Martedì, Febbraio 15 2011 21: 29

Rischi biologici

Vota questo gioco
(0 voti )

“Un materiale biologico pericoloso può essere definito come un materiale biologico capace di autoreplicarsi che può causare effetti nocivi su altri organismi, specialmente sull'uomo” (American Industrial Hygiene Association 1986).

Batteri, virus, funghi e protozoi sono tra i materiali biologici pericolosi che possono danneggiare il sistema cardiovascolare attraverso il contatto intenzionale (introduzione di materiali biologici legati alla tecnologia) o non intenzionale (contaminazione non legata alla tecnologia dei materiali di lavoro). Le endotossine e le micotossine possono svolgere un ruolo in aggiunta al potenziale infettivo del microrganismo. Possono esse stesse essere una causa o un fattore che contribuisce allo sviluppo di una malattia.

Il sistema cardiovascolare può reagire come complicazione di un'infezione con una partecipazione d'organo localizzata: vasculite (infiammazione dei vasi sanguigni), endocardite (infiammazione dell'endocardio, principalmente da batteri, ma anche da funghi e protozoi; la forma acuta può seguire forma subacuta con generalizzazione di un'infezione), miocardite (infiammazione del muscolo cardiaco, causata da batteri, virus e protozoi), pericardite (infiammazione del pericardio, che di solito accompagna la miocardite) o pancardite (comparsa simultanea di endocardite, miocardite e pericardite) o essere trascinato nel suo insieme in una malattia generale sistemica (sepsi, shock settico o tossico).

La partecipazione del cuore può comparire durante o dopo l'effettiva infezione. Come meccanismi patologici dovrebbero essere considerati la colonizzazione diretta dei germi oi processi tossici o allergici. Oltre al tipo e alla virulenza dell'agente patogeno, l'efficienza del sistema immunitario gioca un ruolo nel modo in cui il cuore reagisce a un'infezione. Le ferite infette da germi possono indurre una mio o endocardite con, ad esempio, streptococchi e stafilococchi. Ciò può interessare praticamente tutti i gruppi professionali dopo un incidente sul lavoro.

Il novanta per cento di tutti i casi di endocardite rintracciati può essere attribuito a streptococchi o stafilococchi, ma solo una piccola parte di questi a infezioni correlate a incidenti.

La tabella 1 fornisce una panoramica delle possibili malattie infettive legate all'occupazione che colpiscono il sistema cardiovascolare.

Tabella 1. Panoramica delle possibili malattie infettive legate all'occupazione che colpiscono il sistema cardiovascolare

Malattia

Effetto sul cuore

Occorrenza/frequenza degli effetti sul cuore in caso di malattia

Gruppi a rischio occupazionale

AIDS / HIV

Miocardite, Endocardite, Pericardite

42% (Blanc et al. 1990); infezioni opportunistiche ma anche dal virus HIV stesso come miocardite linfocitica (Beschorner et al. 1990)

Il personale dei servizi sanitari e assistenziali

Aspergillosi

L'endocardite

Raro; tra quelli con sistema immunitario soppresso

Agricoltori

brucellosi

Endocardite, miocardite

Raro (Groß, Jahn e Schölmerich 1970; Schulz e Stobbe 1981)

Addetti al confezionamento della carne e alla zootecnia, allevatori, veterinari

Malattia di Chagas

Miocardite

Dati variabili: 20% in Argentina (Acha e Szyfres 1980); 69% in Cile (Arribada et al. 1990); 67% (Higuchi et al. 1990); morbo di Chagas cronico sempre con miocardite (Gross, Jahn e Schölmerich 1970)

Viaggiatori d'affari in Centro e Sud America

Coxsackiesvirus

Miocardite, pericardite

Dal 5% al ​​15% con virus Coxsackie-B (Reindell e Roskamm 1977)

Personale dei servizi sanitari e assistenziali, addetti alle fognature

Citomegalia

Miocardite, pericardite

Estremamente raro, specialmente tra quelli con sistema immunitario soppresso

Personale che lavora con i bambini (soprattutto bambini piccoli), nei reparti di dialisi e trapianti

Difterite

Miocardite, Endocardite

Con difterite localizzata dal 10 al 20%, più comune con D. progressiva (Gross, Jahn e Schölmerich 1970), soprattutto con sviluppo tossico

Personale che lavora con i bambini e nei servizi sanitari

echinococcosi

Miocardite

Raro (Riecker 1988)

Lavoratori forestali

Infezioni da virus Epstein-Barr

Miocardite, pericardite

Raro; soprattutto tra quelli con sistema immunitario difettoso

Personale sanitario e assistenziale

Erisipeloide

L'endocardite

Dati variabili da rari (Gross, Jahn e Schölmerich 1970; Riecker 1988) al 30% (Azofra et al. 1991)

Addetti al confezionamento della carne, alla lavorazione del pesce, pescatori, veterinari

Filariasia

Miocardite

Raro (Riecker 1988)

Viaggiatori d'affari in aree endemiche

Tifo tra le altre rickettsiosi (esclusa la febbre Q)

Miocardite, Vasculite dei piccoli vasi

I dati variano, a causa del patogeno diretto, della tossicità o della riduzione della resistenza durante la risoluzione della febbre

Viaggiatori d'affari in aree endemiche

Meningoencefalite di inizio estate

Miocardite

Raro (Sundermann 1987)

Lavoratori forestali, giardinieri

Febbre gialla

Danno tossico ai vasi (Gross, Jahn e Schölmerich 1970), Miocardite

Raro; con casi gravi

Viaggiatori d'affari in aree endemiche

Febbre emorragica (Ebola, Marburg, Lassa, Dengue, ecc.)

Miocardite e sanguinamenti endocardici attraverso emorragia generale, insufficienza cardiovascolare

Nessuna informazione disponibile

Dipendenti dei servizi sanitari nelle aree colpite e in laboratori speciali e addetti alla zootecnia

Influenza

Miocardite, emorragie

Dati che variano da rari a frequenti (Schulz e Stobbe 1981)

Dipendenti del servizio sanitario

Epatite

Miocardite (Gross, Willensand Zeldis 1981; Schulzand Stobbe 1981)

Raro (Schulz e Stobbe 1981)

Addetti alla sanità e alla previdenza, lavoratori delle fognature e delle acque reflue

Legionellosi

Pericardite, Miocardite, Endocardite

Se si verifica, probabilmente raro (Gross, Willens e Zeldis 1981)

Personale addetto alla manutenzione di condizionatori, umidificatori, vasche idromassaggio, personale infermieristico

leishmaniosi

Miocardite (Reindell e Roskamm 1977)

Con leishmaniosi viscerale

Viaggiatori d'affari in aree endemiche

Leptospirosi (forma itterica)

Miocardite

Infezione patogena tossica o diretta (Schulz e Stobbe 1981)

Lavoratori delle fognature e delle acque reflue, lavoratori dei mattatoi

Listerellosi

L'endocardite

Molto raro (listeriosi cutanea predominante come malattia professionale)

Allevatori, veterinari, addetti alla lavorazione della carne

La malattia di Lyme

Nello stadio 2: Miocardite Pancardite Nello stadio 3: Cardite cronica

8% (Mrowietz 1991) o 13% (Shadick et al. 1994)

Lavoratori forestali

Malaria

Miocardite

Relativamente frequente con la malaria tropicale (Sundermann 1987); infezione diretta dei capillari

Viaggiatori d'affari in aree endemiche

Morbillo

Miocardite, pericardite

Raro

Personale del servizio sanitario e che lavora con i bambini

Afta epizootica

Miocardite

Molto raro

Agricoltori, addetti alla zootecnia (soprattutto con artiodattili)

Parotite

Miocardite

Raro: meno dello 0.2-0.4% (Hofmann 1993)

Personale del servizio sanitario e che lavora con i bambini

Infezioni da micoplasma-polmonite

Miocardite, pericardite

Raro

Personale sanitario e assistenziale

Ornitosi/Psittacosi

Miocardite, Endocardite

Raro (Kaufmann e Potter 1986; Schulz e Stobbe 1981)

Allevatori di uccelli ornamentali e pollame, addetti ai negozi di animali, veterinari

Paratifo

Miocardite interstiziale

Soprattutto tra gli anziani e molto malati come danni tossici

Operatori di aiuto allo sviluppo nei tropici e subtropicali

Poliomielite

Miocardite

Comune nei casi gravi nella prima e nella seconda settimana

Dipendenti del servizio sanitario

Febbre Q.

Miocardite, Endocardite, Pericardite

Possibile invecchiare 20 dopo la malattia acuta (Behymer e Riemann 1989); dati da raro (Schulz e Stobbe 1981; Sundermann 1987) a 7.2% (Conolly et al. 1990); più frequente (68%) tra febbre Q cronica con sistema immunitario debole o cardiopatie preesistenti (Brouqui et al. 1993)

Operatori zootecnici, veterinari, allevatori, possibilmente anche addetti ai macelli e caseifici

Rosolia

Miocardite, pericardite

Raro

Dipendenti del servizio sanitario e dell'assistenza all'infanzia

Febbre ricorrente

Miocardite

Nessuna informazione disponibile

Viaggiatori d'affari e operatori sanitari nelle zone tropicali e subtropicali

Scarlattina e altre infezioni streptococciche

Miocardite, Endocardite

Nell'1-2.5% di febbre reumatica come complicanza (Dökert 1981), poi nel 30-80% di cardite (Sundermann 1987); Dal 43 al 91% (al-Eissa 1991)

Personale del servizio sanitario e che lavora con i bambini

La malattia del sonno

Miocardite

Raro

Viaggiatori d'affari in Africa tra i 20° paralleli meridionali e settentrionali

Toxoplasmosi

Miocardite

Raro, soprattutto tra quelli con un sistema immunitario debole

Persone con contatto professionale con animali

Tubercolosi

Miocardite, pericardite

Miocardite specialmente in combinazione con tubercolosi miliare, pericardite con alta prevalenza di tubercolosi fino al 25%, altrimenti 7% (Sundermann 1987)

Dipendenti del servizio sanitario

Tifo addominale

Miocardite

Tossico; 8% (Bavdekar et al. 1991)

Addetti allo sviluppo, personale nei laboratori microbiologici (soprattutto laboratori di feci)

Varicella, Herpes zoster

Miocardite

Raro

Dipendenti del servizio sanitario e che lavorano con i bambini

 

Di ritorno

Leggi 6016 volte Ultima modifica lunedì 13 giugno 2022 00:11
Altro in questa categoria: « Materiale chimico pericoloso

" DISCLAIMER: L'ILO non si assume alcuna responsabilità per i contenuti presentati su questo portale Web presentati in una lingua diversa dall'inglese, che è la lingua utilizzata per la produzione iniziale e la revisione tra pari del contenuto originale. Alcune statistiche non sono state aggiornate da allora la produzione della 4a edizione dell'Enciclopedia (1998)."

Contenuti

Riferimenti del sistema cardiovascolare

Acha, P e B Szyfres. 1980. Zoonosi e malattie trasmissibili comuni all'uomo e agli animali. Washington, DC: Ufficio regionale dell'OMS.

al-Eissa, YA. 1991. Febbre reumatica acuta durante l'infanzia in Arabia Saudita. Ann Trop Paediat 11(3):225-231.

Alfredsson, L, R Karasek e T Theorell. 1982. Rischio di infarto miocardico e ambiente di lavoro psicosociale: un'analisi della forza lavoro svedese maschile. Soc Sci Med 16:463-467.

Alfredsson, L, CL Spetz, e T Theorell. 1985. Tipo di occupazione e ricovero prossimo futuro per infarto del miocardio (MI) e alcune altre diagnosi. Int J Epidemiol 14:378-388.

Altura, BM. 1993. Effetti extraurali dell'esposizione cronica al rumore sulla pressione sanguigna, sulla microcircolazione e sugli elettroliti nei ratti: modulazione di Mg2+. In Lärm und Krankheit [Rumore e malattia], a cura di H Ising e B Kruppa. Stoccarda: Gustav Fischer.

Altura, BM, BT Altura, A Gebrewold, H Ising e T Gunther. 1992. Ipertensione e magnesio indotti dal rumore nei ratti: relazione con la microcircolazione e il calcio. JAppl Physiol 72:194-202.

Associazione americana per l'igiene industriale (AIHA). 1986. Rischi biologici: manuale di riferimento. Akron, Ohio: AIHA.

Arribada, A, W Apt, X Aguilera, A Solari, and J Sandoval. 1990. Cardiopatia di Chagas nella prima regione del Cile. Studio clinico, epidemiologico e parassitologico. Revista Médica de Chile 118(8):846-854.

Aro, S e J Hasan. 1987. Classe occupazionale, stress psicosociale e morbilità. Ann Clin Ris 19:62-68.

Atkins, EH e EL Baker. 1985. Esacerbazione della malattia coronarica dovuta all'esposizione professionale al monossido di carbonio: un rapporto di due decessi e una revisione della letteratura. Am J Ind Med 7:73-79.

Azofra, J, R Torres, JL Gómez Garcés, M Górgolas, ML Fernández Guerrero e M Jiménez Casado. 1991. Endocardite da erysipelothrix rhusiopathiae. Estudio de due casos y revisión de la literatura [Endocarditis for erysipelothrix rhusiopathiae. Studio di due casi e revisione della letteratura. Enfermedades Infecciosas y Microbiologia Clinica 9(2):102-105.

Baron, JA, JM Peters, DH Garabrant, L Bernstein e R Krebsbach. 1987. Il fumo come fattore di rischio nella perdita dell'udito indotta dal rumore. J Occup Med 29:741-745.

Bavdekar, A, M Chaudhari, S Bhave e A Pandit. 1991. Ciprofloxacina nella febbre tifoide. Ind J Pediatr 58(3):335-339.

Behymer, D e HP Riemann. 1989. Infezione da Coxiella burnetii (febbre Q). J Am Vet Med Assoc 194:764-767.

Berlino, JA e GA Colditz. 1990. Una meta-analisi dell'attività fisica nella prevenzione della malattia coronarica. Am J Epidemiol 132:612-628.

Bernhardt, J.H. 1986. Effetti biologici dei campi magnetici statici ea frequenza estremamente bassa. Monaco di Baviera: MMV Medizin Verlag.

—. 1988. Stabilimento di limiti dipendenti dalla frequenza per i campi elettrici e magnetici e valutazione degli effetti indiretti. Radiat Environ Biophys 27: 1-27.

Beschorner, WE, K Baughman, RP Turnicky, GM Hutchins, SA Rowe, AL Kavanaugh-McHugh, DL Suresch e A Herskowitz. 1990. Patologia della miocardite associata all'HIV e immunopatologia. Am J Pathol 137(6):1365-1371.

Blanc, P, P Hoffman, JF Michaels, E Bernard, H Vinti, P Morand e R Loubiere. 1990. Coinvolgimento cardiaco nei portatori del virus dell'immunodeficienza umana. Rapporto di 38 casi. Annales de cardiologie et d'angiologie 39(9):519-525.

Bouchard, C, RJ Shephard e T Stephens. 1994. Attività fisica, forma fisica e salute. Champaign, Ill: cinetica umana.

Bovenzi, M. 1990. Stimolazione autonomica e attività riflessa cardiovascolare nella sindrome mano-braccio-vibrazione. Kurume Med J 37:85-94.

Briazgounov, IP. 1988. Il ruolo dell'attività fisica nella prevenzione e nel trattamento delle malattie non trasmissibili. Statistica mondiale sulla salute Q 41:242-250.

Brouqui, P, HT Dupont, M Drancourt, Y Berland, J Etienne, C Leport, F Goldstein, P Massip, M Micoud, A Bertrand 1993. Febbre Q cronica. Novantadue casi dalla Francia, inclusi 27 casi senza endocardite. Arch Int Med 153(5):642-648.

Brusis, OA e H. Weber-Falkensammer (a cura di). 1986. Handbuch der Koronargruppenbetreuung
[Manuale di cura del gruppo coronarico]. Erlangen: Perimed.

Carter, Paesi Bassi. 1988. Risposta della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna negli equipaggi di armi di artiglieria media. Med J Australe 149:185-189.

Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. 1993. Focus sulla salute pubblica: attività fisica e prevenzione delle malattie coronariche. Morb Mortal Weekly Rep 42:669-672.

Clark, RP e OG Edholm. 1985. L'uomo e il suo ambiente termale. Londra: Edward Arnold.

Conolly, JH, PV Coyle, AA Adgey, HJ O'Neill e DM Simpson. 1990. Febbre Q clinica nell'Irlanda del Nord 1962-1989. Ulster MedJ 59(2):137-144.

Curwen, M. 1991. Mortalità invernale in eccesso: un fenomeno britannico? Tendenze sanitarie 22:169-175.
Curwen, M e T Devis. 1988. Mortalità invernale, temperatura e influenza: il rapporto è cambiato negli ultimi anni? Tendenze della popolazione 54:17-20.

DeBacker, G, M Kornitzer, H Peters e M Dramaix. 1984. Relazione tra ritmo di lavoro e fattori di rischio coronarico. Eur Cuore J 5 Suppl. 1:307.

DeBacker, SOL, M Kornitzer, M Dramix, H Peeters e F Kittel. 1987. Orario di lavoro irregolare e livelli lipidici negli uomini. In Expanding Horizons in Atherosclerosis Research, a cura di G Schlierf e H Mörl. Berlino: Springer.

Dökert, B. 1981. Grundlagen der Infektionskrankheiten für medizinische Berufe [Fondamenti di malattie infettive per la professione medica]. Berlino: Volk und Wissen.

Douglas, AS, TM Allan e JM Rawles. 1991. Composizione della stagionalità della malattia. Scott Med J 36:76-82.

Dukes-Dobos, FN. 1981. Rischi di esposizione al calore. Scand J Ambiente di lavoro Salute 7:73.

Dupuis, H e W Cristo. 1966. Sul comportamento vibrante dello stomaco sotto l'influenza della vibrazione sinusoidale e stocastica. Int J Appl Physiol Occup Physiol 22:149-166.

Dupuis, H e G Zerlett. 1986. Gli effetti delle vibrazioni di tutto il corpo. Berlino: Springer.

Dupuis, H, E Christ, DJ Sandover, W Taylor e A Okada. 1993. Atti della 6a Conferenza internazionale sulle vibrazioni mano-braccio, Bonn, Repubblica federale di Germania, 19-22 maggio 1992. Essen: Druckzentrum Sutter & Partner.

Edwards, FC, RI McCallum e PJ Taylor. 1988. Idoneità al lavoro: gli aspetti medici. Oxford: Università di Oxford. Premere.

Eiff, AW v. 1993. Aspetti selezionati delle risposte cardiovascolari allo stress acuto. Lärm und Krankheit [Rumore e malattia], a cura di H Ising e B Kruppa. Stoccarda: Gustav Fischer.

Fajen, J, B Albright e SS Leffingwell. 1981. Un'indagine trasversale sull'igiene medica e industriale dei lavoratori esposti al disolfuro di carbonio. Scand J Ambiente di lavoro Salute 7 Suppl. 4:20-27.

Färkkilä, M, I Pyykkö, e E Heinonen. 1990. Stress da vibrazione e sistema nervoso autonomo. Kurume Med J 37:53-60.

Fisher, LD e DC Tucker. 1991. L'esposizione al rumore del getto d'aria aumenta rapidamente la pressione sanguigna nei giovani ratti ipertesi borderline. J Ipertensione 9:275-282.

Frauendorf, H, U Kobryn e W Gelbrich. 1992. [Reazioni circolatorie alle sollecitazioni fisiche degli effetti del rumore rilevanti per la medicina del lavoro (in tedesco)]. In Arbeitsmedizinische Aspekte der Arbeits (-zeit) organization [Aspetti di medicina del lavoro dell'organizzazione del posto di lavoro e dell'orario di lavoro], a cura di R Kreutz e C Piekarski. Stoccarda: Gentner.

Frauendorf, H, U Kobryn, W Gelbrich, B Hoffman e U Erdmann. 1986. [Esami ergometrici sui diversi gruppi muscolari e sui loro effetti sulla frequenza del battito cardiaco e sulla pressione sanguigna (in tedesco).] Zeitschrift für klinische Medizin 41:343-346.

Frauendorf, H, G Caffier, G Kaul e M Wawrzinoszek. 1995. Modelluntersuchung zur Erfassung und Bewertung der Wirkung kombinierter physischer und psychischer Belastungen auf Funktionen des Herz-Kreislauf-Systems (Schlußbericht) [Modello di ricerca sulla considerazione e valutazione degli effetti degli stress fisici e psichici combinati sulle funzioni del sistema cardiovascolare
(Rapporto finale)]. Bremerhaven: Wirtschaftsverlag NW.

Fritze, E e KM Müller. 1995. Herztod und akuter Myokardinfarkt nach psychischen oder physischen Belastungen—Kausalitätsfragen und Versicherungsrecht. Versicherungsmedizin 47:143-147.

Gamberale, F. 1990. Effetti fisiologici e psicologici dell'esposizione a campi magnetici ea frequenza estremamente bassa sull'uomo. Scand J Ambiente di lavoro Salute 16 Suppl. 1:51-54.

Gemne, G. 1992. Fisiopatologia e patogenesi dei disturbi nei lavoratori che utilizzano strumenti vibranti portatili. In Hand-Arm Vibration: A Comprehensive Guide for Occupational Health Professionals, a cura di PL Pelmear, W Taylor e DE Wasserman. New York: Van Nostrand Reinhold.
—. 1994. Dov'è la frontiera della ricerca per le vibrazioni mano-braccio? Scand J Work Environ Health 20, numero speciale: 90-99.

Gemne, G e W Taylor. 1983. Vibrazioni mano-braccio e sistema nervoso autonomo centrale. Atti del Simposio Internazionale, Londra, 1983. J Low Freq Noise Vib numero speciale.

Gierke, HE e CS Harris. 1990. Sulla potenziale associazione tra esposizione al rumore e malattie cardiovascolari. In Noise As a Public Health Problem, a cura di B Berglund e T Lindvall. Stoccolma: Consiglio svedese per la ricerca edilizia.

Glantz, SA e WW Parmley. 1995. Fumo passivo e malattie cardiache. GIAMA 273:1047-1053.

Glasgow, RE, JR Terborg, JF Hollis, HH Severson e MB Shawn. 1995. Take Heart: risultati della fase iniziale di un programma di benessere in cantiere. Am J Sanità pubblica 85: 209-216.

Gomel, M, B Oldenberg, JM Sumpson e N Owen. 1993. Riduzione del rischio cardiovascolare sul posto di lavoro: uno studio randomizzato di valutazione del rischio per la salute, istruzione, consulenza e incentivi. Am J Sanità pubblica 83:1231-1238.

Gordon, DJ, J Hyde e DC Trost. 1988. Variazione ciclica stagionale nei livelli plasmatici di lipidi e lipoproteine: il gruppo placebo della prova di prevenzione primaria coronarica delle cliniche di ricerca sui lipidi. JClin Epidemiol 41:679-689.

Griffin, MJ, 1990. Manuale delle vibrazioni umane. Londra: accademico.

Gross, R, D Jahn e P Schölmerich (a cura di). 1970. Lehrbuch der Inneren Medizin [Libro di testo di medicina interna]. Stoccarda: Schattauer.

Gross, D, H Willens e St Zeldis. 1981. Miocardite nella malattia del legionario. Petto 79(2):232-234.

Halhuber, C e K Traencker (a cura di). 1986. Die Koronare Herzkrankheit—eine Herausforderung an Politik und Gesellschaft [Malattia coronarica: una sfida politica e sociale]. Erlangen: Perimed.

Härenstam, A, T Theorell, K Orth-Gomer, UB Palm e AL Unden. 1987. Lavoro a turni, latitudine decisionale e attività ectopica ventricolare: uno studio sugli elettrocardiogrammi di 24 ore nel personale carcerario svedese. Stress da lavoro 1:341-350.

Harris, JS. 1994. Promozione della salute nei luoghi di lavoro. In Medicina del Lavoro, a cura di C Zenz. St Louis: Mosby.

Harrison, DW e PL Kelly. 1989. Differenze di età nelle prestazioni cardiovascolari e cognitive in condizioni di rumore. Abilità percettive e motorie 69: 547-554.

Heinemann, L. 1993. MONICA East Germany Data Book. Berlino: ZEG.

Helmert, U, S Shea e U Maschewsky-Schneider. 1995. Classe sociale e cambiamenti dei fattori di rischio di malattie cardiovascolari nella Germania occidentale 1984-1991. EurJ Pub Health 5:103-108.

Heuchert, G e G Enderlein. 1994. Registri professionali in Germania: diversità nell'approccio e nell'impostazione. In Garanzia di qualità dei servizi di medicina del lavoro. Bremerhaven: Wirtschaftsverlag NW.
Higuchi, M de L, CF DeMorais, NV Sambiase, AC Pereira-Barretto, G Bellotti e F Pileggi. 1990. Criteri istopatologici della miocardite: uno studio basato su cuore normale, cuore chagasico e cardiomiopatia dilatativa. Circul giapponese J 54(4):391-400.

Hinderliter, AL, AF Adams, CJ Price, MC Herbst, G Koch e DS Sheps. 1989. Effetti dell'esposizione di monossido di carbonio a basso livello sulle aritmie ventricolari a riposo e indotte dall'esercizio in pazienti con malattia coronarica e nessuna ectopia basale. Arch Environ Health 44(2):89-93.

Hofmann, F (a cura di). 1993. Infektiologie—Diagnostik Therapie Prophylaxe—Handbuch und Atlas für Klinik und Praxis [Infectology—Diagnostik Therapy Prophylaxis—Handbook and Atlas for Clinic and Practice]. Landsberg: Ecomed.

Ilmarinen, J. 1989. Lavoro e salute cardiovascolare: punto di vista della fisiologia occupazionale. Anna Med 21:209-214.

Ising, H e B Kruppa. 1993. Lärm und Krankheit [Rumore e malattia]. Atti del Simposio Internazionale “Noise and Disease”, Berlino, 26-28 settembre 1991. Stoccarda: Gustav Fischer.

Janssen, H. 1991. Zur Frage der Effektivität und Effizienz betrieblicher Gesundheitsförderung—Ergebnisse einer Literatur recherche [Sulla questione dell'efficacia e dell'efficienza della ricerca sanitaria aziendale—Risultati di una ricerca bibliografica]. Zeitschrift für Präventivmedizin und Gesundheitsförderung 3:1-7.

Jegaden, D, C LeFuart, Y Marie e P Piquemal. 1986. Contribution à l'étude de la relation bruit-hypertension artérielle à propos de 455 marins de commerce agés de 40 à 55 ans. Arch mal prof (Parigi) 47:15-20.

Kaji, H, H Honma, M Usui, Y Yasuno e K Saito. 1993. Analisi di 24 casi di sindrome del martello ipotenare osservati tra i lavoratori esposti alle vibrazioni. In Proceedings of 6th International Conference on Hand-Arm-Vibration, a cura di H Dupuis, E Christ, DJ Sandover, W Taylor e A Okade. Essen: Druckzentrum Sutter.

Kannel, WB, A Belanger, R D'Agostino e I Israel. 1986. Attività fisica e richiesta fisica sul posto di lavoro e rischio di malattie cardiovascolari e morte: The Framingham Study. Sono il cuore G 112:820-825.

Karasek, RA e T Theorell. 1990. Lavoro sano. New York: libri di base.

Karnaukh, NG, GA Petrow, CG Mazai, MN Zubko e ER Doroklin. 1990. [La temporanea perdita di capacità lavorativa nei lavoratori nelle officine calde dell'industria metallurgica a causa di malattie degli organi circolatori (in russo)]. Vracebnoe delo 7:103-106.

Kaufmann, AF e ME Potter. 1986. Psittacosi. Malattie respiratorie professionali, a cura di JA Merchant. Pubblicazione n. 86-102. Washington, DC: NIOSH.

Kawahara, J, H Sano, H Fukuzaki, H Saito e J Hirouchi. 1989. Effetti acuti dell'esposizione al freddo sulla pressione sanguigna, sulla funzione piastrinica e sull'attività nervosa simpatica nell'uomo. Am J Ipertensione 2:724-726.

Keatinge, WR, SRW Coleshaw, JC Eaton et al. 1986. Aumento della conta piastrinica e dei globuli rossi, viscosità del sangue e livelli di colesterolo plasmatico durante lo stress da calore e mortalità per trombosi coronarica e cerebrale. Am J Med 81: 795-800.

Khaw, KT. 1995. Temperatura e mortalità cardiovascolare. Lancetta 345: 337-338.

Kleinman, MT, DM Davidson, RB Vandagriff, VJ Caiozzo e JL Whittenberger. 1989. Effetti dell'esposizione a breve termine al monossido di carbonio in soggetti con malattia coronarica. Arch Environ Health 44(6):361-369.

Kloetzel, K, AE de Andrale, J Falleiros, JC Pacheco. 1973. Relazione tra ipertensione ed esposizione prolungata al calore. J Occup Med 15: 878-880.

Knave, B. 1994. Campi elettrici e magnetici e risultati sulla salute: una panoramica. Scand J Work Environ Health 20, numero speciale: 78-89.

Knutsson, A. 1989. Rapporti tra trigliceridi sierici e gamma-glutamiltransferasi tra lavoratori a turni e giornalieri. G Int Med 226:337-339.

Knutsson, A, TÅkerstedt, BG Jonsson, and K Orth-Gomer. 1986. Aumento del rischio di cardiopatia ischemica nei turnisti. Lancetta 2:89-92.

Kornhuber, HH e G Lisson. 1981. Bluthochdruck—sind Industriestressoren, Lärm oder Akkordarbeit wichtige Ursachen? Deutsche medizinische Wochenschrift 106:1733-1736.

Kristensen, TS. 1989. Malattie cardiovascolari e ambiente di lavoro. Scand J Ambiente di lavoro Salute 15:245-264.

—. 1994. Malattie cardiovascolari e ambiente di lavoro. In Encyclopedia of Environmental Control Technology, a cura di PN Cheremisinoff. Houston: Golfo.

—. 1995. Il modello di supporto del controllo della domanda: sfide metodologiche per la ricerca futura. Medicina dello stress 11:17-26.

Kunst, AE, CWN Looman e JP Mackenbach. 1993. Temperatura dell'aria esterna e mortalità nei Paesi Bassi: un'analisi delle serie temporali. Am J Epidemiol 137:331-341.

Landsbergis, PA, SJ Schurman, BA Israel, PL Schnall, MK Hugentobler, J Cahill e D Baker. 1993. Stress da lavoro e malattie cardiache: prove e strategie per la prevenzione. Nuove Soluzioni :42-58.

Lavie, P, N Chillag, R Epstein, O Tzischinsky, R Givon, S Fuchs e B Shahal. 1989. Disturbi del sonno nei turnisti: come marker per la sindrome da disadattamento. Stress da lavoro 3:33-40.

Lebedeva, NV, ST Alimova e FB Efendiev. 1991. [Studio sulla mortalità tra i lavoratori esposti al microclima di riscaldamento (in russo)]. Gigiena truda i professionalnye zabolevanija 10:12-15.

Lennernäs, M, TÅkerstedt e L Hambraeus. 1994. Alimentazione notturna e colesterolo sierico dei lavoratori a tre turni. Scand J Ambiente di lavoro Salute 20:401-406.

Levi, L. 1972. Stress e disagio in risposta a stimoli psicosociali. Acta Med Scand Suppl. 528.

—. 1983. Stress e malattie coronariche: cause, meccanismi e prevenzione. Atto Nerv Super 25:122-128.

Lloyd, EL. 1991. Il ruolo del freddo nella cardiopatia ischemica: una revisione. Salute pubblica 105:205-215.

Mannebach, H. 1989. [Gli ultimi 10 anni hanno migliorato le possibilità di prevenire la malattia coronarica? (in tedesco)]. J Prev Med Salute Res 1:41-48.

Marmotta, M e T Theorell. 1991. Classe sociale e malattie cardiovascolari: il contributo del lavoro. In The Psychosocial Work Environment, a cura di TV Johnson e G Johannson. Amityville: Baywood.

Marshall, M e P Bilderling. 1984. [The Hypothenar-Hammer syndrome e importante diagnosi differenziale sulla malattia del dito bianco correlata alle vibrazioni (in tedesco)]. In Neurotoxizität von Arbeitsstoffen. Kausalitätsprobleme beim Berufskrebs. Vibrazione. [Neurotossicità da sostanze sul posto di lavoro. Causality Problems with Occupational Cancer], a cura di H. Konietzko e F. Schuckmann. Stoccarda: Gentner.

Michalak, R, H Ising, e E Rebentisch. 1990. Effetti circolatori acuti del rumore di volo militare a bassa quota. Int Arch Occup Environ Health 62:365-372.

Mielck, A. 1994. Krankheit und sociale Ungleichheit. Opladen: Leske & Budrich.

Millar, K e MJ Acciai. 1990. Vasocostrizione periferica sostenuta durante il lavoro in continuo rumore intenso. Aviat Space Environ Med 61:695-698.

Mittleman, MA, M Maclure, GH Tofler, JB Sherwood, RJ Goldberg e JE Muller. 1993. Innesco di infarto miocardico acuto da sforzo fisico pesante. New Engl J Med 329:1677-1683.
Morris, JN, JA Heady e PAB Raffle. 1956. Physique of London busmen: Epidemiology of uniforms. Lancetta 2:569-570.

Morris, JN, A Kagan, DC Pattison, MJ Gardner e PAB Raffle. 1966. Incidenza e previsione della cardiopatia ischemica negli autobus di Londra. Lancetta 2:553-559.

Moulin, JJ, P Wild, B Mantout, M Fournier-Betz, JM Mur e G Smagghe. 1993. Mortalità per cancro ai polmoni e malattie cardiovascolari tra i lavoratori della produzione di acciaio inossidabile. Il cancro causa il controllo 4:75-81.

Mrowietz, U. 1991. Klinik und Therapie der Lyme-Borreliose. Informationen über Infektionen [Clinica e terapia della borreliosi di Lyme. Information on Infections-Scientific Conference, Bonn, 28-29 giugno 1990]. Basilea: Editiones Roches.

Murza, G e U Laaser. 1990, 1992. Hab ein Herz für Dein Herz [Abbi un cuore per il tuo cuore]. Gesundheitsförderung [Ricerca sanitaria]. vol. 2 e 4. Bielefeld: IDIS.

Istituto Nazionale di Cuore, Polmone e Sangue. 1981. Controllo per la pressione sanguigna nell'ambiente di lavoro, Università del Michigan. Washington, DC: ufficio stampa del governo degli Stati Uniti.

Neild, PJ, P Syndercombe-Court, WR Keatinge, GC Donaldson, M Mattock e M Caunce. 1994. Aumenti indotti dal freddo nella conta degli eritrociti, nel colesterolo plasmatico e nel fibrinogeno plasmatico delle persone anziane senza un aumento paragonabile della proteina C o del fattore X. Clin Sci Mol Med 86:43-48.

Nurminen, M e S Hernberg. 1985. Effetti dell'intervento sulla mortalità cardiovascolare dei lavoratori esposti al solfuro di carbonio: un follow-up di 15 anni. Brit J Ind Med 42:32-35.

Olsen, N. 1990. Iperreattività del sistema nervoso simpatico centrale nel dito bianco indotto da vibrazioni. Kurume MedJ 37:109-116.

Olsen, N e TS Kristensen. 1991. Impatto dell'ambiente di lavoro sulle malattie cardiovascolari in Danimarca. J Epidemiol Community Health 45:4-10.

Orth-Gomer, K. 1983. Intervento sui fattori di rischio coronarico adattando un programma di lavoro a turni alla ritmicità biologica. Psychosom Med 45:407-415.

Paffenbarger, RS, ME Laughlin, AS Gima e RA Black. 1970. Attività lavorativa degli scaricatori di porto in relazione alla morte per malattia coronarica e ictus. New Engl J Med 282:1109-1114.

Pan, WH, LA Li e MJ Tsai. 1995. Temperature estreme e mortalità per malattia coronarica e infarto cerebrale nei cinesi anziani. Lancetta 345:353-355.

Parrot, J, JC Petiot, JP Lobreau e HJ Smolik. 1992. Effetti cardiovascolari del rumore impulsivo, del rumore del traffico stradale e del rumore rosa intermittente a LAeq=75 dB, in funzione del sesso, dell'età e del livello di ansia: uno studio comparativo. Int Arch Occup Environ Health 63:477-484;485-493.

Pate, RR, M Pratt, SN Blair, WL Haskell, et al. 1995. Attività fisica e salute pubblica. Una raccomandazione dei Centers for Disease Control and Prevention e dell'American College of Sports Medicine. GIAMA 273:402-407.

Pelmear, PL, W Taylor e DE Wasserman (a cura di). 1992. Vibrazioni mano-braccio: una guida completa per i professionisti della medicina del lavoro. New York: Van Nostrand Reinhold.

Petiot, JC, J Parrot, JP Lobreau e JH Smolik. 1988. Differenze individuali nelle risposte cardiovascolari al rumore intermittente nelle femmine umane. Int J Psicofisiolo 6:99-109;111-123.

Pillsburg, HC. 1986. Ipertensione, iperlipoproteinemia, esposizione cronica al rumore: esiste sinergia nella patologia cocleare? Laringoscopio 96:1112-1138.

Powell, KE, PD Thompson, CJ Caspersen e JS Kendrick. 1987. L'attività fisica e l'incidenza della malattia coronarica. Ann Rev Pub Salute 8: 253-287.

Rebentisch, E, H Lange-Asschenfeld, e H Ising (a cura di). 1994. Gesundheitsgefahren durch Lärm: Kenntnisstand der Wirkungen von arbeitslärm, Umweltlärm und lanter Musik [Rischi per la salute dovuti al rumore: stato della conoscenza degli effetti del rumore sul posto di lavoro, del rumore ambientale e della musica ad alto volume]. Monaco di Baviera: MMV, Medizin Verlag.

Redmond, CK, J Gustin e E Kamon. 1975. Esperienza di mortalità a lungo termine dei lavoratori siderurgici: VIII. Modelli di mortalità dei lavoratori siderurgici a focolare aperto. J Occup Med 17:40-43.

Redmond, CK, JJ Emes, S Mazumdar, PC Magee e E Kamon. 1979. Mortalità dei lavoratori siderurgici impiegati in lavori a caldo. J Environ Pathol Toxicol 2:75-96.

Reindell, H e H Roskamm (a cura di). 1977. Herzkrankheiten: Pathophysiologie, Diagnostik, Therapie
[Malattie cardiache: fisiopatologia, diagnostica, terapia]. Berlino: Springer.

Riecker, G (a cura di). 1988. Therapie innerer Krankheiten [Terapia delle malattie interne]. Berlino: Springer.

Rogot, E e SJ Padgett. 1976. Associazioni di mortalità coronarica e ictus con temperatura e nevicate in aree selezionate degli Stati Uniti 1962-1966. Am J Epidemiol 103:565-575.

Romon, M, MC Nuttens, C Fievet, P Pot, JM Bard, D Furon e JC Fruchart. 1992. Aumento dei livelli di trigliceridi nei turnisti. Am J Med 93:259-262.

Rutenfranz, J, P Knauth, e D Angersbach. 1981. Problemi di ricerca sul lavoro a turni. In Ritmi biologici, sonno e lavoro a turni, a cura di LC Johnson, DI Tepas, WP Colquhoun e MJ Colligan. New York: Spettro.

Saltin, B. 1992. Stile di vita sedentario: un rischio per la salute sottovalutato. G Int Med 232:467-469.
Schnall, PL, PA Landsbergis e D Baker. 1994. Sforzo di lavoro e malattie cardiovascolari. Ann Rev Pub Salute 15: 381-411.

Schulz, FH e H Stobbe (a cura di). 1981. Grundlagen und Klinik innerer Erkrankungen [Fondamenti e clinica delle malattie interne]. vol. III. Berlino: Volk e Gesundheit.

Schwarze, S e SJ Thompson. 1993. Ricerca sugli effetti fisiologici non uditivi del rumore dal 1988: revisione e prospettive. In Bruit et Santé [Noise and Man '93: Noise As a Public Health Problem], a cura di M Vallet. Arcueil: ist. national de recherche sur les transports et leur securité.

Siegrist, J. 1995. Crisi sociali e salute (in tedesco). Gottinga: Hogrefe.

Shadick, NA, CB Phillips, EL Logigian, AC Steere, RF Kaplan, VP Berardi, PH Duray, MG Larson, EA Wright, KS Ginsburg, JN Katz e MH Liang. 1994. Gli esiti clinici a lungo termine della malattia di Lyme: uno studio di coorte retrospettivo basato sulla popolazione. Ann Intern Med 121:560-567.

Stern, FB, WE Halperin, RW Hornung, VL Ringenburg e CS McCammon. 1988. Mortalità per malattie cardiache tra gli ufficiali di ponti e tunnel esposti al monossido di carbonio. Am J Epidemiol 128(6):1276-1288.

Stout, RW e V Grawford. 1991. Variazioni stagionali nelle concentrazioni di fibrinogeno tra gli anziani. Lancetta 338:9-13.

Sundermann, A (a cura di). 1987. Lehrbuch der Inneren Medizin [Libro di testo di medicina interna]. Jena: Gustav Fisher.

Suurnäkki, T, J Ilmarinen, G Wägar, E Järvinen e K Landau. 1987. Malattie cardiovascolari dei dipendenti comunali e fattori di stress occupazionale in Finlandia. Int Arch Occup Environ Health 59:107-114.

Talbott, E, PC Findlay, LH Kuller, LA Lenkner, KA Matthews, RA Day e EK Ishii. 1990. Perdita dell'udito indotta dal rumore: un possibile marker per l'ipertensione nelle popolazioni più anziane esposte al rumore. J Occup Med 32:690-697.

Tanaka, S, A Konno, A Hashimoto. 1989. L'influenza delle basse temperature sulla progressione dell'ipertensione: uno studio epidemiologico. J Ipertensione 7 Suppl. 1:549-551.

Theorell, T. 1993. Aspetti medici e psicologici degli interventi sul lavoro. Int Rev Ind Organo Psicol 8: 173-192.

Theorell, T, G Ahlberg-Hulten, L Alfredsson, A Perski, and F Sigala. 1987. Bullers Effekter Pa Människor. Rapporti di ricerca sullo stress, n. 195. Stoccolma: Istituto nazionale dei fattori psicosociali e della salute.

Theorell, T, A Perski, K Orth-Gomer, U de Faire. 1991. Gli effetti dello sforzo del ritorno al lavoro sul rischio di morte cardiaca dopo una prima infrazione miocardica prima dei 45 anni. Int J Cardiol 30: 61-67.

Thompson, SJ. 1993. Revisione: Effetti sulla salute extraurali dell'esposizione cronica al rumore negli esseri umani. In Lärm und Krankheit [Rumore e malattia], a cura di H Ising e B Kruppa. Stoccarda: Gustav Fischer.

Tüchsen, F. 1993. Orario di lavoro e cardiopatia ischemica negli uomini danesi: uno studio di coorte di 4 anni sull'ospedalizzazione. Int J Epidemiol 22:215-221.

Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEP), Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e Associazione internazionale per la protezione dalle radiazioni (IRPA). 1984. Campi a frequenza estremamente bassa (ELF). Criteri di salute ambientale, n. 35. Ginevra: OMS.

—. 1987. Campi magnetici. Criteri di salute ambientale, n. 69. Ginevra: OMS.

van Dijk, FJH. 1990. Ricerca epidemiologica sugli effetti non uditivi dell'esposizione professionale al rumore. Environ Int 16 (numero speciale): 405-409.

van Dijk, FJH, JHA Verbeek e FF de Vries. 1987. Effetti non uditivi del rumore professionale nell'industria. V. Uno studio sul campo in un cantiere navale. Int Arch Occup Environ Health 59:55-62;133-145.

Virokannas, H. 1990. Riflessi cardiovascolari nei lavoratori esposti a vibrazioni mano-braccio. Kurume MedJ 37:101-107.

Weir, FW e VL Fabiano. 1982. Rivalutazione del ruolo del monossido di carbonio nella produzione o aggravamento dei processi di malattie cardiovascolari. J Occup Med 24(7):519-525

Wells, A.J. 1994. Il fumo passivo come causa di malattie cardiache. GIAMA 24:546-554.

Wielgosz, AT. 1993. Il declino della salute cardiovascolare nei paesi in via di sviluppo. Statistica mondiale sulla salute Q 46:90-150.

Wikström, BO, A Kjellberg e U Landström. 1994. Effetti sulla salute dell'esposizione professionale a lungo termine alle vibrazioni di tutto il corpo: una revisione. Int J Ind Erg 14:273-292.

Wild, P, JJ Moulin, FX Ley e P Schaffer. 1995. Mortalità per malattie cardiovascolari tra i minatori di potassio esposti al calore. Epidemiologia 6:243-247.

Willich, SN, M Lewis, H Löwel, HR Arntz, F Schubert e R Schröder. 1993. Lo sforzo fisico come fattore scatenante dell'infarto miocardico acuto. New Engl J Med 329:1684-1690.

Wojtczak-Jaroszowa, J e D Jarosz. 1986. Reclami sanitari, malattie e infortuni dei lavoratori impiegati in ambienti con temperature elevate. Canad J Pub Salute 77: 132-135.

Woodhouse, PR, KT Khaw e M Plummer. 1993a. Variazione stagionale della pressione sanguigna in relazione alla temperatura negli uomini e nelle donne anziani. J Ipertensione 11:1267-1274.

—. 1993 b. Variazione stagionale dei lipidi in una popolazione anziana. Età Invecchiamento 22:273-278.

Woodhouse, PR, KT Khaw, TW Meade, Y Stirling e M Plummer. 1994. Variazioni stagionali del fibrinogeno plasmatico e dell'attività del fattore VII negli anziani: infezioni invernali e morte per malattie cardiovascolari. Lancetta 343:435-439.

Progetto MONICA dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. 1988. Variazione geografica dei principali fattori di rischio di malattia coronarica negli uomini e nelle donne di età compresa tra 35 e 64 anni. World Health Stat Q 41: 115-140.

—. 1994. Infarto miocardico e morti coronariche nel progetto MONICA dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. Procedure di registrazione, tassi di eventi e casi di mortalità in 38 popolazioni di 21 paesi in quattro continenti. Circolazione 90:583-612.

Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). 1973. Rapporto di un comitato di esperti dell'OMS sul monitoraggio ambientale e sanitario nella salute sul lavoro. Technical Report Series, n. 535. Ginevra: OMS.

—. 1975. Classificazione internazionale delle malattie, 9a revisione. Ginevra: OMS

—. 1985. Identificazione e controllo delle malattie professionali. Technical Report Series, n. 714. Ginevra: OMS.

—. 1994a. Fattori di rischio di malattie cardiovascolari: nuove aree di ricerca. Serie di rapporti tecnici, n. 841. Ginevra: OMS.

—. 1994 b. World Health Statistics Annual 1993. Ginevra: OMS.

Wyndham, CH e SA Fellingham. 1978. Clima e malattia. S Afr Med J 53:1051-1061.

Zhao, Y, S Liu e S Zhang. 1994. Effetti dell'esposizione al rumore a breve termine sulla frequenza cardiaca e sul segmento ST dell'ECG nei ratti maschi. In Rischi per la salute dovuti al rumore: stato della conoscenza degli effetti del rumore sul posto di lavoro, del rumore ambientale e della musica ad alto volume, a cura di E Rebentisch, H Lange-Asschenfeld e H Ising. Monaco di Baviera: MMV, Medizin Verlag.