Lunedi, 28 marzo 2011 19: 01

Colture foraggere

Vota questo gioco
(Voto 1)

Man mano che le popolazioni tendevano a concentrarsi e cresceva la necessità di alimentazione invernale nei climi settentrionali, è emersa la necessità di raccogliere, curare e nutrire il fieno per gli animali domestici. Sebbene il pascolo risalga al primo addomesticamento degli animali, la prima pianta foraggera coltivata potrebbe essere stata l'erba medica, il cui uso registrato risale al 490 a.C. in Persia e in Grecia.

Il foraggio per il bestiame è un input fondamentale per l'allevamento del bestiame. I foraggi vengono coltivati ​​per la loro vegetazione e non per i loro cereali o semi. Steli, foglie e infiorescenze (grappoli di fiori) di alcune leguminose (ad es. erba medica e trifoglio) e una varietà di graminacee non leguminose vengono utilizzate per il pascolo o raccolte e nutrite per il bestiame. Quando le colture di cereali come mais, sorgo o paglia vengono raccolte per la loro vegetazione, sono considerate colture foraggere.

Processi di produzione

Le principali categorie di colture foraggere sono i pascoli e gli allevamenti aperti, il fieno e l'insilato. Le colture foraggere possono essere raccolte dal bestiame (nei pascoli) o dall'uomo, a mano o con macchinari. Il raccolto può essere utilizzato per l'alimentazione agricola o per la vendita. Nella produzione di foraggio, i trattori sono una fonte di trazione e potenza di lavorazione e, nelle zone aride, può essere necessaria l'irrigazione.

Il pascolo viene alimentato consentendo al bestiame di pascolare o brucare. Il tipo di coltura del pascolo, tipicamente erba, varia nella sua produzione con la stagione dell'anno, ei pascoli sono gestiti per il pascolo primaverile, estivo e autunnale. La gestione della gamma si concentra sul non pascolo eccessivo di un'area, il che comporta la rotazione del bestiame da un'area all'altra. I residui colturali possono far parte della dieta del pascolo per il bestiame.

L'erba medica, un popolare raccolto di fieno, non è un buon raccolto di pascolo perché provoca gonfiore nei ruminanti, una condizione di accumulo di gas nel rumine (la prima parte dello stomaco della mucca) che può uccidere una mucca. Nei climi temperati, i pascoli sono inefficaci come fonte di mangime in inverno, quindi è necessario il mangime immagazzinato. Inoltre, nelle grandi operazioni, viene utilizzato il foraggio raccolto - fieno e insilato - perché il pascolo non è pratico per grandi concentrazioni di animali.

Il fieno è un foraggio che viene coltivato e stagionato a secco prima dello stoccaggio e dell'alimentazione. Dopo che il raccolto di fieno è cresciuto, viene tagliato con una falciatrice o ranghinatore (una macchina che combina le operazioni di falciatura e rastrellatura) e rastrellato da una macchina in una lunga fila per l'essiccazione (un'andana). Durante questi due processi viene curato sul campo per l'imballaggio. Storicamente la raccolta veniva effettuata forcando fieno sfuso, che può ancora essere utilizzato per nutrire gli animali. Una volta stagionato, il fieno viene imballato. La pressa raccoglie il fieno dall'andana, lo comprime e lo avvolge in una piccola balla quadrata per la movimentazione manuale, oppure in grandi balle quadrate o rotonde per la movimentazione meccanica. La piccola balla può essere respinta meccanicamente dalla pressa in un rimorchio, oppure può essere raccolta a mano e collocata, un compito chiamato controtendenza, su un rimorchio per il trasporto all'area di stoccaggio. Le balle vengono immagazzinate in pile, solitamente sotto una copertura (fienile, capannone o plastica) per proteggerle dalla pioggia. Il fieno umido può facilmente deteriorarsi o bruciare spontaneamente a causa del calore del processo di decomposizione. Il fieno può essere trasformato per uso commerciale in pellet o cubetti compressi. Un raccolto può essere tagliato più volte in una stagione, tre volte è tipico. Quando viene nutrito, una balla viene spostata nella mangiatoia, aperta e posta nella mangiatoia dove l'animale può raggiungerla. Questa parte dell'operazione è tipicamente manuale.

Altro foraggio raccolto per l'alimentazione del bestiame è il mais o il sorgo per l'insilato. Il vantaggio economico è che il mais ha fino al 50% di energia in più quando viene raccolto come insilato rispetto al grano. Una macchina viene utilizzata per raccogliere la maggior parte della pianta verde. Il raccolto viene tagliato, frantumato, sminuzzato ed espulso in un rimorchio. Il materiale viene poi alimentato come braciola verde o stoccato in un silo, dove subisce la fermentazione nelle prime 2 settimane. La fermentazione stabilisce un ambiente che impedisce il deterioramento. In un anno, il silo viene svuotato mentre l'insilato viene somministrato al bestiame. Questo processo di alimentazione è principalmente meccanico.

Pericoli e loro prevenzione

Lo stoccaggio di alimenti per animali presenta rischi per la salute dei lavoratori. All'inizio del processo di stoccaggio, viene prodotto biossido di azoto che può causare gravi danni respiratori e la morte ("malattia del riempitore di silo"). Lo stoccaggio in ambienti chiusi, come i silos, può creare questo pericolo, che può essere evitato non entrando nei silos o negli spazi di stoccaggio chiusi nelle prime settimane dopo lo stoccaggio del mangime. Ulteriori problemi possono verificarsi in seguito se l'erba medica, il fieno, la paglia o altri foraggi erano bagnati quando sono stati immagazzinati e vi è un accumulo di funghi e altri contaminanti microbici. Ciò può provocare malattie respiratorie acute ("malattia dello scaricatore di silo", tossicità da polvere organica) e/o malattie respiratorie croniche ("polmone del contadino"). Il rischio di malattie respiratorie acute e croniche può essere ridotto attraverso l'uso di adeguati respiratori. Dovrebbero inoltre essere previste adeguate procedure di accesso agli spazi confinati.

La paglia e il fieno utilizzati per la lettiera sono generalmente secchi e vecchi, ma possono contenere muffe e spore che possono causare sintomi respiratori quando la polvere viene trasportata nell'aria. I respiratori antipolvere possono ridurre l'esposizione a questo rischio.

Le attrezzature per la raccolta e l'imballaggio e le trinciatrici per lettiere sono progettate per tagliare, tagliare e maciullare. Sono stati associati a lesioni traumatiche ai lavoratori agricoli. Molte di queste lesioni si verificano quando i lavoratori tentano di liberare parti ostruite mentre l'apparecchiatura è ancora in funzione. L'apparecchiatura deve essere spenta prima di eliminare gli inceppamenti. Se più di una persona sta lavorando, dovrebbe essere attivo un programma di lockout/tagout. Un'altra importante fonte di lesioni e decessi è il ribaltamento del trattore senza un'adeguata protezione in caso di ribaltamento per il conducente (Deere & Co. 1994). Ulteriori informazioni sui pericoli delle macchine agricole sono discusse anche altrove in questo Enciclopedia.

Laddove gli animali vengono utilizzati per piantare, raccogliere e immagazzinare mangime, esiste la possibilità di lesioni correlate agli animali dovute a calci, morsi, stiramenti, distorsioni, lesioni da schiacciamento e lacerazioni. Le corrette tecniche di manipolazione degli animali sono i mezzi più probabili per ridurre queste lesioni.

La movimentazione manuale di balle di fieno e paglia può causare problemi ergonomici. I lavoratori dovrebbero essere addestrati alle corrette procedure di sollevamento e, ove possibile, dovrebbero essere utilizzate attrezzature meccaniche.

Il foraggio e la lettiera sono a rischio di incendio. Il fieno umido, come accennato in precedenza, è un pericolo di combustione spontanea. Il fieno secco, la paglia e così via bruceranno facilmente, specialmente se sciolti. Anche il foraggio in cassetta è una delle principali fonti di combustibile in caso di incendio. Dovrebbero essere istituite precauzioni antincendio di base, come il divieto di fumare, l'eliminazione delle fonti di scintille e le misure antincendio.

 

Di ritorno

Leggi 5314 volte Ultima modifica Martedì, Giugno 28 2011 11: 05

" DISCLAIMER: L'ILO non si assume alcuna responsabilità per i contenuti presentati su questo portale Web presentati in una lingua diversa dall'inglese, che è la lingua utilizzata per la produzione iniziale e la revisione tra pari del contenuto originale. Alcune statistiche non sono state aggiornate da allora la produzione della 4a edizione dell'Enciclopedia (1998)."

Contenuti

Riferimenti sull'allevamento del bestiame

Aldhous, P. 1996. La teoria della scrapie ha alimentato il compiacimento della BSE, ora crescono i timori per i bambini non ancora nati. Il nuovo scienziato 150:4-5.

Ahlgren, GH. 1956. Colture foraggere. New York: McGraw-Hill Book Co.

Conferenza americana degli igienisti industriali governativi (ACGIH). 1994. Valori limite di soglia per sostanze chimiche e agenti fisici e indici di esposizione biologica. Cincinnati, Ohio: ACGIH.

Auti, JH. 1983. Progetto di potere animale in Australia. Bestiame asiatico VIII: 83-84.

Banwart, WC e JM Brenner. 1975. Identificazione dei gas di zolfo evoluti dai concimi animali. J Ambiente Qual 4:363-366.

Baxter, P.J. 1991. Alghe tossiche marine e d'acqua dolce: un rischio professionale? Br J Ind Med 48(8):505-506.

Bell, RG, DB Wilson e EJ Dew. 1976. Top dressing del letame di feedlot per pascoli irrigati: buona pratica agricola o rischio per la salute? B Ambiente Contam Tox 16:536-540.

Benenson, AS. 1990. Controllo delle malattie trasmissibili nell'uomo. Washington, DC: Associazione americana di sanità pubblica.

—. 1995. Manuale per il controllo delle malattie trasmissibili. Washington, DC: Associazione americana di sanità pubblica.

Marrone, L.R. 1995. La produzione di carne fa un balzo in avanti. In Vital Signs 1995: The Trends that are Shaping our Future, a cura di LR Brown, N Lenssen e H Kane. New York: WW Norton & Company.

Bursey, RG. 1992. Nuovi usi dei prodotti lattiero-caseari. In New Crops, New Uses, New Markets: Industrial and Commercial Products from US Agriculture: 1992 Yearbook of Agriculture. Washington, DC: USDA.

Calandruccio, RA e JH Powers. 1949. Incidenti agricoli: uno studio clinico e statistico che copre vent'anni. Am Surg (novembre):652-660.

Cameron, D e C Bishop. 1992. Incidenti agricoli negli adulti. Br Med J 305:25-26.

Caras, RA. 1996. Un'armonia perfetta: le vite intrecciate di animali e umani nel corso della storia. New York: Simon & Schuster.

Carstensen, O, J Lauritsen e K Rasmussen. 1995. Lo studio West-Justland sulla prevenzione degli incidenti agricoli, Fase 1: uno studio sui fattori specifici del lavoro in 257 infortuni agricoli trattati in ospedale. Giornale di sicurezza e salute agricola 1: 231-239.

Chatterjee, A, D Chattopadhyay, D Bhattacharya, Ak Dutta e DN Sen Gupta. 1980. Alcuni aspetti epidemiologici della dermatofitosi zoofila. Giornale internazionale delle zoonosi 7 (1): 19-33.

Cherry, JP, SH Fearirheller, TA Foglis, GJ Piazza, G Maerker, JH Woychik e M Komanowski. 1992. Usi innovativi di sottoprodotti di origine animale. In New Crops, New Uses, New Markets: Industrial and Commercial Products from US Agriculture: 1992 Yearbook of Agriculture. Washington, DC: USDA.

Crowley, M. 1995. Tendenze e tecnologia dell'acquacoltura. Pescatore Nazionale 76:18-19.

Deere & Co. 1994. Gestione della sicurezza delle fattorie e dei ranch. Moline, IL: Deere & Co.

DeFoliart, GR. 1992. Insetti come alimenti umani. Protezione delle colture 11:395-399.

Donham, KJ. 1985. Malattie zoonotiche di importanza professionale in agricoltura: una rassegna. Giornale internazionale delle zoonosi 12: 163-191.

—. 1986. Agenti pericolosi nelle polveri agricole e metodi di valutazione. Am J Ind Med 10:205-220.

Donham, KJ e LW Knapp. 1982. Esposizione tossica acuta a gas da letame liquido. J Occup Med 24:142-145

Donham, KJ e SJ Reynolds. 1995. Disfunzione respiratoria nei lavoratori della produzione suina: relazione dose-risposta delle esposizioni ambientali e della funzione polmonare. Am J Ind Med 27:405-418.

Donham, KJ e L Scallon. 1985. Caratterizzazione delle polveri raccolte dagli edifici per il ricovero dei suini. Am Ind Hyg Assoc J 46:658-661.

Donham, KJ e KM gio. 1995. Medicina agricola e salute ambientale: la componente mancante del movimento agricolo sostenibile. In Salute e sicurezza in agricoltura: luogo di lavoro, ambiente, sostenibilità, a cura di HH McDuffie, JA Dosman, KM Semchuk, SA Olenchock e A Senthilselvan. Boca Raton, Florida: CRC Press.

Donham, KJ, MJ Rubino, TD Thedell e J Kammenmeyer. 1977. Potenziali rischi per la salute dei lavoratori negli edifici per il confinamento dei maiali. J Occup Med 19:383-387.

Donham, KJ, J Yeggy e RR Dauge. 1985. Parametri chimici e fisici del letame liquido proveniente da strutture per il confinamento dei maiali: implicazioni per la salute dei lavoratori, dei suini e dell'ambiente. Rifiuti agricoli 14:97-113.

—. 1988. Tassi di produzione di gas tossici da letame liquido: implicazioni per la salute dei lavoratori e degli animali negli edifici dei maiali. Rifiuti biologici 24:161-173.

Donham, KJ, DC Zavala e JA Merchant. 1984. Effetti acuti dell'ambiente di lavoro sulle funzioni polmonari dei lavoratori del confinamento dei maiali. Am J Ind Med 5:367-375.

Dosman, JA, BL Graham, D Hall, P Pahwa, H McDuffie, M Lucewicz e T To. 1988. Sintomi respiratori e alterazioni nei test di funzionalità polmonare nei produttori di suini nel Saskatchewan: risultati di un'indagine sugli allevatori. G Occ Med 30:715-720.

Douglas, JDM. 1995. Allevamento di salmone: salute sul lavoro in una nuova industria rurale. Occupare Med 45:89-92.

Douglas, JDM e AH Milne. 1991. Malattia da decompressione nei lavoratori dell'allevamento ittico: un nuovo rischio professionale. Br Med J 302:1244-1245.

Durning, AT e HB Brough. 1992. Riformare l'economia del bestiame. In State of the World, a cura di LR Brown. Londra: WW Norton & Company.

Erlich, SM, TR Driscoll, JE Harrison, MS Frommer e J Leight. 1993. Vittime agricole legate al lavoro in Australia, 1982-1984. Scand J Ambiente di lavoro Salute 19:162-167.

Feddes, JJR e ​​EM Barber. 1994. Soluzioni di ingegneria agricola ai problemi dei contaminanti dell'aria nei silos agricoli e nei fabbricati per animali. In Agricultural Health and Safety: Workplace, Environment, Sustainability, a cura di HH McDuffie, JA Dosman, KM Semchuk, SA Olenchock e A Senthilselvan. Boca Raton, Florida: CRC Press.

Ferguson, percorso IR e LRC. 1993. Ratti, pesci e malattia di Weil. Professionista della sicurezza e della salute: 12-16.

Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO) delle Nazioni Unite. 1965. Attrezzi agricoli per regioni aride e tropicali. Roma: FAO.

—. 1995. Lo stato della pesca mondiale e dell'acquacoltura. Roma: FAO.

Fretz, P. 1989. Lesioni da animali da allevamento. In Principles of Health and Safety in Agriculture, a cura di JA Dosman e DW Crockcroft. Boca Raton, Florida: CRC Press.

Fröhlich, PA. 1995. Osservazioni e raccomandazioni sul controllo tecnico per le strutture di allevamento di insetti. Cincinnati, Ohio: NIOSH.

Gillespie, JR. 1997. Produzione moderna di bestiame e pollame. New York: Editori Delmar.

Gorhe, DS. 1983. Progetto di potenza animale vs meccanizzazione. Bestiame asiatico VIII:90-91.

Haglind, M e R Rylander. 1987. Misurazioni dell'esposizione professionale e della funzione polmonare tra i lavoratori negli edifici per il confinamento dei maiali. J Occup Med 29:904-907.

Harries, MG e O Cromwell. 1982. Allergia professionale causata dall'allergia all'urina di maiale. Br Med J 284:867.

Heederick, D, R Brouwer, K Biersteker, e J. Boleij. Relazione tra livelli di endotossine e batteri nell'aria negli allevamenti di suini con funzionalità polmonare e sintomi respiratori degli allevatori. Intl Arch Occup Health 62:595-601.

Hogan, DJ e P Lane. 1986. Disturbi dermatologici in agricoltura. Occup Med: State Art Rev 1:285-300.

Holness, DL, EL O'Glenis, A Sass-Kortsak, C Pilger e J Nethercott. 1987. Effetti respiratori ed esposizioni alla polvere nell'allevamento di maiali. Am J Ind Med 11:571-580.

Holness, DL e JR Nethercott. 1994. Traumi acuti e cronici negli allevatori di maiali. In Agricultural Health and Safety: Workplace, Environment, Sustainability, a cura di HH McDuffie, JA Dosman, KM Semchuk, SA Olenchock e A Senthilselvan. Boca Raton, Florida: CRC Press.

Dipartimento di sanità pubblica dell'Iowa. 1995. Sistema di notifica degli infortuni agricoli per la ricerca sul progetto Sentinel. Des Moines, IA: Dipartimento di sanità pubblica dell'Iowa.

Iverson, M, R Dahl, J. Korsgaard, T Hallas e EJ Jensen. 1988. Sintomi respiratori negli agricoltori danesi: uno studio epidemiologico sui fattori di rischio. Torace 48:872-877.

Johnson, SA. 1982. Bachi da seta. Minneapolis, Minnesota: Lerner Publications.

Jones, W, K Morring, SA Olenchock, T Williams e J. Hickey. 1984. Studio ambientale degli edifici di confinamento del pollame. Am Ind Hyg Assoc J 45:760-766.

Joshi, DD. 1983. Progetto di alimentazione animale per la produzione alimentare in Nepal. Bestiame asiatico VIII: 86-87.

Ker, A. 1995. Sistemi di allevamento nella savana africana. Ottawa, Canada: Libri IDRC.

Khan, M.H. 1983. Animale come fonte di energia nell'agricoltura asiatica. Bestiame asiatico VIII: 78-79.

Kiefer, M. 1996. Dipartimento dell'agricoltura della Florida e divisione dei servizi ai consumatori dell'industria delle piante, Gainesville, Florida. Cincinnati, Ohio: NIOSH.

Knoblauch, A, B Steiner, S Bachmann, G Trachsler, R Burgheer e J Osterwalder. 1996. Incidenti legati al letame nella Svizzera orientale: uno studio epidemiologico. Occup Environ Med 53:577-582.

Kok, R, K Lomaliza e US Shivhare. 1988. La progettazione e le prestazioni di un allevamento di insetti/reattore chimico per la produzione alimentare umana. Ingegneria agricola canadese 30: 307-317.

Kuo, C e MCM Beveridge. 1990. Maricoltura: problemi biologici e gestionali e possibili soluzioni ingegneristiche. In ingegneria per l'allevamento ittico offshore. Londra: Thomas Telford.

Layde, PM, DL Nordstrom, D Stueland, LB Wittman, MA Follen e KA Olsen. 1996. Infortuni sul lavoro legati agli animali nei residenti dell'azienda agricola. Giornale di sicurezza e salute agricola 2: 27-37.

Leistikow, B Donham, JA Merchant e S Leonard. 1989. Valutazione del rischio respiratorio del lavoratore di pollame degli Stati Uniti. Am J Ind Med 17:73-74.

Lenhart, SW. 1984. Fonti di insulto respiratorio nell'industria di lavorazione del pollame. Am J Ind Med 6:89-96.

Lincoln, JM e ML Klatt. 1994. Prevenzione degli annegamenti dei pescatori commerciali. Ancoraggio, AK: NIOSH.

MacDiarmid, SC. 1993. Analisi dei rischi e importazione di animali e prodotti di origine animale. Rev Sci Tech 12:1093-1107.

Marx, J, J Twiggs, B Ault, J Merchant e E Fernandez-Caldas. 1993. Aeroallergene inalato e reattività dell'acaro di deposito in uno studio caso-controllo nidificato di un agricoltore del Wisconsin. Am Rev Respir Dis 147:354-358.

Mattia, CGT. 1989. Epidemiologia della malattia della pelle professionale in agricoltura. In Principles of Health and Safety in Aagriculture, a cura di JA Dosman e DW Cockroft. Boca Raton, Florida: CRC Press.

Meadows, R. 1995. Eredità del bestiame. Ambiente Salute Persp 103:1096-1100.

Meyer, JR. 1997. Infortuni tra i lavoratori agricoli negli Stati Uniti, 1993. Pubblicazione n. 97-115 del DHHS (NIOSH). Cincinnati, Ohio: NIOSH.

Mullan, RJ e LI Murthy. 1991. Eventi di salute sentinella sul lavoro: un elenco aggiornato per il riconoscimento medico e la sorveglianza della salute pubblica. Am J Ind Med 19:775-799.

Istituto nazionale per la sicurezza e la salute sul lavoro (NIOSH). 1993. Infortuni tra i lavoratori agricoli negli Stati Uniti. Cincinnati, Ohio: NIOSH.

—. 1994. Richiesta di assistenza nella prevenzione della sindrome tossica da polvere organica. Washington, DC: Oggetto Criteri di gruppo.

Istituti Nazionali della Salute (NIH). 1988. Manuale dell'amministratore istituzionale per la cura e l'uso degli animali da laboratorio. Washington, DC: Oggetto Criteri di gruppo.

Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR). 1989. Agricoltura alternativa: Comitato sul ruolo dei metodi di agricoltura alternativa nell'agricoltura di produzione moderna. Washington, DC: National Academy Press.

Consiglio nazionale per la sicurezza. 1982. Fatti sugli incidenti. Chicago, IL: Consiglio nazionale per la sicurezza.

—. 1985. Elettropesca. Scheda dati NSC I-696-85. Chicago, IL: Consiglio nazionale per la sicurezza.

Nesheim, MC, RE Austic e LE Card. 1979. Produzione di pollame. Filadelfia, Pennsylvania: Lea e Febiger.

Olenchock, S, J May, D Pratt, L Piacitelli e J Parker. 1990. Presenza di endotossine in diversi ambienti agricoli. Am J Ind Med 18:279-284.

O'Toole, C. 1995. Impero alieno. New York: editori Harper Collins.

Orlic, M e RA Lung. 1992. Proposta preliminare per aiutare il Bangladesh a migliorare la produttività del bestiame dei ruminanti e ridurre le emissioni di metano. Washington, DC: Agenzia statunitense per la protezione dell'ambiente, Divisione Cambiamento globale.

Panti, NK e SP Clark. 1991. Condizioni di pericolo transitorie nelle stalle dovute al rilascio di gas di letame durante la miscelazione del liquame. Ingegneria applicata in agricoltura 7: 478-484.

Platt, A.E. 1995. L'acquacoltura incrementa le catture di pesce. In Vital Signs 1995: The Trends that Are Shaping our Future, a cura di LR Brown, N Lenssen e H Kane. New York: WW Norton & Company.

Pursel, VG, CE Rexroad e RJ Wall. 1992. La biotecnologia da cortile potrebbe presto produrre nuove terapie mediche. In New Crops, New Uses, New Markets: Industrial and Commercial Products from US Agriculture: 1992 Yearbook of Agriculture Washington, DC: USDA.

Ramaswami, NS e GL Narasimhan. 1982. Un caso per costruire il potere degli animali da tiro. Kurushetra (Giornale indiano per lo sviluppo rurale) 30:4.

Reynolds, SJ, KJ Donham, P Whitten, JA Merchant, LF Burmeister e WJ Popendorf. 1996. Una valutazione longitudinale delle relazioni dose-risposta per le esposizioni ambientali e la funzione polmonare nei lavoratori della produzione suina. Am J Ind Med 29:33-40.

Robertson, MH, IR Clarke, JD Coghlan e ON Gill. 1981. Leptospirosi negli allevatori di trote. Lancetta: 2(8247)626-627.

Robertson, TD, SA Ribeiro, S Zodrow, e JV Breman. 1994. Valutazione dell'integrazione strategica dell'alimentazione del bestiame come opportunità per generare reddito per i produttori di latte su piccola scala e ridurre le emissioni di metano in Bangladesh. Washington, DC: Agenzia statunitense per la protezione dell'ambiente.

Rylander, R. 1994. Sintomi e meccanismi: Infiammazione del polmone. Am J Ind Med 25:19-24.

Rylander, R, KJ Donham, C Hjort, R Brouwer e D Heederik. 1989. Effetti dell'esposizione alla polvere negli edifici per il confinamento dei maiali: un rapporto del gruppo di lavoro. Scand J Ambiente di lavoro Salute 15:309-312.

Rylander, R e N Essle. 1990. Iperattività bronchiale tra allevatori di suini e latticini. Am J Ind Med 17:66-69.

Rylander, R, Y Peterson e KJ Donman. 1990. Questionario che valuta l'esposizione alla polvere organica. Am J Ind Med 17:121-128.

Rylander, R e R Jacobs. 1994. Polveri organiche: esposizione, effetti e prevenzione. Chicago, IL: Lewis Publishing.
Safina, C. 1995. Il pesce in pericolo del mondo. Sci Am 272:46-53.

Scherf, B.D. 1995. World Watch List per la diversità degli animali domestici. Roma: FAO.

Schmidt, M.J. 1997. Elefanti che lavorano. Sci Am 279:82-87.

Schmidt, J.O. 1992. Allergia agli insetti velenosi. In The Hive and the Honey Bee, a cura di JM Graham. Hamilton: DaDant & Sons.

Shumacher, MJ e NB Egen. 1995. Importanza delle api africanizzate sulla salute pubblica. Arch Int Med 155:2038-2043.

Sherson, D, I Hansen e T Sigsgaard. 1989. Sintomi respiratori professionali nei lavoratori della lavorazione della trota. Allergia 44:336-341.

Gambo, C, DD Joshi e M Orlic. 1995. Riduzione delle emissioni di metano dal bestiame ruminante: studio di prefattibilità del Nepal. Washington, DC: Agenzia statunitense per la protezione dell'ambiente, Divisione Cambiamento globale.

Addolcisci, JM. 1995. Tecnologia e applicazioni per la misurazione degli odori: una revisione all'avanguardia. Nel Settimo Simposio Internazionale sui Rifiuti di Lavorazione Agricola e Alimentare: Atti del 7° Simposio Internazionale, a cura di CC Ross. Società americana di ingegneria agricola.

Tannahill, R. 1973. Il cibo nella storia. New York: Stein e Giorno.

Thorne, PS, KJ Donham, J Dosman, P Jagielo, JA Merchant e S Von Essen. 1996. Salute sul lavoro. In Understanding the Impacts of Large-scale Suin Production, a cura di KM Thu, D Mcmillan e J Venzke. Iowa City, IA: Università dell'Iowa.

Turner, F e PJ Nichols. 1995. Ruolo dell'epitelio nella risposta delle vie aeree. Abstract per la 19a conferenza di ricerca sulla polvere di cotone e altre sostanze organiche, 6-7 gennaio, San antonio, TX.

Programma di sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP). 1996. Agricoltura urbana: cibo, lavoro e città sostenibili. New York: UNDP.

Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (USDA). 1992. Manuale sul campo per la gestione dei rifiuti agricoli. Washington, DC: Servizio di conservazione del suolo dell'USDA.

—. 1996a. Bestiame e pollame: mercati mondiali e commercio . Circolare Serie FL&P 1-96. Washington DC: Servizio agricolo estero dell'USDA.

—. 1996b. Prodotti lattiero-caseari: mercati e commercio mondiali. Serie circolare FD 1-96. Washington DC: Servizio agricolo estero dell'USDA.

—. 1997. Produzione e valore del pollame, riepilogo del 1996. Washington, DC: Servizio nazionale di statistica agricola.

van Hage-Hamsten, M, S Johansson e S Hogland. 1985. L'allergia agli acari di stoccaggio è comune in una popolazione agricola. Clin Allergy 15:555-564.

Vivian, J. 1986. Mantenere le api. Charlotte, VT: Williamson Publishing.

Waller, J.A. 1992. Lesioni ad agricoltori e famiglie di agricoltori in uno stato lattiero-caseario. J Occup Med 34:414-421.

Yang, N. 1995. Ricerca e sviluppo del potere di tiraggio del bufalo per l'agricoltura in Cina. Bestiame asiatico XX:20-24.

Zhou, C e JM Roseman. 1995. Lesioni residue legate all'agricoltura: prevalenza, tipo e fattori associati tra gli operatori agricoli dell'Alabama, 1990. Journal of Rural Health 11:251-258.

Zuehlke, RL, CF Mutel e KJ Donham. 1980. Malattie dei lavoratori agricoli. Iowa City, IA: Dipartimento di Medicina Preventiva e Salute Ambientale, Università dell'Iowa.