Giovedi, 10 marzo 2011 16: 05

Luppolo

Vota questo gioco
(0 voti )

Il luppolo viene utilizzato nella produzione della birra e viene comunemente coltivato nel Pacifico nord-occidentale degli Stati Uniti, in Europa (in particolare Germania e Regno Unito), in Australia e in Nuova Zelanda.

Il luppolo cresce da talee di rizoma di piante di luppolo femmina. Le viti del luppolo crescono da 4.5 a 7.5 mo più durante la stagione di crescita. Queste viti sono addestrate per arrampicarsi su pesanti tralicci o corde pesanti. I luppoli sono tradizionalmente distanziati di 2 m in ciascuna direzione con due corde per pianta che vanno al filo del traliccio sopraelevato ad angoli di circa 45°. I tralicci sono alti circa 5.5 me sono realizzati con travi trattate a pressione da 10 ´ 10 cm o pali affondati da 0.6 a 1 m nel terreno.

Il lavoro manuale viene utilizzato per addestrare le viti dopo che le viti raggiungono circa un terzo di metro di lunghezza; inoltre, il metro più basso viene potato per consentire la circolazione dell'aria per ridurre lo sviluppo della malattia.

Le viti di luppolo vengono raccolte in autunno. Nel Regno Unito, alcuni luppoli vengono coltivati ​​in graticci alti 3 m e raccolti con una mietitrice meccanica sopra le file. Negli Stati Uniti sono disponibili mietitrebbie per il luppolo per la raccolta di tralicci alti 5.5 m. Le aree che i mietitori (spogliatori di campo) non riescono a ottenere vengono raccolte a mano con un machete. Il luppolo appena raccolto viene quindi essiccato in forno dall'80% di umidità a circa il 10%. Il luppolo viene raffreddato, quindi imballato e portato in celle frigorifere per l'uso finale.

Problemi di sicurezza

I lavoratori devono indossare maniche lunghe e guanti quando lavorano vicino alle viti, perché i peli uncinati della pianta possono causare eruzioni cutanee. Alcuni individui diventano più sensibili alle viti rispetto ad altri.

La maggior parte delle lesioni comporta stiramenti e distorsioni dovute al sollevamento di materiali come tubi di irrigazione e balle e allungamento eccessivo quando si lavora su tralicci. I lavoratori devono essere addestrati al sollevamento o devono essere utilizzati ausili meccanici.

I lavoratori devono indossare gambali al ginocchio e sotto per proteggere la gamba dai tagli durante il taglio delle viti a mano. La protezione degli occhi è un must durante il lavoro con le viti.

Molti infortuni si verificano mentre i lavoratori legano lo spago al filo del traliccio. La maggior parte del lavoro viene eseguita stando in piedi su rimorchi alti o piattaforme su trattori. Gli incidenti sono stati ridotti fornendo cinture di sicurezza o parapetti per prevenire le cadute e indossando protezioni per gli occhi. Poiché c'è molto movimento con le mani, la sindrome del tunnel carpale può essere un problema.

Poiché il luppolo viene spesso trattato con fungicidi durante la stagione, è necessaria una corretta pubblicazione degli intervalli di rientro.

Le richieste di indennizzo dei lavoratori nello Stato di Washington (USA) tendono a indicare che l'incidenza degli infortuni varia tra 30 e 40 infortuni per 100 anni-persona lavorati. I coltivatori attraverso la loro associazione hanno comitati per la sicurezza che lavorano attivamente per ridurre i tassi di infortuni. I tassi di infortunio a Washington sono simili a quelli riscontrati nell'industria della frutta e dei prodotti lattiero-caseari. La più alta incidenza di infortuni tende a verificarsi in agosto e settembre.

L'industria ha pratiche uniche nella produzione del prodotto, dove gran parte dei macchinari e delle attrezzature è fabbricata localmente. Con la vigilanza dei comitati di sicurezza per fornire un'adeguata protezione della macchina, sono in grado di ridurre le lesioni di tipo "intrappolato" durante le operazioni di raccolta e lavorazione. La formazione dovrebbe concentrarsi sull'uso corretto di coltelli, DPI e prevenzione delle cadute da veicoli e altre macchine.

 

Di ritorno

Leggi 3823 volte Ultima modifica Martedì, Giugno 28 2011 08: 17
Altro in questa categoria: « Coltivazione del tè

" DISCLAIMER: L'ILO non si assume alcuna responsabilità per i contenuti presentati su questo portale Web presentati in una lingua diversa dall'inglese, che è la lingua utilizzata per la produzione iniziale e la revisione tra pari del contenuto originale. Alcune statistiche non sono state aggiornate da allora la produzione della 4a edizione dell'Enciclopedia (1998)."

Contenuti