Lunedi, 04 aprile 2011 20: 31

Servizi governativi

Vota questo gioco
(0 voti )

L'istituzione e il controllo di standard accettabili di sicurezza e salute sul lavoro è universalmente considerata una funzione del governo, anche se la responsabilità legale del rispetto spetta al datore di lavoro. (Va notato che in molti paesi, gli standard di sicurezza sono stabiliti per consenso tra produttori, utenti, assicuratori, pubblico e governo e quindi adottati o referenziati dal governo nei regolamenti.) Il governo fornisce una gamma di servizi di sicurezza per svolgere la sua funzione . In questo contesto, il governo include le autorità nazionali, regionali e provinciali.

Quadro legislativo

Uno dei più importanti servizi a supporto della sicurezza sul lavoro è il quadro legislativo entro il quale deve operare, e il compito di fornire questo quadro è una funzione vitale del governo. Tale legislazione dovrebbe essere completa nella sua portata e applicazione, riflettere gli standard internazionali così come le esigenze nazionali, tenere conto delle pratiche stabilite e comprovate di sicurezza industriale e fornire i mezzi per realizzare le sue intenzioni in pratica. La legislazione in materia di sicurezza e salute, basata su un'ampia consultazione con le parti sociali, l'industria e la comunità, ha molte più possibilità di essere adeguatamente osservata e rispettata e contribuisce quindi in modo significativo a solidi standard di protezione.

Conformità

Il quadro normativo, pur importante, deve essere efficacemente tradotto in azioni concrete a livello di impresa. Un servizio governativo vitale è la creazione di un ispettorato efficace per attuare la legge. Il governo deve quindi istituire un ispettorato, dotarlo di adeguate risorse finanziarie e di personale e dotarlo di poteri sufficienti per svolgere il proprio lavoro.

Informazioni sulla sicurezza e la salute

Un servizio fondamentale è quello della pubblicità per la sicurezza e la salute. Questa funzione non è ovviamente esclusiva del governo; associazioni per la sicurezza, gruppi di datori di lavoro, sindacati e consulenti possono tutti contribuire a garantire una maggiore consapevolezza dei requisiti legali, delle norme, delle soluzioni tecniche e dei nuovi pericoli e rischi. Il governo può assumere un ruolo di primo piano nell'offrire una guida sulla conformità alla legislazione e sulla conformità agli standard che disciplinano le pratiche di sicurezza, che vanno dai metodi accettabili di protezione dei macchinari alla pubblicità delle tabelle dei limiti di esposizione alle sostanze pericolose.

Il governo dovrebbe anche fornire lo stimolo nell'individuare argomenti adatti per campagne e iniziative specifiche. Tali attività sono generalmente svolte in collaborazione con le associazioni dei datori di lavoro ei sindacati e derivano spesso dall'analisi delle statistiche del governo, dell'industria e delle associazioni relative a incidenti e malattie. Nel considerare la sua strategia di pubblicità e informazione, il governo deve garantire che raggiunga non solo le industrie più sofisticate e sviluppate, ma anche quelle con conoscenze e consapevolezza molto limitate in materia di sicurezza e salute. Ciò è particolarmente importante nei paesi in via di sviluppo e in quelli con economie fortemente dipendenti dall'agricoltura e dalla famiglia come unità di lavoro.

La raccolta, l'analisi e la pubblicazione di statistiche sulla sicurezza e la salute è un servizio importante. Le statistiche forniscono agli ispettorati e alle loro parti sociali la materia prima che consente loro di identificare le tendenze emergenti o i modelli mutevoli nelle cause di incidenti e malattie e di valutare, in termini misurabili, l'efficacia delle politiche nazionali, delle campagne specifiche e degli standard di conformità. Le statistiche possono anche fornire un certo grado di standard comparativi e di risultati su base internazionale.

L'accuratezza delle informazioni statistiche sugli infortuni è chiaramente di primaria importanza. Alcuni paesi hanno un sistema di segnalazione degli infortuni completamente separato dal sistema di prestazioni sociali o di risarcimento per infortuni. Si fa affidamento su un obbligo legale di denunciare gli incidenti all'autorità competente. Studi statistici hanno dimostrato che nell'ambito di questo sistema può esserci una carenza significativa nella segnalazione di incidenti (diversi da quelli mortali). Fino al 60% degli incidenti in alcuni settori non viene segnalato alle autorità preposte. Questa carenza può solo svalutare le statistiche prodotte. L'integrità e l'accuratezza delle statistiche sugli incidenti e sulla cattiva salute devono essere una priorità per il governo.

Allenamento di sicurezza

La formazione sulla sicurezza è un'altra area in cui il servizio può essere fornito dal governo. La maggior parte della legislazione in materia di sicurezza e salute prevede requisiti per una formazione adeguata. La misura in cui il governo è direttamente coinvolto nell'organizzazione e nell'erogazione della formazione varia considerevolmente. Ai più alti livelli di formazione, cioè per i professionisti della sicurezza, il lavoro viene solitamente svolto presso università e istituti di tecnologia. Il contributo diretto del governo a questo livello è relativamente raro, sebbene gli scienziati, gli avvocati ei tecnologi del governo degli ispettorati spesso contribuiscano come docenti e fornendo finanziamenti e materiali di formazione.

Un modello simile esiste al livello inferiore della formazione delle competenze per la sicurezza. Corsi di formazione per i lavoratori sono spesso svolti da associazioni di categoria, di categoria o di formazione con il contributo e il finanziamento degli ispettorati, così come i corsi che hanno lo scopo di aumentare la consapevolezza della sicurezza dei lavoratori. La funzione del governo non è tanto quella di condurre e dirigere i servizi di formazione, quanto quella di stimolare e incoraggiare le organizzazioni non governative a svolgere questo lavoro e di contribuire direttamente ove appropriato. Un'assistenza più diretta può essere fornita attraverso sovvenzioni governative per aiutare a sostenere i costi della formazione alle aziende. Gran parte del materiale su cui si basa la formazione sulla sicurezza è fornito da pubblicazioni governative ufficiali, note di orientamento e standard formalmente pubblicati.

Servizi per le piccole imprese

Il problema della fornitura di servizi alle piccole imprese è di singolare complessità. C'è la reale necessità di fornire aiuto comprensivo e incoraggiamento a un elemento importante dell'economia nazionale e locale. Allo stesso tempo è necessario garantire che ciò avvenga in modo efficace senza abbassare gli standard di protezione dei lavoratori e possibilmente mettere a rischio la loro sicurezza e la loro salute. Nel tentativo di affrontare questa complessità, il servizio fornito dal governo gioca un ruolo chiave.

Molti governi forniscono un particolare servizio alle piccole imprese che include la gestione della sicurezza e della salute. Questo servizio viene fornito in vari modi, tra cui, ad esempio, speciali pacchetti di informazioni "start-up" che forniscono (1) dettagli sui mezzi per soddisfare in termini pratici i requisiti legali, (2) fatti su dove trovare fonti di informazione e (3) un punto di contatto con gli ispettorati. Alcuni ispettorati dispongono di personale dedicato ad affrontare le particolari esigenze delle piccole imprese e, in collaborazione con le associazioni di categoria, organizzano seminari e riunioni in cui le questioni relative alla sicurezza e alla salute possono essere discusse in modo costruttivo in un'atmosfera non conflittuale.

Ricerca sulla sicurezza

La ricerca è un altro servizio fornito dal governo, direttamente attraverso il sostegno ai propri laboratori e programmi di ricerca sui problemi di sicurezza e salute, o indirettamente fornendo sovvenzioni a organizzazioni di ricerca indipendenti per progetti specifici. La ricerca sulla salute e la sicurezza può essere suddivisa in due grandi categorie, come segue:

    • ricerca forense, esemplificato dalla ricerca che segue gli incidenti rilevanti per determinarne le cause
    • ricerca a più lungo termine che indaga, ad esempio, sui livelli di esposizione per sostanze potenzialmente pericolose.

       

      Vi sono anche le servizio di laboratorio che fornisce strutture per prove come l'analisi dei conteggi dei campioni e per i sistemi di approvazione per i dispositivi di protezione. Questo servizio è importante sia per gli ispettorati che per le parti sociali interessate nella convalida degli standard sanitari nelle imprese. Si discute se il governo debba mantenere i laboratori e le strutture di ricerca, o se queste funzioni potrebbero essere più propriamente responsabilità delle università e delle unità di ricerca indipendenti. Ma questi argomenti riguardano i mezzi piuttosto che lo scopo fondamentale. Pochi contesteranno che la funzione di ricerca nel suo senso più ampio sia un servizio governativo vitale per la sicurezza e la salute, sia che il governo agisca attraverso le proprie strutture o stimoli e fornisca risorse alle organizzazioni non governative per svolgere il lavoro.

      Rappresentanza per la sicurezza

      Infine, il governo fornisce un servizio attraverso il suo ruolo di rappresentanza all'interno della comunità internazionale. Molti problemi di sicurezza e salute sono di carattere internazionale e non possono essere confinati all'interno dei confini nazionali. La cooperazione tra i governi, l'istituzione di standard accettati a livello internazionale per le sostanze pericolose, lo scambio di informazioni tra i governi, il sostegno alle organizzazioni internazionali che si occupano di sicurezza e salute: tutte queste sono funzioni del governo e l'effettivo adempimento di questi doveri può solo servire a migliorare sia la posizione che gli standard di sicurezza e salute a livello nazionale e internazionale.

       

      Di ritorno

      Leggi 4646 volte Ultima modifica sabato 30 luglio 2022 01:49

      " DISCLAIMER: L'ILO non si assume alcuna responsabilità per i contenuti presentati su questo portale Web presentati in una lingua diversa dall'inglese, che è la lingua utilizzata per la produzione iniziale e la revisione tra pari del contenuto originale. Alcune statistiche non sono state aggiornate da allora la produzione della 4a edizione dell'Enciclopedia (1998)."

      Contenuti

      Riferimenti ai programmi di sicurezza

      Albert, K. 1978. Come essere il tuo consulente di gestione. New York: McGraw Hill.

      Società americana degli ingegneri della sicurezza (ASSE). 1974. Elenco dei consulenti per la sicurezza. Oakton, Illinois, Stati Uniti: ASSE.

      Associazione degli ingegneri gestionali di consulenza. 1966. Pratiche Professionali in Consulenza Direzionale. New York: Associazione degli ingegneri gestionali di consulenza.

      Uccello, F.E. 1974. Guida alla gestione del controllo delle perdite. Atlanta: Institute Press.

      Bruening, JC. 1989. Gli incentivi rafforzano la consapevolezza della sicurezza. Occup Haz 51:49-52.

      Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC). 1988. Linee guida per la valutazione dei sistemi di sorveglianza. MMWR 37 (suppl. n. S-5). Atlanta: CDC.

      Fox, DK, BL Hopkins e WK Rabbia. 1987. Gli effetti a lungo termine di un'economia simbolica sulle prestazioni di sicurezza nelle miniere a cielo aperto. J App Comportamento anale 20:215-224.

      Geller, E.S. 1990. A Bruening, JC. Modellare l'atteggiamento dei lavoratori nei confronti della sicurezza. Occup Haz 52:49-51.

      Gibson, J.J. 1961. Il contributo della psicologia sperimentale alla formulazione del problema della sicurezza: una sintesi per la ricerca di base. Negli approcci comportamentali alla ricerca sugli incidenti. New York: Associazione per l'aiuto ai bambini storpi.

      Gordon, J.E. 1949. L'epidemiologia degli incidenti. Am J Public Health 39, aprile: 504–515.

      Gros J. 1989. Das Kraft-Fahr-Sicherheitsprogramm. Personalführung 3:246-249.

      Haddon, W, Jr. 1973. Danni energetici e dieci strategie di contromisura. G Trauma 13:321–331.

      Haddon, W, EA Suchman e D Klein. 1964. Ricerca sugli incidenti: metodi e approcci. New York: Harper e Row.

      Harano, RM e DE Hubert. 1974. Una valutazione del programma di incentivi Good Driver della California. Rapporto n. 6. Sacramento: California Division of Highways.

      Komaki, JKD Barwick e LR Scott. 1978. Un approccio comportamentale alla sicurezza sul lavoro: individuare e rafforzare le prestazioni sicure in un impianto di produzione alimentare. JApp Psy 63:434-445.

      Latham, GP e JJ Baldes. 1975. Il significato pratico della teoria della definizione degli obiettivi di Locke. J App Psy 60: 122-124.

      Lippit, G. 1969. Rinnovo organizzativo. New York: Meredith Corp.

      McAfee, RB e AR Winn. 1989. L'uso di incentivi/feedback per migliorare la sicurezza sul posto di lavoro: una critica della letteratura. JSaf Res 20:7-19.

      Peters, G. 1978. Perché solo uno sciocco fa affidamento sugli standard di sicurezza. Prof Saf maggio 1978.

      Peters, R.H. 1991. Strategie per incoraggiare comportamenti autoprotettivi dei dipendenti. JSaf Res 22:53-70.

      Robertson, L.S. 1983. Lesioni: cause, strategie di controllo e ordine pubblico. Lexington, MA, Stati Uniti: Lexington Books.

      Starr, C. 1969. Benefici sociali contro rischio tecnologico. Quanto è disposta a pagare la nostra società per la sicurezza? Scienza 165:1232-1238.

      Stratton, J. 1988. L'incentivo a basso costo aumenta la consapevolezza della sicurezza dei dipendenti. Occup Health Saf marzo: 12-15.

      Suokas, J. 1988. Il ruolo dell'analisi della sicurezza nella prevenzione degli incidenti. Incidente anale Precedente 20(1):67–85.

      Veazie, MA, DD Landen, TR Bender e HE Amandus. 1994. Ricerca epidemiologica sull'eziologia degli infortuni sul lavoro. Annu Rev Publ Health 15:203–221.

      Wilde, GJS. 1988. Incentivi per la guida sicura e gestione assicurativa. In CA Osborne (a cura di), Report of Inquiry in Motor Vehicle Accident Compensation in Ontario. vol. II. Toronto: Queen's Printer per l'Ontario.