che i lavori di riparazione di un canale o di un molo debbano essere eseguiti mentre le parti adiacenti del sistema sono mantenute in uso. I lavori potrebbero dover fare affidamento su dighe a cassettoni per la protezione. Il cedimento di una diga a cassettoni durante l'ampliamento dei Newport Docks in Galles nei primi anni di questo secolo ha provocato quasi 100 morti.

È probabile che i clienti per canali e banchine siano autorità pubbliche. Tuttavia, a volte vengono costruite banchine per le aziende accanto ai loro principali impianti di produzione o per clienti aziendali per gestire un particolare tipo di merci in entrata o in uscita (ad esempio, automobili). La riparazione e il rinnovamento dei canali oggi è spesso per l'industria del tempo libero. Come le dighe, la costruzione sia di canali che di banchine può trovarsi in situazioni molto remote, richiedendo la fornitura di strutture per i lavoratori oltre a quelle di un normale cantiere.

Ferrovia

La costruzione di ferrovie o ferrovie è storicamente avvenuta dopo i canali e prima delle principali autostrade. I clienti dei contratti di costruzione ferroviaria possono essere operatori ferroviari stessi o agenzie governative, se le ferrovie sono finanziate dal governo. Come per le autostrade, la progettazione di una ferrovia che sia economica e sicura da costruire e gestire dipende da un buon rilevamento preliminare. In generale, le locomotive non operano efficacemente su forti pendenze, e quindi chi progetta il tracciato del binario si preoccupa di evitare dislivelli, aggirare o attraversare ostacoli piuttosto che superarli.

I progettisti delle ferrovie sono soggetti a due vincoli specifici del settore: in primo luogo, le curve nel tracciato dei binari devono generalmente conformarsi a raggi molto ampi (altrimenti i treni non possono superarle); in secondo luogo, tutte le strutture connesse con la ferrovia - le arcate dei ponti, le gallerie e le stazioni - devono essere in grado di accogliere le busta delle più grandi locomotive e materiale rotabile che utilizzeranno il binario. L'involucro è la sagoma del materiale rotabile più lo spazio libero per consentire il passaggio sicuro attraverso ponti, gallerie e così via.

Gli appaltatori coinvolti nella costruzione e riparazione di ferrovie richiedono il solito impianto di costruzione e disposizioni logistiche efficaci per garantire che i binari ferroviari e la zavorra nonché i materiali da costruzione siano sempre disponibili in quelle che possono essere località remote. Gli appaltatori possono utilizzare il binario appena posato per far circolare i treni che riforniscono i lavori. Gli appaltatori coinvolti nella manutenzione delle ferrovie operative esistenti devono garantire che il loro lavoro non interferisca con le operazioni della ferrovia e non metta in pericolo i lavoratori o il pubblico.

aeroporti

La rapida espansione del trasporto aereo dalla metà del XX secolo ha portato a una delle forme di costruzione più grandi e complesse: la costruzione e l'ampliamento degli aeroporti.

I clienti per la costruzione dell'aeroporto sono generalmente governi a livello nazionale o locale o agenzie che rappresentano il governo. Alcuni aeroporti sono costruiti per le grandi città. Gli aeroporti sono raramente per clienti privati ​​come le società commerciali.

La pianificazione del lavoro è talvolta resa più difficile a causa dei vincoli ambientali che sono stati posti al progetto in relazione al rumore e all'inquinamento. Gli aeroporti richiedono molto spazio e, se si trovano in aree più densamente popolate, la creazione delle piste e dello spazio per terminal e parcheggi può richiedere il ripristino di terreni abbandonati o altrimenti difficili. La costruzione di un aeroporto comporta il livellamento di una vasta area, che può richiedere il movimento terra e persino la bonifica del terreno, e quindi la costruzione di un'ampia varietà di edifici, spesso molto grandi, tra cui hangar, officine di manutenzione, torri di controllo e impianti di stoccaggio del carburante, nonché terminal e parcheggio.

Se l'aeroporto viene costruito su un terreno soffice, gli edifici potrebbero richiedere fondazioni su pali. Le piste reali richiedono buone basi; il nucleo che sostiene gli strati superficiali di cemento o asfalto deve essere fortemente compattato. L'impianto utilizzato nella costruzione di aeroporti è simile per scala e tipo a quello utilizzato nei principali progetti autostradali, tranne per il fatto che è concentrato all'interno di un'area limitata piuttosto che sui molti chilometri di un'autostrada.

La manutenzione aeroportuale è un tipo di lavoro particolarmente difficile in cui il rifacimento delle piste deve essere integrato con la continuità operativa dell'aeroporto. Di solito all'appaltatore è concesso un numero concordato di ore durante la notte in cui può lavorare su una pista che è temporaneamente fuori uso. Tutti gli impianti, i materiali e la forza lavoro dell'appaltatore devono essere allontanati dalle piste, pronti a spostarsi immediatamente sul luogo di lavoro all'orario di inizio concordato. L'appaltatore deve terminare il proprio lavoro e scendere nuovamente dalle piste all'ora concordata in cui i voli possono riprendere. Mentre lavora sulla pista, l'appaltatore non deve impedire o altrimenti mettere in pericolo il movimento degli aeromobili su altre piste.

 

Di ritorno

Mercoledì, marzo 09 2011 20: 58

Tipi di progetti e rischi associati

Tutti i nuovi edifici e le strutture di ingegneria civile passano attraverso lo stesso ciclo di ideazione o progettazione, lavori di fondazione, costruzione o erezione (incluso il tetto di un edificio), finitura e fornitura di servizi e messa in servizio finale prima di essere messi in uso. Nel corso degli anni, quegli edifici o strutture una volta nuovi richiedono manutenzione, compresa la riverniciatura e la pulizia; è suscettibile di essere rinnovato mediante aggiornamento, modifica o riparazione per correggere danni causati da condizioni meteorologiche o incidenti; e infine dovranno essere demoliti per far posto a una struttura più moderna o perché il loro utilizzo non è più necessario. Questo è vero per le case; è vero anche per strutture grandi e complesse come centrali elettriche e ponti. Ogni fase della vita di un edificio o di una struttura di ingegneria civile presenta pericoli, alcuni dei quali comuni a tutte le opere di costruzione (come il rischio di caduta) o peculiari alla particolare tipologia di intervento (come il rischio di crollo degli scavi durante preparazione di fondazioni in edilizia o ingegneria civile).

Per ogni tipologia di progetto (e, appunto, per ogni fase all'interno di un progetto) è possibile prevedere quali saranno i principali rischi per la sicurezza dei lavoratori edili. Il rischio di caduta è comune a tutti i cantieri, anche a livello del suolo. Ciò è supportato dall'evidenza dei dati sugli incidenti che mostrano che fino alla metà degli incidenti mortali ai lavoratori edili comportano cadute.

Nuove strutture

Concezione (progettazione)

I rischi fisici per coloro che sono impegnati nella progettazione di nuove strutture derivano normalmente dalle visite di personale professionale per effettuare sopralluoghi. Le visite del personale non accompagnato a siti sconosciuti o abbandonati possono esporlo a rischi di accessi pericolosi, aperture e scavi non custoditi e, in un edificio, a cablaggi e apparecchiature elettriche in condizioni pericolose. Se il rilievo richiede l'ingresso in locali o scavi chiusi da tempo, si corre il rischio di essere sopraffatti dall'anidride carbonica o da ridotti livelli di ossigeno. Tutti i pericoli aumentano se le visite vengono effettuate in un sito non illuminato dopo il tramonto o se il visitatore solitario non ha mezzi per comunicare con gli altri e chiedere aiuto. Come regola generale, al personale professionale non dovrebbe essere richiesto di visitare i siti in cui si troverà da solo. Non dovrebbero visitare dopo il tramonto a meno che il sito non sia ben illuminato. Non dovrebbero entrare in spazi chiusi a meno che questi non siano stati testati e dimostrati sicuri. Infine, dovrebbero essere in comunicazione con la loro base o avere un mezzo efficace per ottenere aiuto.

La concezione o la progettazione vera e propria dovrebbero svolgere un ruolo importante nell'influenzare la sicurezza quando gli appaltatori stanno effettivamente lavorando in loco. I progettisti, siano essi architetti o ingegneri civili, dovrebbero essere più che semplici produttori di disegni. Nel creare il loro progetto, dovrebbero, in ragione della loro formazione ed esperienza, avere un'idea di come gli appaltatori dovranno probabilmente lavorare per attuare il progetto. La loro competenza dovrebbe essere tale da essere in grado di identificare agli appaltatori i pericoli che deriveranno da tali metodi di lavoro. I progettisti dovrebbero cercare di “eliminare” i pericoli derivanti dalla loro progettazione, rendendo la struttura più “edificabile” dal punto di vista della salute e della sicurezza e, ove possibile, sostituendo nelle specifiche materiali più sicuri. Dovrebbero migliorare l'accesso per la manutenzione in fase di progettazione e ridurre la necessità per gli addetti alla manutenzione di essere messi a rischio incorporando caratteristiche o materiali che richiederanno un'attenzione meno frequente durante la vita dell'edificio.

In generale, i progettisti sono in grado di progettare i pericoli solo in misura limitata; di solito ci saranno rischi residui significativi di cui gli appaltatori dovranno tenere conto quando progettano i propri sistemi di lavoro sicuri. I progettisti dovrebbero fornire agli appaltatori informazioni su questi pericoli in modo che questi ultimi siano in grado di prendere in considerazione sia i pericoli che le necessarie procedure di sicurezza, in primo luogo quando fanno un appalto per il lavoro e in secondo luogo quando sviluppano i loro sistemi di lavoro per svolgere il lavoro in sicurezza.

L'importanza di specificare materiali con migliori proprietà di salute e sicurezza tende a essere sottovalutata quando si considera la sicurezza per progettazione. I progettisti e gli specificatori dovrebbero considerare se sono disponibili materiali con migliori proprietà tossiche o strutturali o che possono essere utilizzati o mantenuti in modo più sicuro. Ciò richiede ai progettisti di pensare ai materiali che verranno utilizzati e di decidere se seguire le pratiche precedenti proteggerà adeguatamente i lavoratori edili. Spesso il costo è il fattore determinante nella scelta dei materiali. Tuttavia, clienti e progettisti dovrebbero rendersi conto che mentre i materiali con migliori proprietà tossiche o strutturali possono avere un costo iniziale più elevato, spesso producono risparmi molto maggiori nel corso della vita dell'edificio perché gli addetti alla costruzione e alla manutenzione richiedono un accesso o dispositivi di protezione meno costosi.

Scavo

Di solito il primo lavoro da eseguire sul sito dopo i sopralluoghi e la sistemazione del sito una volta che l'appalto è stato aggiudicato (supponendo che non sia necessaria la demolizione o lo sgombero del sito) è lo scavo delle fondazioni. Nel caso di abitazioni domestiche, è improbabile che i basamenti richiedano scavi superiori a mezzo metro e possono essere scavati a mano. Per i condomini, gli edifici commerciali e industriali e alcune opere di ingegneria civile, potrebbe essere necessario che le fondazioni si trovino diversi metri sotto il livello del suolo. Ciò richiederà lo scavo di trincee in cui dovranno essere eseguiti lavori di posa o erezione delle fondamenta. È probabile che le trincee più profonde di 1 m vengano scavate utilizzando macchine come gli escavatori. Vengono inoltre eseguiti scavi per consentire la posa di cavi e tubi. Gli appaltatori utilizzano spesso escavatori speciali in grado di scavare scavi profondi ma stretti. Se i lavoratori devono entrare in questi scavi, i pericoli sono essenzialmente gli stessi che si incontrano negli scavi per le fondazioni. Tuttavia, di solito c'è più spazio negli scavi o nelle trincee di cavi e tubi per adottare metodi di lavoro che non richiedono l'ingresso di lavoratori nello scavo.

I lavori in scavi più profondi di 1 m richiedono una pianificazione e una supervisione particolarmente attente. Il pericolo è il rischio di essere colpiti da terra e detriti mentre il terreno crolla lungo il lato dello scavo. Il terreno è notoriamente imprevedibile; ciò che sembra solido può essere fatto scivolare dalla pioggia, dal gelo o dalle vibrazioni di altre attività di costruzione nelle vicinanze. Ciò che sembra argilla solida e rigida si secca e si crepa se esposto all'aria o si ammorbidisce e scivola dopo la pioggia. Un metro cubo di terra pesa più di 1 tonnellata; un operaio colpito anche da una piccola caduta di terra rischia la frattura degli arti, lo schiacciamento degli organi interni e il soffocamento. Data l'importanza vitale per la sicurezza di scegliere un metodo di supporto adeguato per i lati dello scavo, prima dell'inizio dei lavori, il terreno dovrebbe essere esaminato da una persona esperta in lavori di scavo sicuri per stabilire il tipo e le condizioni del terreno, in particolare il presenza di acqua.

Supporto per i lati della trincea

Supporto bifacciale. Non è sicuro fare affidamento sul taglio o sulla "battuta" dei lati dello scavo ad un angolo sicuro. Se il terreno è sabbioso o limo bagnato, l'angolo di sicurezza della pastella dovrebbe essere compreso tra 5 e 10 sopra l'orizzontale e generalmente non c'è abbastanza spazio in loco per uno scavo così ampio. Il metodo più comune per fornire sicurezza per il lavoro negli scavi è sostenere entrambi i lati della trincea puntellamento. Con il supporto bifacciale, i carichi da terra su un lato sono contrastati da carichi simili che agiscono attraverso puntoni tra i lati opposti. Il legname di buona qualità deve essere utilizzato per fornire elementi verticali del sistema di supporto, noto come tavole da palo. Le assi di pali vengono conficcate nel terreno non appena inizia lo scavo; le assi sono da bordo a bordo e quindi forniscono un muro di legno. Questo viene fatto su ciascun lato dello scavo. Man mano che lo scavo viene scavato più in profondità, le assi del palo vengono conficcate nel terreno prima dello scavo. Quando lo scavo è profondo un metro, una fila di tavole orizzontali (dette camminamenti or Galles) è posto contro le assi di pali e quindi tenuto in posizione da montanti in legno o metallo incuneati tra i correnti opposti a intervalli regolari. Man mano che lo scavo procede, le tavole di palo vengono conficcate ulteriormente nel terreno con i loro correnti e puntoni, e sarà necessario creare una seconda fila di correnti e puntoni se lo scavo è più profondo di 1.2 m. Infatti, uno scavo di 6 m potrebbe richiedere fino a quattro file di correnti.

I metodi standard di supporto in legno non sono adatti se lo scavo è più profondo di 6 m o se il terreno è portante d'acqua. In queste situazioni sono richiesti altri tipi di sostegno per i lati degli scavi, come lamiere di trincea verticali in acciaio, ravvicinate con correnti orizzontali in legno e puntoni regolabili in metallo, o palancole in acciaio a grandezza naturale. Entrambi i metodi hanno il vantaggio che i fogli di trincea o le palancole possono essere guidati dalla macchina prima che inizi lo scavo vero e proprio. Inoltre, le lamiere e le palancole possono essere ritirate a fine lavoro e riutilizzate. I sistemi di supporto per scavi più profondi di 6 m o in terreni acquiferi devono essere progettati su misura; le soluzioni standard non saranno adeguate.

Supporto unilaterale. Uno scavo di forma rettangolare e troppo ampio perché i metodi di supporto sopra descritti siano praticabili può avere uno o più dei suoi lati supportati da una fila di assi di palificazione o fogli di trincea. Questi sono essi stessi supportati dapprima da una o più file di correnti orizzontali che sono a loro volta tenuti in posizione da rastrelliere angolate fino a un forte ancoraggio o punto di supporto.

Altri sistemi. È possibile utilizzare cassoni in acciaio fabbricato di larghezza regolabile che possono essere calati negli scavi e all'interno dei quali è possibile eseguire il lavoro in sicurezza. È anche possibile utilizzare sistemi di telai di corrente proprietari, per cui un telaio orizzontale viene abbassato nello scavo tra i pannelli di palo o le lastre di trincea; l'intelaiatura del corrente viene allontanata e applica una pressione per mantenere in posizione verticale le tavole di palo mediante l'azione di puntoni idraulici attraverso l'intelaiatura che possono essere pompati da una posizione di sicurezza all'esterno dello scavo.

Formazione e supervisione. Qualunque sia il metodo di supporto adottato, il lavoro dovrebbe essere svolto da lavoratori addestrati sotto la supervisione di una persona esperta. Lo scavo ei suoi supporti dovrebbero essere ispezionati ogni giorno e dopo ogni occasione in cui sono stati danneggiati o spostati (ad esempio, dopo una forte pioggia). L'unico presupposto che si ha il diritto di fare riguardo alla sicurezza e al lavoro negli scavi è che tutto il terreno è soggetto a cedimenti e quindi nessun lavoro dovrebbe mai essere eseguito con lavoratori in uno scavo non supportato più profondo di 1 m. Vedi anche l'articolo "Trenching" in questo capitolo.

Sovrastruttura

Costruzione della parte principale dell'edificio o della struttura di ingegneria civile (il sovrastruttura) avviene dopo il completamento della fondazione. Questa parte del progetto di solito richiede lavori ad altezze sopra terra. La principale causa singola di incidenti mortali e con lesioni gravi è rappresentata dalle cadute dall'alto o dallo stesso livello.

Lavoro in scala

Anche se si tratta semplicemente di costruire una casa, il numero di lavoratori coinvolti, la quantità di materiali da costruzione da movimentare e, nelle fasi successive, le altezze a cui si dovrà lavorare richiedono qualcosa di più delle semplici scale di accesso e luoghi di lavoro sicuri.

Ci sono limitazioni sul tipo di lavoro che può essere svolto in sicurezza dalle scale. Il lavoro a più di 10 m dal suolo è solitamente al di fuori della portata sicura delle scale; le lunghe scale stesse diventano pericolose da maneggiare. Esistono limitazioni sulla portata dei lavoratori sulle scale e sulla quantità di attrezzature e materiali che possono trasportare in sicurezza; lo sforzo fisico di stare in piedi sui pioli della scala limita il tempo che possono dedicare a tale lavoro. Le scale sono utili per eseguire lavori leggeri e di breve durata a portata di sicurezza della scala; tipicamente, ispezione e riparazione e verniciatura di piccole aree della superficie dell'edificio. Le scale consentono anche l'accesso a impalcature, scavi e strutture in cui non è stato ancora fornito un accesso più permanente.

Sarà necessario utilizzare piattaforme di lavoro temporanee, la più comune delle quali è il ponteggio. Se il lavoro è un blocco di appartamenti a più piani, un edificio per uffici o una struttura come un ponte, saranno necessarie impalcature di vari gradi di complessità, a seconda delle dimensioni del lavoro.

ponteggi

Le impalcature sono costituite da strutture di acciaio o legno facilmente assemblabili su cui possono essere posizionate piattaforme di lavoro. I ponteggi possono essere fissi o mobili. Le impalcature fisse, cioè quelle erette accanto a un edificio o struttura, sono indipendenti o putlog. L'impalcatura indipendente ha montanti o standard lungo entrambi i lati delle sue piattaforme ed è in grado di rimanere in posizione verticale senza il supporto dell'edificio. L'impalcatura putlog ha standard lungo i bordi esterni delle sue piattaforme di lavoro, ma il lato interno è sostenuto dall'edificio stesso, con parti del telaio dell'impalcatura, i putlog, con estremità appiattite che vengono poste tra i corsi di muratura per ottenere supporto. Anche il ponteggio indipendente necessita di essere rigidamente “legato” o assicurato alla struttura ad intervalli regolari se ci sono piattaforme di lavoro superiori a 6 m o se il ponteggio è coperto per la protezione dagli agenti atmosferici, aumentando così i carichi del vento.

Le piattaforme di lavoro sulle impalcature sono costituite da assi di legno di buona qualità posate in modo che siano a livello e che entrambe le estremità siano adeguatamente sostenute; saranno necessari supporti intermedi se il legno è soggetto a cedimenti dovuti al carico di persone o materiali. Le piattaforme non devono mai essere inferiori a 600 mm di larghezza se utilizzate per accesso e lavoro o 800 mm se utilizzate anche per materiali. Dove c'è un rischio di caduta superiore a 2 m, il bordo esterno e le estremità di una piattaforma di lavoro dovrebbero essere protetti da un parapetto rigido, fissato agli standard ad un'altezza compresa tra 0.91 e 1.15 m sopra la piattaforma. Per evitare che i materiali cadano dalla piattaforma, lungo il suo bordo esterno dovrebbe essere previsto un fermapiede che si alzi di almeno 150 mm sopra la piattaforma, sempre fissato agli standard. Se occorre rimuovere parapetti e fermapiedi per consentire il passaggio di materiali, sostituirli il prima possibile.

Gli standard dell'impalcatura dovrebbero essere verticali e adeguatamente supportati alle loro basi su piastre di base e, se necessario, su travi di legno. L'accesso all'interno delle impalcature fisse da un livello all'altro della piattaforma di lavoro avviene solitamente mediante scale a pioli. Questi dovrebbero essere adeguatamente mantenuti, fissati in alto e in basso ed estendersi per almeno 1.05 m sopra la piattaforma.

I principali pericoli nell'uso delle impalcature - cadute di persone o materiali - di solito derivano da carenze nel modo in cui l'impalcatura viene montata per la prima volta (ad esempio, manca un pezzo come un parapetto) o nel modo in cui viene utilizzata in modo improprio (ad esempio , per essere sovraccaricato) o adattato durante lo svolgimento del lavoro per uno scopo inadatto (ad esempio, vengono aggiunti teli per la protezione dagli agenti atmosferici senza adeguati legami con l'edificio). Le assi di legno per piattaforme di impalcature si spostano o si rompono; le scale non sono fissate in alto e in basso. L'elenco delle cose che possono andare storte se le impalcature non vengono erette da persone esperte sotto un'adeguata supervisione è quasi illimitato. Gli stessi ponteggi sono particolarmente a rischio di cadute durante il montaggio e lo smontaggio dei ponteggi, perché spesso sono costretti a lavorare in quota, in posizioni esposte senza adeguate piattaforme di lavoro (vedi figura 1).

Figura 1. Montaggio di un'impalcatura in un cantiere di Ginevra, Svizzera, senza protezione adeguata. 

CCE060F1

Impalcature a torre. I ponteggi della torre sono fissi o mobili, con una piattaforma di lavoro in cima e una scala di accesso all'interno del telaio della torre. Il ponteggio a torre mobile è su ruote. Tali torri diventano facilmente instabili e dovrebbero essere soggette a limiti di altezza; per il ponteggio a torre fissa l'altezza non deve essere superiore a 3.5 volte la dimensione minima della base; per il mobile il rapporto si riduce a 3 volte. La stabilità delle impalcature delle torri dovrebbe essere aumentata mediante l'uso di stabilizzatori. Ai lavoratori non dovrebbe essere consentito salire sulla sommità delle impalcature a torre mobile mentre l'impalcatura viene spostata o senza che le ruote siano bloccate.

Il pericolo principale con le impalcature delle torri è il ribaltamento, che fa cadere le persone dalla piattaforma; ciò può essere dovuto all'eccessiva altezza della torre rispetto alla sua base, al mancato utilizzo di stabilizzatori o ruote bloccabili o ad un uso inadeguato del ponteggio, magari per sovraccarico.

Ponteggi sospesi e sospesi. L'altra categoria principale di impalcature è quella sospesa o sospesa. L'impalcatura sospesa è essenzialmente una piattaforma di lavoro appesa tramite funi metalliche o tubi dell'impalcatura a una struttura sopraelevata come un ponte. L'impalcatura sospesa è ancora una piattaforma o culla di lavoro, sospesa da funi metalliche, ma in questo caso è suscettibile di essere sollevata e abbassata. Viene spesso fornito agli appaltatori di manutenzione e verniciatura, a volte come parte dell'attrezzatura dell'edificio finito.

In entrambi i casi, l'edificio o la struttura deve essere in grado di sostenere la piattaforma sospesa o sospesa, le sospensioni devono essere sufficientemente robuste e la piattaforma stessa deve essere sufficientemente robusta per sostenere il carico previsto di persone e materiali con sponde o rotaie di protezione per impedire loro di cadere. Per la piattaforma sospesa, dovrebbero esserci almeno tre giri di fune sui tamburi del verricello nella posizione più bassa della piattaforma. Laddove non vi siano disposizioni per impedire la caduta della piattaforma sospesa in caso di rottura di una fune, i lavoratori che utilizzano la piattaforma devono indossare un'imbracatura di sicurezza e una fune fissata a un punto di ancoraggio sicuro sull'edificio. Le persone che utilizzano tali piattaforme dovrebbero essere addestrate ed esperte nel loro utilizzo.

Il pericolo principale con le impalcature sospese o sospese è il cedimento delle disposizioni di supporto, sia della struttura stessa che delle funi o dei tubi a cui è sospesa la piattaforma. Ciò può derivare da una errata erezione o installazione dell'impalcatura appesa o sospesa o da sovraccarico o altro uso improprio. Il fallimento delle impalcature sospese ha provocato più vittime e può mettere in pericolo il pubblico.

Tutti i ponteggi e le scale devono essere ispezionati da una persona competente almeno settimanalmente e prima di essere riutilizzati dopo condizioni atmosferiche che potrebbero averli danneggiati. Le scale con stili incrinati o pioli rotti non devono essere utilizzate. I ponteggi che erigono e smantellano i ponteggi dovrebbero ricevere una formazione ed esperienza specifica per garantire la propria sicurezza e quella di altri che potrebbero utilizzare i ponteggi. Le impalcature sono spesso fornite da uno, forse il principale, appaltatore per l'uso da parte di tutti gli appaltatori. In questa situazione, gli artigiani possono modificare o spostare parti delle impalcature per facilitare il proprio lavoro, senza ripristinare successivamente l'impalcatura o rendersi conto del pericolo che hanno creato. È importante che le disposizioni per il coordinamento della salute e della sicurezza in tutto il sito affrontino efficacemente l'azione di un settore sulla sicurezza di un altro.

Apparecchiature di accesso aereo

In alcuni lavori, sia durante la costruzione che durante la manutenzione, può essere più praticabile l'utilizzo di attrezzature di accesso aereo rispetto al ponteggio nelle sue varie forme. Fornire l'accesso alla parte inferiore del tetto di una fabbrica in fase di ristrutturazione o l'accesso all'esterno di alcune finestre di un edificio può essere più sicuro ed economico rispetto all'impalcatura dell'intera struttura. Le attrezzature di accesso motorizzate sono disponibili in una varietà di forme dai produttori, ad esempio, piattaforme che possono essere sollevate e abbassate verticalmente mediante azione idraulica o l'apertura e la chiusura di martinetti a forbice e bracci articolati azionati idraulicamente con una piattaforma di lavoro o una gabbia all'estremità di il braccio, comunemente chiamato raccoglitori di ciliegie. Tali apparecchiature sono generalmente mobili e possono essere spostate nel luogo richiesto e messe in funzione in pochi istanti. L'uso sicuro dell'attrezzatura di accesso aereo richiede che il lavoro rientri nelle specifiche della macchina come descritto dal produttore (ovvero, l'attrezzatura non deve sporgere o essere sovraccaricata).

Le apparecchiature di accesso aereo richiedono un pavimento solido e piano su cui operare; potrebbe essere necessario estrarre gli stabilizzatori per garantire che la macchina non si ribalti. I lavoratori sulla piattaforma di lavoro dovrebbero avere accesso ai controlli operativi. I lavoratori dovrebbero essere addestrati all'uso sicuro di tali apparecchiature. Le apparecchiature di accesso motorizzato correttamente gestite e sottoposte a manutenzione possono fornire un accesso sicuro laddove potrebbe essere praticamente impossibile fornire impalcature, ad esempio durante le prime fasi di montaggio di un telaio in acciaio o per fornire l'accesso per i montatori in acciaio ai punti di collegamento tra colonne e travi .

Erezione d'acciaio

La sovrastruttura sia degli edifici che delle strutture di ingegneria civile comporta spesso l'erezione di robusti telai in acciaio, a volte di grande altezza. Mentre la responsabilità di garantire un accesso sicuro per i montatori dell'acciaio che assemblano questi telai spetta principalmente alla direzione degli appaltatori del montaggio dell'acciaio, il loro difficile lavoro può essere facilitato dai progettisti dell'opera in acciaio. I progettisti dovrebbero garantire che i modelli dei fori dei bulloni siano semplici e facilitino il facile inserimento dei bulloni; lo schema dei giunti e dei fori dei bulloni dovrebbe essere il più uniforme possibile su tutto il telaio; sostegni o posatoi dovrebbero essere forniti su colonne in corrispondenza dei giunti con travi, in modo che le estremità delle travi possano rimanere ferme mentre i montanti in acciaio inseriscono i bulloni. Per quanto possibile, il progetto dovrebbe garantire che le scale di accesso facciano parte del primo telaio in modo che i montatori di acciaio debbano fare meno affidamento su scale e travi per l'accesso.

Inoltre, il progetto dovrebbe prevedere fori da praticare in punti idonei nelle colonne durante la fabbricazione e prima che l'acciaio venga consegnato al sito, il che consentirà il fissaggio di funi metalliche tese, alle quali i montatori di acciaio che indossano imbracature di sicurezza possono fissare le loro linee di corsa. L'obiettivo dovrebbe essere quello di posizionare le piastre del pavimento nei telai in acciaio il prima possibile, per ridurre la quantità di tempo in cui i montatori dell'acciaio devono fare affidamento su linee di sicurezza, imbracature o scale. Se il telaio in acciaio deve rimanere aperto e senza pavimenti mentre l'erezione continua a livelli più alti, allora le reti di sicurezza dovrebbero essere tese al di sotto dei vari livelli di lavoro. Per quanto possibile, la progettazione del telaio in acciaio e le pratiche di lavoro dei montatori dell'acciaio dovrebbero ridurre al minimo la misura in cui i lavoratori devono "camminare sull'acciaio".

Lavori sul tetto

Mentre l'innalzamento dei muri è una fase importante e pericolosa nella costruzione di un edificio, la messa in opera del tetto è altrettanto importante e presenta pericoli speciali. I tetti sono piani o inclinati. Con i tetti piani il pericolo principale è la caduta di persone o materiali oltre il bordo o attraverso le aperture del tetto. I tetti piani sono generalmente costruiti in legno o calcestruzzo gettato o lastre. I tetti piani devono essere sigillati contro l'ingresso di acqua e vengono utilizzati vari materiali, tra cui bitume e feltro. Tutti i materiali necessari per il tetto devono essere sollevati al livello richiesto, il che potrebbe richiedere montacarichi o gru se l'edificio è alto o le quantità di copertura e sigillante sono notevoli. Potrebbe essere necessario riscaldare il bitume per facilitare la diffusione e la sigillatura; ciò può comportare il trasporto sul tetto di una bombola di gas e di un crogiolo. I lavoratori del tetto e le persone sottostanti possono essere ustionati dal bitume riscaldato e possono essere avviati incendi che coinvolgono la struttura del tetto.

Il pericolo di cadute può essere prevenuto sui tetti piani erigendo una protezione temporanea dei bordi sotto forma di parapetti di dimensioni simili ai parapetti delle impalcature. Se l'edificio è ancora circondato da un'impalcatura esterna, questa può essere estesa fino al livello del tetto, per fornire una protezione del bordo ai lavoratori del tetto. Le aperture di caduta nei tetti piani possono essere prevenute coprendole o, se devono rimanere aperte, erigendo parapetti attorno ad esse.

I tetti spioventi si trovano più comunemente su case ed edifici più piccoli. La falda del tetto si ottiene erigendo un'intelaiatura in legno a cui è fissata la copertura esterna del tetto, solitamente in coppi di argilla o cemento. L'inclinazione del tetto può superare i 45° sopra l'orizzontale, ma anche una pendenza inferiore presenta dei pericoli quando è bagnata. Per evitare che i lavoratori del tetto cadano durante il fissaggio di listelli, feltro e tegole, è necessario utilizzare scale per tetti. Se la scala del tetto non può essere fissata o sostenuta alla sua estremità inferiore, dovrebbe avere un ferro di colmo progettato in modo appropriato che si aggrapperà alle tegole del colmo. In caso di dubbi sulla resistenza delle tegole di colmo, la scala deve essere assicurata per mezzo di una fune dal suo piolo superiore, sopra le tegole di colmo e fino a un punto di ancoraggio robusto.

I materiali di copertura fragili sono utilizzati sia su tetti inclinati che curvi oa botte. Alcuni lucernari sono realizzati con materiali fragili. I materiali tipici includono lastre di cemento-amianto, plastica, truciolato trattato e lana di legno. Poiché i lavoratori del tetto passano spesso attraverso le lastre che hanno appena posato, è necessario un accesso sicuro al punto in cui devono essere posate le lastre e una posizione sicura da cui eseguire l'operazione. Questo di solito è sotto forma di una serie di scale sul tetto. I materiali di copertura fragili rappresentano un rischio ancora maggiore per gli addetti alla manutenzione, che potrebbero non essere consapevoli della loro natura fragile. Progettisti e architetti possono migliorare la sicurezza dei lavoratori sui tetti non specificando in primo luogo materiali fragili.

La posa di tetti, anche piani, può essere pericolosa in caso di forte vento o pioggia battente. Materiali come le lamiere, normalmente maneggiabili con sicurezza, diventano pericolosi in tali condizioni atmosferiche. I lavori sul tetto non sicuri non solo mettono in pericolo i lavoratori del tetto, ma presentano anche pericoli per il pubblico sottostante. La costruzione di nuovi tetti è rischiosa, ma, semmai, la manutenzione dei tetti è ancora più pericolosa.

Ristrutturazione

Il rinnovamento comprende sia la manutenzione della struttura che le modifiche apportate durante la sua vita. La manutenzione (compresa la pulizia e la riverniciatura delle parti in legno o di altre superfici esterne, il rifacimento del cemento e le riparazioni alle pareti e al tetto) presenta rischi di caduta simili a quelli di erezione della struttura a causa della necessità di accedere alle parti alte della struttura. In effetti, i rischi possono essere maggiori perché durante i lavori di manutenzione più piccoli e di breve durata, c'è la tentazione di tagliare i costi sulla fornitura di attrezzature di accesso sicuro, ad esempio, cercando di fare da una scala ciò che può essere fatto in sicurezza solo da un'impalcatura . Ciò è particolarmente vero per i lavori sui tetti, dove la sostituzione di una tegola può richiedere solo pochi minuti, ma c'è ancora la possibilità che un lavoratore cada e muoia.

Manutenzione e pulizia

I progettisti, in particolare gli architetti, possono migliorare la sicurezza degli addetti alla manutenzione e alla pulizia tenendo conto, nei progetti e nelle specifiche, della necessità di un accesso sicuro ai tetti, ai locali tecnici, alle finestre e ad altre posizioni esposte all'esterno della struttura. Evitare del tutto la necessità di accesso è la soluzione migliore, seguita poi da un accesso sicuro permanente come parte della struttura, magari scale o una passerella con parapetti o una piattaforma di accesso motorizzata fissata in modo permanente al tetto. La situazione meno soddisfacente per il personale addetto alla manutenzione è quando un'impalcatura simile a quella utilizzata per erigere l'edificio è l'unico modo per fornire un accesso sicuro. Questo sarà un problema minore per lavori di ristrutturazione importanti e di lunga durata, ma per lavori di breve durata, il costo di un'impalcatura completa è tale che c'è la tentazione di tagliare gli angoli e utilizzare attrezzature mobili di accesso motorizzato o impalcature a torre dove non sono adatte o inadeguato.

Se la ristrutturazione comporta un importante rifacimento del rivestimento dell'edificio o una pulizia all'ingrosso con getti d'acqua ad alta pressione o prodotti chimici, l'impalcatura totale può essere l'unica risposta che non solo proteggerà i lavoratori, ma consentirà anche di appendere teli per proteggere il pubblico nelle vicinanze. La protezione dei lavoratori coinvolti nella pulizia con getti d'acqua ad alta pressione comprende indumenti, stivali e guanti impermeabili e uno schermo facciale o occhiali per proteggere gli occhi. La pulizia che coinvolge sostanze chimiche come gli acidi richiederà indumenti protettivi simili ma resistenti agli acidi. Se vengono utilizzati abrasivi per pulire la struttura, è necessario utilizzare una sostanza priva di silice. Poiché l'uso di abrasivi può generare polvere che può essere dannosa, i lavoratori devono indossare dispositivi respiratori approvati. La riverniciatura delle finestre in un edificio per uffici alto o in un condominio non può essere eseguita in sicurezza dalle scale, sebbene ciò sia solitamente possibile nelle abitazioni domestiche. Sarà necessario fornire impalcature o appendere impalcature sospese come le culle dal tetto, assicurandosi che i punti di sospensione siano adeguati.

La manutenzione e la pulizia di strutture di ingegneria civile, come ponti, alti camini o alberi, può comportare il lavoro a tali altezze o in tali posizioni (ad esempio, sopra l'acqua) che vietano l'erezione di una normale impalcatura. Per quanto possibile, il lavoro dovrebbe essere svolto da un'impalcatura fissa sospesa o a sbalzo dalla struttura. Dove ciò non è possibile, il lavoro dovrebbe essere svolto da una culla adeguatamente sospesa. I ponti moderni hanno spesso le proprie culle come parti della struttura permanente; questi dovrebbero essere controllati completamente prima di essere utilizzati per un lavoro di manutenzione. Le strutture di ingegneria civile sono spesso esposte alle intemperie e il lavoro non dovrebbe essere consentito in presenza di forti venti o forti piogge.

Pulizia dei vetri

La pulizia delle finestre presenta i propri rischi, soprattutto se effettuata da terra su scale o con accorgimenti improvvisati per l'accesso su edifici più alti. La pulizia delle finestre non è solitamente considerata parte del processo di costruzione, eppure è un'operazione diffusa che può mettere in pericolo sia i lavavetri che il pubblico. La sicurezza nella pulizia delle finestre è, tuttavia, influenzata da una parte del processo di costruzione: la progettazione. Se gli architetti non prendono in considerazione la necessità di un accesso sicuro, o in alternativa specificano finestre di un design che possono essere pulite dall'interno, allora il lavoro dell'appaltatore della pulizia delle finestre sarà molto più pericoloso. Mentre la progettazione della necessità di pulire le finestre esterne o l'installazione di adeguate attrezzature di accesso come parte del progetto originale può inizialmente costare di più, ci dovrebbero essere notevoli risparmi nel corso della vita dell'edificio nei costi di manutenzione e una riduzione dei rischi.

ristrutturazione

La ristrutturazione è un aspetto importante e rischioso della ristrutturazione. Si verifica quando, ad esempio, la struttura essenziale dell'edificio o del ponte viene lasciata al suo posto ma altre parti vengono riparate o sostituite. Tipicamente nelle abitazioni domestiche, la ristrutturazione comporta la rimozione di finestre, possibilmente pavimenti e scale, insieme a cavi e impianti idraulici, e la loro sostituzione con elementi nuovi e solitamente aggiornati. In un edificio commerciale per uffici, la ristrutturazione coinvolge le finestre e possibilmente i pavimenti, ma è probabile che riguardi anche lo smantellamento e la sostituzione del rivestimento di un edificio intelaiato, l'installazione di nuovi impianti di riscaldamento e ventilazione e ascensori o il ricablaggio totale.

Nelle strutture di ingegneria civile come i ponti, la ristrutturazione può comportare la rimozione della struttura dal suo telaio di base, il suo rafforzamento, il rinnovo di parti e la sostituzione della carreggiata e dell'eventuale rivestimento.

La ristrutturazione presenta i soliti pericoli per i lavoratori edili: caduta e caduta di materiali. Il rischio è reso più difficile da controllare dove i locali rimangono occupati durante la ristrutturazione, come spesso accade nei locali domestici come i condomini, quando semplicemente non sono disponibili alloggi alternativi per gli occupanti della casa. In tale situazione gli occupanti, in particolare i bambini, affrontano gli stessi pericoli dei lavoratori edili. Potrebbero esserci pericoli dai cavi di alimentazione agli strumenti portatili come seghe e trapani necessari durante la ristrutturazione. È importante che il lavoro sia attentamente pianificato per ridurre al minimo i rischi sia per i lavoratori che per il pubblico; questi ultimi devono sapere cosa accadrà e quando. Deve essere impedito l'accesso ai locali, alle scale o ai balconi dove devono essere eseguiti i lavori. Gli ingressi ai condomini potrebbero dover essere protetti da ventilatori per proteggere le persone dalla caduta di materiali. Al termine del turno di lavoro, le scale e le impalcature devono essere rimosse o chiuse in modo tale da non consentire ai bambini di salirvi sopra mettendosi in pericolo. Allo stesso modo, vernici, bombole di gas e utensili elettrici devono essere rimossi o conservati in modo sicuro.

Negli edifici commerciali occupati in cui i servizi sono in fase di ristrutturazione, non dovrebbe essere possibile aprire le porte degli ascensori. Se la ristrutturazione interferisce con le attrezzature antincendio e di emergenza, è necessario prendere disposizioni speciali per avvertire sia gli occupanti che i lavoratori in caso di incendio. La ristrutturazione di locali domestici e commerciali può richiedere la rimozione di materiali contenenti amianto. Ciò presenta gravi rischi per la salute dei lavoratori e degli occupanti al loro ritorno. Tale rimozione dell'amianto dovrebbe essere effettuata solo da appaltatori appositamente addestrati e attrezzati. L'area in cui viene rimosso l'amianto dovrà essere isolata dalle altre parti dell'edificio. Prima che gli occupanti ritornino nelle aree da cui è stato rimosso l'amianto, l'atmosfera in quelle stanze dovrebbe essere monitorata ei risultati valutati per garantire che i livelli di fibre di amianto nell'aria siano inferiori ai livelli consentiti.

Di solito il modo più sicuro per eseguire la ristrutturazione è escludere totalmente gli occupanti e i membri del pubblico; tuttavia, questo a volte semplicemente non è praticabile.

Utilità

La fornitura di utenze negli edifici, come elettricità, gas, acqua e telecomunicazioni, è solitamente effettuata da subappaltatori specializzati. I rischi principali sono le cadute dovute a difficoltà di accesso, polvere e fumi da perforazione e taglio e scosse elettriche o incendi da servizi elettrici e del gas. I pericoli sono gli stessi nelle case, solo su scala minore. Il lavoro è più facile per gli appaltatori se l'architetto ha tenuto conto del dovuto nella progettazione della struttura per accogliere i servizi. Richiedono spazio per condotti e canali nelle pareti e nei pavimenti, oltre a spazio aggiuntivo sufficiente per consentire agli installatori di operare in modo efficace e sicuro. Considerazioni analoghe valgono per la manutenzione delle utenze dopo che l'edificio è entrato in funzione. Un'adeguata attenzione ai dettagli di condotti, canali e aperture nella progettazione iniziale della struttura dovrebbe significare che questi siano o gettati o incorporati nella struttura. Non sarà quindi necessario per gli operai edili scovare canali e condotti o aprire buche con utensili elettrici, che creano grandi quantità di polveri nocive. Se viene fornito uno spazio adeguato per i condotti e le apparecchiature di riscaldamento e condizionamento, il lavoro degli installatori è sia più facile che più sicuro perché è quindi possibile lavorare da posizioni sicure piuttosto che, ad esempio, in piedi su assi incuneate all'interno dei condotti verticali . Se l'illuminazione e il cablaggio devono essere installati sopra la testa in stanze con soffitti alti, gli appaltatori potrebbero aver bisogno di impalcature o impalcature a torre oltre alle scale.

L'installazione dei servizi di pubblica utilità deve essere conforme agli standard locali riconosciuti. Questi dovrebbero, ad esempio, coprire tutti gli aspetti di sicurezza degli impianti elettrici e del gas in modo che gli appaltatori non abbiano dubbi sugli standard richiesti per il cablaggio, l'isolamento, la messa a terra (messa a terra), i fusibili, l'isolamento e, per il gas, la protezione delle tubazioni, l'isolamento, adeguata ventilazione e predisposizione di dispositivi di sicurezza contro la mancanza di fiamma e la perdita di pressione. La mancata gestione da parte degli appaltatori di tali questioni di dettaglio nell'installazione o nella manutenzione delle utenze creerà pericoli sia per i propri lavoratori che per gli occupanti dell'edificio.

Finitura interna

Se la struttura è in mattoni o cemento, la finitura interna può richiedere un'intonacatura iniziale per fornire una superficie che possa essere verniciata. L'intonacatura è un mestiere artigianale tradizionale. I pericoli principali sono rappresentati da forti sollecitazioni alla schiena e alle braccia derivanti dalla manipolazione di materiale in sacchi e pannelli di gesso e quindi dall'effettivo processo di intonacatura, soprattutto quando l'intonacatore lavora sopra la testa. Dopo l'intonacatura, le superfici possono essere verniciate. Il pericolo qui è dovuto ai vapori emessi da diluenti o solventi e talvolta dalla vernice stessa. Se possibile, dovrebbero essere utilizzate vernici a base d'acqua. Nel caso si debbano utilizzare vernici a solvente, i locali devono essere ben aerati, eventualmente mediante l'utilizzo di ventilatori. Se i materiali utilizzati sono tossici e non è possibile ottenere un'adeguata ventilazione, è necessario indossare protezioni respiratorie e altre protezioni personali.

A volte la finitura interna può richiedere il fissaggio di rivestimenti o rivestimenti alle pareti. Se ciò comporta l'uso di pistole a cartuccia per fissare i pannelli ai montanti in legno, il pericolo deriverà principalmente dal modo in cui viene azionata la pistola. I chiodi a cartuccia possono essere facilmente sparati attraverso muri e tramezzi o possono rimbalzare colpendo qualcosa di duro. Gli appaltatori devono pianificare attentamente questo lavoro, se necessario escludendo altre persone nelle vicinanze.

La finitura può richiedere il fissaggio a parete e pavimento di piastrelle o lastre di vario materiale. Il taglio di grandi quantità di piastrelle ceramiche o lastre di pietra con mototroncatrici genera grandi quantità di polvere e deve essere eseguito a umido o in un luogo chiuso. Il pericolo principale con le piastrelle, comprese le quadrotte per moquette, deriva dalla necessità di incollarle in posizione. Gli adesivi utilizzati sono a base di solventi ed emettono vapori nocivi e in uno spazio chiuso possono essere infiammabili. Sfortunatamente, coloro che posano le piastrelle si inginocchiano in basso sul punto in cui si sprigionano i vapori. Devono essere utilizzati adesivi a base d'acqua. Dove devono essere utilizzati adesivi a base di solventi, i locali devono essere ben ventilati (ventola assistita), la quantità di adesivi introdotti nel locale di lavoro deve essere ridotta al minimo e i fusti devono essere travasati in barattoli più piccoli utilizzati dai piastrellisti fuori dal locale di lavoro.

Se la finitura richiede l'installazione di materiali fonoisolanti o termici, come spesso accade nei condomini e negli edifici commerciali, questi possono essere sotto forma di lastre o lastre tagliate, blocchi posati e fissati insieme o ad un superficie da un cemento o in una forma bagnata che viene spruzzata. I pericoli includono l'esposizione alla polvere che può sia irritare che essere dannosa. Non devono essere utilizzati materiali contenenti amianto. Se si utilizzano fibre minerali artificiali, indossare una protezione respiratoria e indumenti protettivi per prevenire l'irritazione della pelle.

Rischi di incendio nelle finiture interne

Molte delle operazioni di finitura in un edificio comportano l'uso di materiali che aumentano notevolmente il rischio di incendio. La struttura di base può essere in acciaio, cemento e mattoni relativamente non infiammabili. Tuttavia, i commerci di finitura introducono legno, possibilmente carta, vernici e solventi.

Nello stesso momento in cui vengono eseguite le finiture interne, potrebbero essere in corso lavori nelle vicinanze utilizzando utensili elettrici o potrebbero essere installati i servizi elettrici. Quasi sempre c'è una fonte di ignizione per vapori infiammabili e materiali usati nella finitura. Molti incendi molto costosi sono stati accesi durante la finitura, mettendo a rischio i lavoratori e di solito danneggiando non solo la finitura dell'edificio ma anche la sua struttura principale. Un edificio in fase di finitura è un recinto in cui forse centinaia di lavoratori utilizzano materiali infiammabili. L'appaltatore principale dovrebbe garantire che siano presi accordi adeguati per fornire e proteggere i mezzi di fuga, mantenere le vie di accesso sgombre da ostruzioni, ridurre la quantità di materiali infiammabili immagazzinati e in uso all'interno dell'edificio, avvertire gli appaltatori dell'incendio e, se necessario, evacuare l'edificio edificio.

Finitura esterna

Alcuni dei materiali utilizzati nella finitura interna possono essere utilizzati anche all'esterno, ma la finitura esterna riguarda generalmente il rivestimento, l'impermeabilizzazione e la verniciatura. I corsi di cemento nelle opere in mattoni e blocchi sono generalmente "appuntiti" o finiti man mano che i mattoni oi blocchi vengono posati e non richiedono ulteriore attenzione. L'esterno delle pareti può essere in cemento da tinteggiare o avere un'applicazione di uno strato di pietre piccole, come in stucco o intonaco. La finitura esterna, come i lavori di costruzione in generale, viene eseguita all'aperto ed è soggetta agli effetti degli agenti atmosferici. Il pericolo di gran lunga maggiore è il rischio di caduta, spesso accentuato dalle difficoltà nel maneggiare componenti e materiali. L'uso di vernici, sigillanti e adesivi contenenti solventi è un problema minore rispetto alla finitura interna perché la ventilazione naturale impedisce l'accumulo di concentrazioni di vapore nocive o infiammabili.

Ancora una volta, i progettisti possono influenzare la sicurezza delle rifiniture esterne specificando pannelli di rivestimento che possono essere maneggiati in sicurezza (vale a dire, non troppo pesanti o grandi) e prendendo accordi in modo che il rivestimento possa essere eseguito da posizioni sicure. I telai oi solai dell'edificio dovrebbero essere progettati per incorporare caratteristiche come alette o incavi che consentano un facile atterraggio dei pannelli di rivestimento, specialmente se posti in posizione mediante gru o paranchi. La specifica di materiali come la plastica per i telai delle finestre e le fasce elimina la necessità di verniciatura e riverniciatura e riduce la successiva manutenzione. Ciò va a vantaggio della sicurezza sia dei lavoratori edili che degli occupanti della casa o dell'appartamento.

Cura dei giardini

L'abbellimento del paesaggio su larga scala può comportare movimenti di terra simili a quelli coinvolti nelle opere autostradali e dei canali. Potrebbero essere necessari scavi profondi per installare gli scarichi; vaste aree possono dover essere lastricate o cementate; potrebbe essere necessario spostare le rocce. Infine, il cliente potrebbe desiderare di creare l'impressione di uno sviluppo maturo e consolidato, in modo che vengano piantati alberi completamente cresciuti. Tutto ciò richiede scavo, scavo e carico. Spesso richiede anche una notevole capacità di sollevamento.

Gli appaltatori del paesaggio sono generalmente specialisti che non trascorrono molto del loro tempo lavorando come parte di contratti di costruzione. L'appaltatore principale dovrebbe garantire che gli appaltatori del paesaggio siano portati sul sito in un momento opportuno (non necessariamente verso la fine del contratto). Gli scavi importanti e la posa dei tubi possono essere eseguiti al meglio all'inizio della vita del progetto, quando un lavoro simile viene svolto per le fondamenta dell'edificio. L'abbellimento del paesaggio non deve indebolire o mettere in pericolo l'edificio o sovraccaricare la struttura accumulando terra sopra o contro di esso e i suoi annessi in modo pericoloso. Se il terriccio deve essere rimosso e successivamente rimesso in posizione, dovrà essere fornito uno spazio sufficiente per ammucchiarlo in modo sicuro.

L'abbellimento del paesaggio può essere richiesto anche presso stabilimenti industriali e servizi pubblici per motivi di sicurezza e ambientali. Attorno ad un impianto petrolchimico può essere necessario livellare il terreno o prevedere una particolare direzione di pendenza, eventualmente ricoprendo il terreno con pietrisco o cemento per impedire la crescita della vegetazione. D'altra parte, se l'abbellimento del paesaggio attorno a locali industriali è finalizzato a migliorare l'aspetto o motivi ambientali (ad esempio, per ridurre il rumore o nascondere una pianta antiestetica), può richiedere argini e l'erezione di schermi o la piantumazione di alberi. Autostrade e ferrovie oggi devono includere caratteristiche che riducano il rumore se si trovano vicino ad aree urbane o nascondano le operazioni se si trovano in aree sensibili dal punto di vista ambientale. L'abbellimento del paesaggio non è solo un ripensamento, perché oltre a migliorare l'aspetto dell'edificio o dell'impianto, può, a seconda della natura dello sviluppo, preservare l'ambiente e migliorare la sicurezza in generale. Pertanto, deve essere progettato e pianificato come parte integrante del progetto.

Demolizione

La demolizione è forse l'operazione di costruzione più pericolosa. Ha tutti i rischi di lavorare in quota e di essere colpito da materiali in caduta, ma viene eseguito in una struttura che è stata indebolita sia come parte della demolizione, sia a seguito di tempeste, danni prodotti da inondazioni, incendi, esplosioni o semplice usura. I pericoli durante la demolizione sono cadute, essere colpiti o seppelliti da materiale in caduta o dal crollo involontario della struttura, rumore e polvere. Uno dei problemi pratici nel garantire la salute e la sicurezza durante la demolizione è che può procedere molto rapidamente; con attrezzature moderne si può demolire moltissimo in un paio di giorni.

Ci sono tre modi principali per demolire una struttura: abbatterla a pezzi; abbatterlo o spingerlo verso il basso; o abbatterlo usando esplosivi. La scelta del metodo è dettata dalle condizioni della struttura, dall'ambiente circostante, dai motivi della demolizione e dal costo. L'uso di esplosivi di solito non è possibile quando altri edifici sono nelle vicinanze. La demolizione deve essere pianificata con la stessa cura di qualsiasi altro processo di costruzione. La struttura da demolire deve essere esaminata a fondo e devono essere ottenuti tutti i disegni, in modo che l'appaltatore della demolizione abbia a disposizione quante più informazioni possibili sulla natura della struttura, sul metodo di costruzione e sui materiali. L'amianto si trova comunemente negli edifici e in altre strutture che devono essere demolite e richiede appaltatori specializzati nella sua gestione.

La pianificazione del processo di demolizione dovrebbe garantire che la struttura non sia sovraccaricata o caricata in modo irregolare con detriti e che vi siano aperture adeguate per lo scarico dei detriti per una rimozione sicura. Se la struttura deve essere indebolita tagliando parti del telaio (soprattutto cemento armato o altri tipi di struttura altamente sollecitati) o asportando parti di un edificio come pavimenti o pareti interne, questo non deve indebolire la struttura in modo tale da poterla crollare inaspettatamente. Detriti e materiali di scarto dovrebbero essere pianificati in modo tale da poter essere rimossi o conservati in modo sicuro e appropriato; a volte il costo di un lavoro di demolizione dipende dal recupero di rottami o componenti preziosi.

Se la struttura deve essere demolita pezzo per pezzo (ovvero, smontata pezzo per pezzo), senza l'utilizzo di picconi e cesoie azionati a distanza, i lavoratori dovranno inevitabilmente eseguire il lavoro utilizzando utensili manuali o utensili elettrici portatili. Ciò significa che potrebbero dover lavorare in quota su pareti esposte o al di sopra di aperture create per consentire la caduta di detriti. Di conseguenza, saranno necessarie piattaforme di lavoro temporanee per impalcature. La stabilità di tali impalcature non deve essere compromessa dalla rimozione di parti della struttura o dalla caduta di detriti. Se le scale non sono più disponibili per l'uso da parte dei lavoratori perché l'apertura della tromba delle scale viene utilizzata per far scivolare i detriti, saranno necessarie scale esterne o impalcature.

La rimozione di punti, guglie o altri elementi alti sulla sommità degli edifici a volte viene eseguita in modo più sicuro dai lavoratori che operano da secchi appositamente progettati appesi al gancio di sicurezza di una gru.

Nella demolizione frammentaria, il metodo più sicuro è smontare l'edificio in una sequenza opposta a quella in cui è stato montato. I detriti devono essere rimossi regolarmente in modo che i luoghi di lavoro e l'accesso non vengano ostruiti.

Se la struttura deve essere spinta, trascinata o abbattuta, di solito viene pre-indebolita, con i rischi che ne derivano. L'abbattimento a volte viene eseguito rimuovendo pavimenti e pareti interne, fissando funi metalliche a punti forti sulle parti superiori dell'edificio e utilizzando un escavatore o un'altra macchina pesante per tirare la fune metallica. C'è un vero pericolo per le funi metalliche volanti se si rompono a causa del sovraccarico o del cedimento del punto di ancoraggio sull'edificio. Questa tecnica non è adatta per edifici molto alti. La spinta oltre, sempre dopo il pre-indebolimento, comporta l'uso di attrezzature pesanti come benne cingolate o spintori. Le cabine di tali apparecchiature dovrebbero essere schermate per evitare che i conducenti vengano feriti dalla caduta di detriti. Il sito non dovrebbe essere ostruito a tal punto da detriti caduti da creare instabilità per la macchina utilizzata per tirare o spingere l'edificio verso il basso.

balling

La forma più comune di demolizione (e se eseguita correttamente, per molti versi la più sicura) è l'"appallottolamento", utilizzando una sfera d'acciaio o di cemento sospesa a un gancio su una gru con un braccio sufficientemente robusto da resistere alle speciali sollecitazioni imposte dall'appallottolamento . Il braccio viene spostato lateralmente e la palla viene fatta oscillare contro il muro da demolire. Il pericolo principale è intrappolare la palla nella struttura o nei detriti, quindi tentare di districarla sollevando il gancio della gru. Ciò sovraccarica gravemente la gru e il cavo della gru o il braccio potrebbero guastarsi. Potrebbe essere necessario che un lavoratore si arrampichi fino al punto in cui la palla è incuneata e la liberi. Tuttavia, questo non dovrebbe essere fatto se c'è il rischio che quella parte dell'edificio crolli sul lavoratore. Un altro pericolo associato agli operatori di gru meno esperti è l'impalcatura eccessiva, in modo che parti indesiderate dell'edificio vengano accidentalmente abbattute.

Esplosivi

La demolizione con esplosivi può essere eseguita in sicurezza, ma deve essere attentamente pianificata ed eseguita solo da lavoratori esperti sotto la supervisione competente. A differenza degli esplosivi militari, lo scopo dell'esplosione per demolire un edificio non è quello di ridurre totalmente l'edificio a un cumulo di macerie. Il modo sicuro per farlo è, dopo il pre-indebolimento, non utilizzare più esplosivo di quello che abbatterà in sicurezza la struttura in modo che i detriti possano essere rimossi in sicurezza e recuperati. Gli appaltatori che eseguono il brillamento dovrebbero ispezionare la struttura, ottenere disegni e quante più informazioni possibili sul metodo di costruzione e sui materiali. Solo con queste informazioni è possibile determinare in primo luogo se l'esplosione è appropriata, dove devono essere collocate le cariche, quanto esplosivo deve essere utilizzato, quali misure possono essere necessarie per impedire l'espulsione di detriti e che tipo di zone di separazione saranno necessarie intorno al sito per proteggere i lavoratori e il pubblico. Se sono presenti numerose cariche esplosive, lo sparo elettrico con i detonatori sarà solitamente più pratico, ma i sistemi elettrici possono sviluppare guasti e per lavori più semplici l'uso del cavo del detonatore può essere più pratico e più sicuro. Gli aspetti dell'esplosione che richiedono un'attenta pianificazione preliminare sono ciò che deve essere fatto in caso di mancata accensione o se la struttura non cade come previsto e viene lasciata sospesa in un pericoloso stato di instabilità. Se il lavoro è vicino ad abitazioni, autostrade o sviluppi industriali, le persone nell'area dovrebbero essere avvertite; la polizia locale è solitamente coinvolta nello sgombero dell'area e nell'arresto del traffico pedonale e veicolare.

Strutture alte come torri televisive o torri di raffreddamento possono essere abbattute utilizzando esplosivi, a condizione che siano state pre-indebolite in modo da poter cadere in sicurezza.

I lavoratori della demolizione sono esposti a livelli di rumore elevati a causa di macchinari e strumenti rumorosi, detriti che cadono o esplosioni di esplosivi. Di solito è richiesta la protezione dell'udito. La polvere viene prodotta in grandi quantità mentre gli edifici vengono demoliti. Un'indagine preliminare dovrebbe accertare se e dove sono presenti piombo o amianto; se possibile, questi dovrebbero essere rimossi prima dell'inizio della demolizione. Anche in assenza di tali rischi notevoli, la polvere da demolizione è spesso irritante se non addirittura dannosa, e una maschera antipolvere approvata dovrebbe essere indossata se l'area di lavoro non può essere mantenuta bagnata per controllare la polvere.

La demolizione è sia sporca che faticosa, e dovrebbe essere fornito un alto livello di strutture assistenziali, inclusi servizi igienici, lavatoi, guardaroba sia per indumenti normali che per abiti da lavoro e un luogo dove ripararsi e consumare i pasti.

smontaggio

Lo smantellamento differisce dalla demolizione in quella parte della struttura o, più comunemente, un grande pezzo di macchinario o attrezzatura viene smontato e rimosso dal sito. Ad esempio, la rimozione di una parte o dell'intera caldaia da una centrale elettrica per sostituirla o la sostituzione di una campata di un ponte di travi in ​​acciaio è uno smantellamento piuttosto che una demolizione. I lavoratori coinvolti nello smantellamento tendono a fare una grande quantità di taglio ossiacetilenico o gas di lavori in acciaio, sia per rimuovere parti della struttura che per indebolirla. Possono usare esplosivi per rovesciare un oggetto dell'equipaggiamento. Usano macchinari per il sollevamento di carichi pesanti per rimuovere grandi travi o pezzi di macchinari.

In generale, i lavoratori impegnati in tali attività affrontano tutti gli stessi pericoli di caduta, caduta di cose su di loro, rumore, polvere e sostanze nocive che si incontrano nella demolizione vera e propria. Gli appaltatori che eseguono lo smantellamento richiedono una solida conoscenza delle strutture per garantire che vengano smontate in una sequenza che non provochi un crollo improvviso e inaspettato della struttura principale.

Lavoro sull'acqua

I lavori sopra e lungo l'acqua come nella costruzione e manutenzione di ponti, nei bacini e nei lavori di difesa marittima e fluviale presentano rischi speciali. Il pericolo può essere aumentato se l'acqua scorre o è soggetta a marea, anziché ferma; il rapido movimento dell'acqua rende più difficile il salvataggio di coloro che vi cadono dentro. Cadere in acqua presenta il rischio di annegamento (anche in acque poco profonde se la persona è ferita nella caduta così come l'ipotermia se l'acqua è fredda e l'infezione se è inquinato).

La prima precauzione consiste nell'impedire la caduta dei lavoratori, assicurandosi che vi siano passerelle adeguate e postazioni di lavoro con parapetti. Questi non dovrebbero essere bagnati e scivolosi. Se le passerelle non sono possibili, come forse nelle prime fasi di montaggio dell'acciaio, i lavoratori dovrebbero indossare imbracature e funi fissate a punti di ancoraggio sicuri. Questi dovrebbero essere integrati con reti di sicurezza appese sotto la postazione di lavoro. Dovrebbero essere fornite scale e funi di presa per aiutare i lavoratori caduti a risalire fuori dall'acqua, come, ad esempio, ai bordi delle banchine e delle difese marittime. Mentre i lavoratori non si trovano su una piattaforma adeguatamente sbarrata con parapetti o stanno viaggiando da e verso il loro posto di lavoro, dovrebbero indossare aiuti al galleggiamento. I salvagenti anulari e le cime di salvataggio devono essere posizionati a intervalli regolari lungo il bordo dell'acqua.

Il lavoro nelle banchine, la manutenzione dei fiumi e le difese marittime comportano spesso l'uso di chiatte per trasportare impianti di palificazione ed escavatori per rimuovere il materiale dragato. Tali chiatte sono equivalenti a piattaforme di lavoro e dovrebbero avere parapetti di protezione, salvagenti anulari e funi di salvataggio e afferraggio adeguati. L'accesso sicuro dalla riva, dal molo o dal lato del fiume dovrebbe essere fornito sotto forma di passerelle o passerelle con parapetti. Questo dovrebbe essere organizzato in modo da adattarsi in modo sicuro con i mutevoli livelli dell'acqua di marea.

Dovrebbero essere disponibili imbarcazioni di salvataggio, dotate di funi di presa e con salvagenti anulari e funi di salvataggio a bordo. Se l'acqua è fredda o corrente, le barche dovrebbero essere costantemente equipaggiate, dovrebbero essere motorizzate e pronte a svolgere immediatamente una missione di soccorso. Se l'acqua è inquinata da effluenti industriali o fognature, dovrebbero essere presi accordi per trasportare coloro che cadono in tali acque in un centro medico o in ospedale per cure immediate. L'acqua nelle aree urbane può essere contaminata dall'urina dei ratti, che può infettare le abrasioni cutanee aperte, causando la malattia di Weil.

I lavori sull'acqua vengono spesso eseguiti in luoghi soggetti a forti venti, pioggia battente o condizioni di ghiaccio. Questi aumentano il rischio di cadute e perdita di calore. Il maltempo può rendere necessario interrompere il lavoro, anche nel bel mezzo di un turno; per evitare un'eccessiva perdita di calore può essere necessario integrare i normali indumenti protettivi per il tempo umido o freddo con biancheria intima termica.

Lavoro subacqueo

immersione

L'immersione è una forma specializzata di lavoro sott'acqua. I pericoli affrontati dai subacquei sono annegamento, malattia da decompressione (o "curve"), ipotermia dal freddo e rimanere intrappolati sott'acqua. Le immersioni possono essere necessarie durante la costruzione o la manutenzione di moli, difese marittime e fluviali e su moli e spalle di ponti. È spesso richiesto in acque dove la visibilità è scarsa o in luoghi dove c'è il rischio di impigliamento per il subacqueo e la sua attrezzatura. Le immersioni possono essere effettuate dalla terraferma o da una barca. Se il lavoro richiede un solo subacqueo, sarà necessaria almeno una squadra di tre persone per motivi di sicurezza. Il team è composto dal subacqueo in acqua, da un subacqueo di riserva completamente attrezzato pronto a entrare immediatamente in acqua in caso di emergenza e da un supervisore subacqueo responsabile. Il supervisore dell'immersione dovrebbe trovarsi in una posizione sicura a terra o nell'imbarcazione da cui deve avvenire l'immersione.

L'immersione a profondità inferiori a 50 m viene solitamente effettuata da subacquei che indossano mute umide (cioè mute che non escludono l'acqua) e indossano un autorespiratore subacqueo con maschera facciale aperta (es. attrezzatura da immersione SCUBA). A profondità superiori a 50 m o in acque molto fredde, sarà necessario che i subacquei indossino mute riscaldate da una fornitura di acqua calda pompata e maschere subacquee chiuse e attrezzatura per respirare non aria compressa ma aria più una miscela di gas (vale a dire, immersioni con miscele di gas). I subacquei devono indossare un'idonea linea di sicurezza ed essere in grado di comunicare con la superficie ed in particolare con il proprio supervisore subacqueo. I servizi di emergenza locali devono essere avvisati dall'appaltatore che l'immersione deve aver luogo.

Sia i subacquei che le attrezzature richiedono esami e test. I subacquei dovrebbero essere addestrati secondo uno standard nazionale o internazionale riconosciuto, in primo luogo e sempre per le immersioni con aria e in secondo luogo per le immersioni con miscele di gas se ciò deve avvenire. Dovrebbero essere tenuti a fornire prove scritte del completamento con successo di un corso di addestramento subacqueo. I subacquei dovrebbero sottoporsi a una visita medica annuale con un medico esperto in medicina iperbarica. Ogni subacqueo dovrebbe avere un diario di bordo personale in cui è tenuta una registrazione dei dati fisici e delle sue immersioni. Se un subacqueo è stato sospeso dall'immersione a causa di problemi fisici, anche questo dovrebbe essere registrato nel registro. Un subacqueo in sospensione non dovrebbe essere autorizzato a immergersi o agire come subacqueo di riserva. Ai subacquei dovrebbe essere chiesto dal loro supervisore subacqueo se stanno bene, specialmente se hanno qualche malattia respiratoria, prima di potersi immergere. L'attrezzatura subacquea, le mute, le cinture, le corde, le maschere, le bombole e le valvole devono essere controllate ogni giorno prima dell'uso.

Il funzionamento soddisfacente della bombola e delle valvole a domanda dovrebbe essere dimostrato dai subacquei per il loro supervisore subacqueo.

In caso di incidente o altri motivi per l'improvvisa ascesa di un subacqueo in superficie, lui o lei potrebbe sperimentare le curve o essere a rischio di esse e richiedere di essere ricompresso. Per questo motivo è auspicabile che prima dell'inizio dell'immersione si trovi il luogo in cui si trova una camera di decompressione medica o di altro tipo adatta ai subacquei. I responsabili della camera dovrebbero essere avvisati del fatto che sono in corso le immersioni. Dovrebbero essere disponibili disposizioni per il trasporto rapido di subacquei che necessitano di decompressione.

A causa della loro formazione e attrezzatura, oltre a tutto il supporto necessario per la sicurezza, l'uso dei subacquei è molto costoso, eppure la quantità di tempo in cui lavorano effettivamente sul letto del fiume può essere limitata. Per questi motivi ci sono tentazioni da parte degli appaltatori di immersioni di utilizzare subacquei non addestrati o dilettanti o una squadra di sommozzatori carente di numeri e attrezzature. Per le immersioni nelle costruzioni dovrebbero essere utilizzati solo appaltatori subacquei affidabili e particolare attenzione deve essere prestata alla selezione di subacquei che affermano di essere stati addestrati in altri paesi in cui gli standard potrebbero essere inferiori.

cassoni

I cassoni sono piuttosto come grandi casseruole capovolte i cui bordi poggiano sul letto del porto o del fiume. A volte vengono utilizzati cassoni aperti che, come suggerisce il nome, hanno una parte superiore aperta. Sono usati a terra per affondare un pozzo in un terreno soffice. Il bordo inferiore del cassone viene affilato, gli operai scavano all'interno del cassone e affonda nel terreno man mano che il terreno viene rimosso, creando così il pozzo. Cassoni aperti simili vengono utilizzati in acque poco profonde, ma la loro profondità può essere estesa aggiungendo sezioni in cima mentre il cassone affonda nel fiume o nel letto del porto. I cassoni aperti si basano sul pompaggio per controllare l'ingresso di acqua e terra nella base del cassone. Per un lavoro ancora più profondo, dovrà essere utilizzato un cassone chiuso. L'aria compressa viene pompata al suo interno per spostare l'acqua e gli operai possono entrare attraverso una camera di equilibrio, solitamente in cima, e scendere a lavorare in aria su quel letto. I lavoratori sono in grado di lavorare sott'acqua ma sono liberati dai vincoli di indossare attrezzature subacquee e la visibilità è molto migliore. I pericoli nel lavoro a cassone “pneumatico” sono le pieghe e, come in tutti i tipi di cassone compreso il più semplice cassone aperto, annegamento se l'acqua entra nel cassone a causa di cedimenti strutturali o perdita di pressione dell'aria. A causa del rischio di ingresso di acqua, i mezzi di fuga come le scale fino al punto di ingresso dovrebbero essere sempre disponibili sia nei cassoni aperti che in quelli pneumatici.

I cassoni devono essere ispezionati quotidianamente prima di essere utilizzati da qualcuno competente ed esperto nel lavoro dei cassoni. I cassoni possono essere sollevati e abbassati come unità singole mediante attrezzature di sollevamento pesanti, oppure possono essere costruiti con componenti nell'acqua. La costruzione dei cassoni dovrebbe essere sotto la supervisione di una persona altrettanto competente.

Tunnel sott'acqua

Lo scavo di gallerie, se eseguito in terreni porosi sott'acqua, potrebbe dover essere eseguito sotto aria compressa. L'infissione di tunnel per i sistemi di trasporto pubblico nei centri urbani sotto i fiumi è una pratica diffusa, a causa della mancanza di spazio fuori terra e di considerazioni ambientali. Il funzionamento dell'aria compressa sarà il più limitato possibile a causa della sua pericolosità e inefficienza.

I tunnel sott'acqua in terreno poroso saranno rivestiti con anelli di cemento o ghisa e stuccati. Ma nella direzione effettiva in cui viene scavato il tunnel e nel breve tratto in cui vengono posizionati gli anelli del tunnel, non ci sarà una superficie sufficientemente impermeabile perché il lavoro proceda senza qualche mezzo per tenere fuori l'acqua. Il lavoro ad aria compressa può ancora essere utilizzato per la testata del tunnel e l'anello o il segmento che posiziona parte del processo di guida e rivestimento del tunnel. I lavoratori coinvolti nell'azionamento della testata (ovvero su una TBM che aziona la testa di taglio rotante) o che utilizzano utensili manuali, e quelli che azionano l'attrezzatura per il posizionamento di anelli e segmenti, dovranno passare attraverso una camera di equilibrio. Il resto del tunnel ora rivestito non richiederà di essere compresso, e quindi ci sarà un più facile transito di personale e materiali.

I tunneller che devono lavorare in aria compressa affrontano lo stesso rischio delle curve dei subacquei e dei lavoratori dei cassoni. La camera d'equilibrio che dà accesso ai meccanismi dell'aria compressa dovrebbe essere completata da una seconda camera d'aria attraverso la quale passano i lavoratori alla fine del turno per essere decompressi. Se c'è una sola camera di equilibrio, questo può creare colli di bottiglia ed essere anche pericoloso. I pericoli sorgono se i lavoratori non vengono decompressi sufficientemente lentamente alla fine del loro turno o se la mancanza di capacità della camera di equilibrio ostacola l'ingresso di attrezzature vitali nelle lavorazioni sotto pressione. Le camere di decompressione e le camere di decompressione dovrebbero essere sotto la supervisione di una persona competente esperta nel tunneling ad aria compressa e nella corretta decompressione.

 

Di ritorno

Venerdì, Gennaio 14 2011 15: 52

tranciatura

Le trincee sono spazi confinati solitamente scavati per seppellire le utenze o per posizionare i basamenti. Le trincee sono normalmente più profonde che larghe, misurate sul fondo, e di solito sono profonde meno di 6 m; sono anche conosciuti come scavi poco profondi. Uno spazio confinato è definito come uno spazio sufficientemente ampio da consentire a un lavoratore di entrare ed eseguire il lavoro, ha mezzi limitati di entrata e uscita e non è progettato per un'occupazione continua. Dovrebbero essere fornite diverse scale per consentire ai lavoratori di sfuggire alla trincea.

In genere le trincee sono aperte solo per minuti o ore. Le pareti di qualsiasi trincea alla fine crolleranno; è solo una questione di tempo. L'apparente stabilità a breve termine è una tentazione per un appaltatore di mandare i lavoratori in una trincea pericolosa nella speranza di rapidi progressi e guadagni finanziari. Ne possono derivare la morte o lesioni gravi e mutilazioni.

Oltre ad essere esposti alla possibilità di crollare le pareti delle trincee, i lavoratori nelle trincee possono essere feriti o uccisi dall'inghiottimento in acqua o liquami, esposizione a gas pericolosi o ossigeno ridotto, cadute, caduta di attrezzature o materiali, contatto con cavi elettrici tagliati e soccorso improprio.

Ad esempio, i crolli rappresentano almeno il 2.5% dei decessi annuali correlati al lavoro negli Stati Uniti. L'età media dei lavoratori uccisi nelle trincee negli Stati Uniti è di 33 anni. Spesso un giovane è intrappolato da un crollo e altri lavoratori tentano di salvarlo. Con tentativi di salvataggio falliti, la maggior parte dei morti sono aspiranti soccorritori. Le squadre di emergenza addestrate al soccorso in trincea devono essere contattate immediatamente in caso di crollo.

Le ispezioni di routine delle pareti della trincea e dei sistemi di protezione dei lavoratori sono essenziali. Le ispezioni devono essere effettuate giornalmente prima dell'inizio dei lavori e dopo qualsiasi evento, come temporali, vibrazioni o rotture di tubi, che possono aumentare i rischi. Di seguito sono riportate le descrizioni dei pericoli e come prevenirli.

Crollo del muro della trincea

La principale causa di decessi legati allo scavo di trincee è il crollo dei muri delle trincee, che possono schiacciare o soffocare i lavoratori.

Le pareti della trincea possono essere indebolite da attività all'esterno ma vicino a una trincea. I carichi pesanti non devono essere posizionati sul bordo del muro. Le trincee non devono essere scavate vicino a strutture, come edifici o ferrovie, perché lo scavo può minare le strutture e indebolire le fondamenta, provocando il crollo delle strutture e delle pareti della trincea. Nelle fasi di progettazione si dovrebbe ricercare un'assistenza ingegneristica competente. Non deve essere consentito ai veicoli di avvicinarsi troppo vicino ai lati di una trincea; dovrebbero essere presenti tronchi di arresto o terrapieni per impedire ai veicoli di farlo.

Tipi di suolo e ambiente

La corretta selezione di un sistema di protezione dei lavoratori dipende dal suolo e dalle condizioni ambientali. La resistenza del suolo, la presenza di acqua e vibrazioni provenienti da attrezzature o fonti vicine influenzano la stabilità delle pareti della trincea. I terreni precedentemente scavati non riacquistano mai la loro forza. L'accumulo di acqua in una trincea, indipendentemente dalla profondità, segnala la situazione più pericolosa.

Il terreno deve essere classificato e la scena della costruzione valutata prima di selezionare un adeguato sistema di protezione dei lavoratori. Un piano di sicurezza e salute del progetto dovrebbe affrontare condizioni e pericoli unici legati al progetto.

I suoli possono essere suddivisi in due gruppi principali: coesivi e granulari. I terreni coesivi contengono un minimo del 35% di argilla e non si rompono se arrotolati in fili lunghi 50 mm e di 3 mm di diametro e tenuti da un'estremità. Con terreni coesivi, le pareti delle trincee rimarranno verticali per brevi periodi di tempo. Questi suoli sono responsabili di tante morti per crollo come qualsiasi altro suolo, perché il suolo sembra stabile e spesso non vengono prese precauzioni.

I terreni granulari sono costituiti da limo, sabbia, ghiaia o materiale più grosso. Questi suoli mostrano un'apparente coesione quando sono bagnati (effetto castello di sabbia); più fine è la particella, maggiore è la coesione apparente. Quando sono sommersi o asciutti, tuttavia, i terreni granulari più grossolani collasseranno immediatamente ad un angolo stabile, da 30 a 45°, a seconda della loro angolarità o rotondità delle particelle.

Tutela del lavoratore

pendenza previene il cedimento della trincea rimuovendo il peso (del terreno) che può portare all'instabilità della trincea. La pendenza, compresa la panca (inclinazione eseguita in una serie di gradini), richiede un'ampia apertura nella parte superiore di una trincea. L'angolo di una pendenza dipende dal suolo e dall'ambiente, ma le pendenze vanno da 0.75 orizzontale: 1 verticale a 1.5 orizzontale: 1 verticale. La pendenza di 1.5 orizzontale: 1 verticale è arretrata di 1.5 m per lato in alto per ogni metro di profondità. Anche la minima pendenza è vantaggiosa. Tuttavia, i requisiti di larghezza dei pendii spesso rendono impraticabile questo approccio nei cantieri.

puntellamento può essere utilizzato per tutte le condizioni. Una sponda è costituita da un montante su ciascun lato di una trincea, con controventi in mezzo (vedi figura 1). Le sponde aiutano a prevenire il crollo del muro della trincea esercitando forze verso l'esterno su un muro della trincea. Salta le coste sono costituiti da montanti verticali e controventi trasversali con inarcamento del terreno tra; si usano nelle argille, i terreni più coesivi. Le sponde non devono distare più di 2 m l'una dall'altra. Distanze maggiori tra i controventi possono essere raggiunte utilizzando balze (o correnti) per tenere in posizione i montanti (vedi figura 2). Chiudi lenzuolo è utilizzato in terreni granulari e coesivi più deboli; le pareti della trincea sono interamente ricoperte da teli (vedi figura 3). Le lamiere possono essere in legno, metallo o fibra di vetro; i fogli di trincea in acciaio sono comuni. Lenzuola strette viene utilizzato quando si incontra acqua corrente o infiltrante. I teli stretti impediscono all'acqua di erodere e portare particelle di terreno in una trincea. Un sistema di puntellazione deve essere sempre mantenuto aderente al terreno per evitare il collasso. I controventi possono essere in legno oa vite, martinetti idraulici o pneumatici. Il Galles può essere di legno o di metallo. 

Immagine 1. Le sponde sono costituite da montanti su ciascun lato di una trincea con controventi trasversali in mezzo

CCE075F1

Immagine 2. Il Galles mantiene i montanti in posizione, consentendo una maggiore distanza tra le traverse 

CCE075F2

Immagine 3. Il rivestimento chiuso viene utilizzato nei terreni granulari 

CCE075F3

Scudi, o trench box, sono dispositivi di protezione individuale di grandi dimensioni; non impediscono il crollo del muro della trincea ma proteggono i lavoratori che si trovano all'interno. Gli scudi sono generalmente realizzati in acciaio o alluminio e la loro dimensione varia comunemente da circa 1 m a 3 m di altezza e da 2 a 7 m di lunghezza; molte altre dimensioni sono disponibili. Gli scudi possono essere impilati uno sopra l'altro (figura 4). I sistemi di protezione devono essere in atto contro i movimenti pericolosi degli scudi in caso di crollo del muro della trincea. Un modo è riempire su entrambi i lati di uno scudo. 

Figura 4. Gli scudi proteggono i lavoratori dal crollo del muro della trincea 

CCE075F4

Sono disponibili nuovi prodotti che uniscono le qualità di una sponda e di uno scudo; alcuni dispositivi sono utilizzabili in terreni particolarmente pericolosi. Le unità scudo-banchina possono essere utilizzate come scudi statici o possono fungere da puntello esercitando forze idrauliche o meccaniche sulla parete della trincea. Le unità più piccole sono particolarmente utili quando si riparano rotture nelle condutture delle utenze nelle strade cittadine. Le unità massicce con pannelli di schermatura possono essere forzate nel terreno con mezzi meccanici o idraulici. Il terreno viene quindi scavato dall'interno dello scudo.

Annegamento

Si consigliano diversi passaggi per evitare l'inghiottimento da parte di acqua o liquami in una trincea. In primo luogo, i servizi noti dovrebbero essere contattati prima di scavare per sapere dove si trovano i tubi dell'acqua (e altri). In secondo luogo, le valvole dell'acqua che alimentano i tubi nella trincea dovrebbero essere chiuse. Vanno evitati crolli che rompono le condutture idriche o provocano accumuli di acqua o liquami. Tutti i tubi di servizio e le altre apparecchiature di servizio devono essere supportati.

Gas e fumi mortali e ossigeno insufficiente

Le atmosfere nocive possono portare alla morte o lesioni dei lavoratori derivanti da mancanza di ossigeno, incendio o esplosione o esposizioni tossiche. Tutte le atmosfere di trincea in cui sono presenti o sospette condizioni anomale devono essere testate. Ciò è particolarmente vero intorno a immondizia sepolta, caveau, serbatoi di carburante, tombini, paludi, processori chimici e altre strutture che possono rilasciare gas o fumi mortali o esaurire l'ossigeno nell'aria. Gli scarichi delle macchine edili devono essere dispersi.

La qualità dell'aria dovrebbe essere determinata con strumenti esterni alla trincea. Questo può essere fatto abbassando un metro o la sua sonda nella trincea. L'aria nelle trincee dovrebbe essere testata nel seguente ordine. Innanzitutto, l'ossigeno deve essere compreso tra il 19.5 e il 23.5%. In secondo luogo, l'infiammabilità o l'esplosività non devono essere superiori al 10% dei limiti inferiori di infiammabilità o esplosività (LFL o LEL). In terzo luogo, i livelli di sostanze potenzialmente tossiche, come l'idrogeno solforato, dovrebbero essere confrontati con le informazioni pubblicate. (Negli Stati Uniti, una fonte è il National Institute for Occupational Safety and Health Guida tascabile ai rischi chimici, che fornisce i limiti di esposizione ammissibili (PEL)). Se l'atmosfera è normale, i lavoratori possono entrare. La ventilazione può correggere un'atmosfera anomala, ma il monitoraggio deve continuare. Le fognature e spazi simili in cui l'aria cambia costantemente di solito richiedono (o dovrebbero richiedere) una procedura di autorizzazione all'ingresso. Le procedure di autorizzazione all'ingresso richiedono attrezzature complete e un team di tre persone: un supervisore, un assistente e un concorrente.

Cadute e altri pericoli

Le cadute dentro e all'interno delle trincee possono essere prevenute fornendo mezzi sicuri e frequenti per entrare e uscire da una trincea, passerelle o ponti sicuri dove i lavoratori o le attrezzature sono autorizzati o obbligati ad attraversare trincee e barriere adeguate per impedire ad altri lavoratori o astanti o alle attrezzature di avvicinarsi una trincea.

La caduta di attrezzature o materiali può causare morte o lesioni per colpi alla testa e al corpo, schiacciamento e soffocamento. Il cumulo di detriti deve essere mantenuto ad almeno 0.6 m dal bordo di una trincea, deve essere prevista una barriera che impedisca al terreno e al materiale roccioso di rotolare nella trincea. Anche tutti gli altri materiali, come i tubi, devono essere impediti di cadere o rotolare in una trincea. Ai lavoratori non deve essere consentito di lavorare sotto carichi sospesi o carichi movimentati da attrezzature di scavo.

Tutte le utenze devono essere contrassegnate prima dello scavo per evitare folgorazione o gravi ustioni causate dal contatto con linee elettriche sotto tensione. I bracci dell'attrezzatura non devono essere azionati vicino a linee elettriche aeree; se necessario, le linee aeree devono essere messe a terra o rimosse.

Spesso, un decesso o un grave infortunio in una trincea è aggravato da un tentativo di salvataggio mal concepito. La vittima ei soccorritori possono rimanere intrappolati e sopraffatti da gas mortali, fumi o mancanza di ossigeno; affogato; o mutilati da macchine o funi di salvataggio. Queste tragedie composte possono essere prevenute seguendo un piano di sicurezza e salute. Attrezzature come misuratori di aria, pompe dell'acqua e ventilatori devono essere ben mantenuti, correttamente assemblati e disponibili sul posto di lavoro. La direzione dovrebbe formare e richiedere ai lavoratori di seguire pratiche di lavoro sicure e di indossare tutti i dispositivi di protezione individuale necessari.

 

Di ritorno

Venerdì, Gennaio 14 2011 16: 05

Strumenti

Gli strumenti sono particolarmente importanti nei lavori di costruzione. Sono usati principalmente per mettere insieme cose (es. martelli e pistole sparachiodi) o per smontarle (es. martelli pneumatici e seghe). Gli strumenti sono spesso classificati come utensili a mano più utensili elettrici. Gli utensili manuali includono tutti gli strumenti non elettrici, come martelli e pinze. Gli utensili elettrici sono suddivisi in classi, a seconda della fonte di alimentazione: utensili elettrici (azionati da elettricità), utensili pneumatici (azionati da aria compressa), utensili a combustibile liquido (solitamente alimentati a benzina), utensili azionati da polvere (solitamente alimentati da un esplosivo e azionato come una pistola) e strumenti idraulici (azionati dalla pressione di un liquido). Ogni tipo presenta alcuni problemi di sicurezza unici.

Utensili a mano includono una vasta gamma di strumenti, dalle asce alle chiavi. Il pericolo principale degli utensili manuali è di essere colpiti dall'utensile o da un pezzo del materiale su cui si sta lavorando. Le lesioni agli occhi sono molto comuni a causa dell'uso di utensili manuali, poiché un pezzo di legno o metallo può volare via e depositarsi nell'occhio. Alcuni dei problemi principali sono l'utilizzo dello strumento sbagliato per il lavoro o uno strumento che non è stato sottoposto a corretta manutenzione. La dimensione dello strumento è importante: alcune donne e uomini con mani relativamente piccole hanno difficoltà con strumenti grandi. Strumenti poco affilati possono rendere il lavoro molto più difficile, richiedere più forza e causare più infortuni. Uno scalpello con una testa a fungo potrebbe frantumarsi all'impatto e far volare i frammenti. È anche importante avere una superficie di lavoro adeguata. Il taglio del materiale con un'angolazione scomoda può provocare una perdita di equilibrio e lesioni. Inoltre, gli utensili manuali possono produrre scintille che possono innescare esplosioni se il lavoro viene svolto intorno a liquidi o vapori infiammabili. In questi casi sono necessari strumenti antiscintilla, come quelli in ottone o alluminio.

Utensili elettrici, in generale, sono più pericolosi degli utensili manuali, perché la potenza dell'utensile è aumentata. I maggiori pericoli degli utensili elettrici sono l'avvio accidentale e lo scivolamento o la perdita dell'equilibrio durante l'uso. La fonte di alimentazione stessa può causare lesioni o morte, ad esempio, a causa di elettrocuzione con utensili elettrici o esplosioni di benzina da utensili a combustibile liquido. La maggior parte degli utensili elettrici ha una protezione per proteggere le parti mobili mentre l'utensile non è in funzione. Queste guardie devono essere funzionanti e non forzate. Una sega circolare portatile, ad esempio, dovrebbe avere una protezione superiore che copra la metà superiore della lama e una protezione inferiore retrattile che copra i denti mentre la sega non è in funzione. La protezione retrattile dovrebbe tornare automaticamente a coprire la metà inferiore della lama quando l'utensile ha finito di lavorare. Gli utensili elettrici spesso dispongono anche di interruttori di sicurezza che spengono l'utensile non appena viene rilasciato un interruttore. Altri strumenti hanno fermi che devono essere innestati prima che lo strumento possa funzionare. Un esempio è uno strumento di fissaggio che deve essere premuto contro la superficie con una certa pressione prima che scatti.

Uno dei principali rischi di utensili elettrici è il rischio di folgorazione. Un filo sfilacciato o uno strumento che non ha una messa a terra (che dirige il circuito elettrico a terra in caso di emergenza) può provocare il passaggio di elettricità attraverso il corpo e la morte per folgorazione. Ciò può essere evitato utilizzando strumenti a doppio isolamento (fili isolati in un alloggiamento isolato), strumenti con messa a terra e interruttori di circuito di guasto a terra (che rileveranno una perdita di elettricità da un filo e spegneranno automaticamente l'utensile); non utilizzare mai utensili elettrici in luoghi umidi o bagnati; e indossando guanti isolanti e calzature di sicurezza. I cavi di alimentazione devono essere protetti da abusi e danni.

Altri tipi di utensili elettrici includono utensili con mola abrasiva motorizzata, come mole per molatura, taglio o lucidatura, che presentano il rischio di frammenti volanti che fuoriescono dalla mola. La ruota deve essere testata per assicurarsi che non sia incrinata e non si rompa durante l'uso. Dovrebbe girare liberamente sul suo mandrino. L'utente non deve mai stare direttamente davanti alla ruota durante l'avviamento, in caso di rottura. La protezione degli occhi è essenziale quando si utilizzano questi strumenti.

Utensili pneumatici includono cippatrici, trapani, martelli e levigatrici. Alcuni utensili pneumatici sparano i dispositivi di fissaggio ad alta velocità e pressione sulle superfici e, di conseguenza, presentano il rischio di sparare i dispositivi di fissaggio contro l'utente o altri. Se l'oggetto da fissare è sottile, il dispositivo di fissaggio potrebbe attraversarlo e colpire qualcuno a distanza. Questi strumenti possono anche essere rumorosi e causare la perdita dell'udito. I tubi dell'aria devono essere ben collegati prima dell'uso per evitare che si stacchino e si muovano. Anche i tubi dell'aria devono essere protetti da abusi e danni. Le pistole ad aria compressa non devono mai essere puntate contro nessuno o contro se stessi. Dovrebbero essere richieste protezioni per gli occhi, il viso e l'udito. Gli utenti di martello pneumatico dovrebbero anche indossare una protezione per i piedi nel caso in cui questi strumenti pesanti cadano.

Strumenti alimentati a gas presentare rischi di esplosione del carburante, in particolare durante il rifornimento. Dovrebbero essere riempiti solo dopo essere stati chiusi e lasciati raffreddare. Se vengono riempiti in uno spazio chiuso, deve essere fornita una ventilazione adeguata. L'uso di questi strumenti in uno spazio chiuso può anche causare problemi dovuti all'esposizione al monossido di carbonio.

Strumenti azionati da polvere sono come pistole cariche e devono essere utilizzate solo da personale appositamente addestrato. Non dovrebbero mai essere caricati fino a poco prima dell'uso e non dovrebbero mai essere lasciati carichi e incustoditi. Lo sparo richiede due movimenti: portare lo strumento in posizione e premere il grilletto. Gli strumenti azionati dalla polvere dovrebbero richiedere almeno 5 libbre (2.3 kg) di pressione contro la superficie prima che possano essere sparati. Questi strumenti non devono essere utilizzati in atmosfere esplosive. Non dovrebbero mai essere puntati contro nessuno e dovrebbero essere ispezionati prima di ogni utilizzo. Questi strumenti dovrebbero avere uno scudo di sicurezza all'estremità della volata per impedire il rilascio di frammenti volanti durante lo sparo. Gli strumenti difettosi devono essere immediatamente messi fuori servizio e contrassegnati o bloccati per assicurarsi che nessun altro li utilizzi fino a quando non vengono riparati. Gli strumenti di fissaggio a polvere non devono essere sparati nel materiale in cui il dispositivo di fissaggio potrebbe passare e colpire qualcuno, né questi strumenti devono essere utilizzati vicino a un bordo in cui il materiale potrebbe scheggiarsi e rompersi.

Utensili idraulici devono utilizzare un fluido resistente al fuoco e funzionare a pressioni sicure. Un martinetto dovrebbe avere un meccanismo di sicurezza per evitare che venga sollevato troppo in alto e dovrebbe mostrare il suo limite di carico ben visibile. I martinetti devono essere posizionati su una superficie piana, centrati, appoggiati su una superficie piana e applicare la forza in modo uniforme per essere utilizzati in sicurezza.

In generale, gli strumenti dovrebbero essere ispezionati prima dell'uso, essere ben mantenuti, essere utilizzati secondo le istruzioni del fabbricante ed essere utilizzati con sistemi di sicurezza (ad es. protezioni). Gli utenti dovrebbero avere DPI adeguati, come occhiali di sicurezza.

Gli utensili possono presentare altri due pericoli che spesso vengono trascurati: vibrazioni, distorsioni e stiramenti. Gli utensili elettrici presentano un notevole rischio di vibrazioni per i lavoratori. L'esempio più noto è la vibrazione della motosega, che può provocare la malattia del "dito bianco", in cui i nervi e i vasi sanguigni delle mani sono danneggiati. Altri utensili elettrici possono presentare esposizioni pericolose alle vibrazioni per i lavoratori edili. Per quanto possibile, i lavoratori e gli appaltatori dovrebbero acquistare strumenti in cui le vibrazioni sono state smorzate o ridotte; i guanti antivibranti non hanno dimostrato di risolvere questo problema.

Strumenti mal progettati possono anche contribuire all'affaticamento dovuto a posture o prese scomode, che a loro volta possono anche portare a incidenti. Molti strumenti non sono progettati per l'uso da parte di lavoratori mancini o individui con mani piccole. L'uso dei guanti può rendere più difficile impugnare correttamente un utensile e richiede una presa più stretta degli utensili elettrici, che può provocare un affaticamento eccessivo. L'uso di strumenti da parte dei lavoratori edili per lavori ripetitivi può anche portare a disturbi traumatici cumulativi, come la sindrome del tunnel carpale o la tendinite. L'uso dello strumento giusto per il lavoro e la scelta di strumenti con le migliori caratteristiche di progettazione che si sentono più a proprio agio nella mano durante il lavoro possono aiutare a evitare questi problemi.

 

Di ritorno

Pagina 1 di 2

" DISCLAIMER: L'ILO non si assume alcuna responsabilità per i contenuti presentati su questo portale Web presentati in una lingua diversa dall'inglese, che è la lingua utilizzata per la produzione iniziale e la revisione tra pari del contenuto originale. Alcune statistiche non sono state aggiornate da allora la produzione della 4a edizione dell'Enciclopedia (1998)."

Contenuti