Venerdì, Ottobre 28 2011 16: 40

Caso di studio: studi NIOSH statunitensi sugli infortuni tra i selezionatori di ordini di generi alimentari

Vota questo gioco
(Voto 1)

L'Istituto nazionale per la sicurezza e la salute sul lavoro (NIOSH) ha studiato il sollevamento e altri infortuni correlati in due magazzini di generi alimentari (denominati di seguito "Magazzino A" e "Magazzino B") (NIOSH 1993a; NIOSH 1995). Entrambi i magazzini dispongono di standard ingegneristici rispetto ai quali vengono misurate le prestazioni del selettore degli ordini; coloro che scendono al di sotto del loro standard sono soggetti ad azione disciplinare. I dati nella tabella 1 sono espressi solo in percentuale dei selezionatori di ordini, riportando ogni anno tutti gli infortuni o solo gli infortuni alla schiena.

Tabella 1. Schiena e tutti gli infortuni e le malattie sul lavoro segnalati che coinvolgono i selettori degli ordini in due magazzini di generi alimentari studiati dal NIOSH, 1987-1992.

Anno

Magazzino A: tutti gli infortuni (%)

Magazzino B: tutti gli infortuni (%)

Magazzino A: solo infortuni alla schiena (%)

Magazzino B: solo infortuni alla schiena (%)

1987

79

N/A

28

N/A

1988

88

N/A

31

N/A

1989

87

62

39

21

1990

81

62

31

31

1991

52

83

28

29

1992

N/A

86

N/A

17

Fonti: NIOSH 1993a, 1995.

A rischio di generalizzare questi dati oltre il loro contesto, secondo qualsiasi calcolo, la grandezza di registrabile le percentuali di infortuni e malattie in questi magazzini sono piuttosto significative e notevolmente superiori ai dati aggregati del settore nel suo complesso per tutte le classificazioni professionali. Mentre gli infortuni totali al Magazzino A mostrano un leggero calo, in realtà aumentano al Magazzino B. Ma gli infortuni alla schiena, con l'eccezione del 1992 al Magazzino B, sono entrambi abbastanza stabili e significativi. In termini generali, questi dati suggeriscono che i selezionatori degli ordini hanno virtualmente 3 probabilità su 10 di subire un infortunio alla schiena che comporti cure mediche e/o tempo perso in un dato anno.

La National Association of Grocery Warehouses of America (NAGWA) degli Stati Uniti, un gruppo industriale, ha riferito che stiramenti e distorsioni alla schiena rappresentano il 30% di tutti gli infortuni che coinvolgono i magazzini di generi alimentari e che un terzo di tutti i lavoratori del magazzino (non solo i selezionatori degli ordini) sperimenteranno un infortunio registrabile all'anno; questi dati sono coerenti con gli studi NIOSH. Inoltre, hanno stimato il costo del pagamento di questi infortuni (risarcimento dei lavoratori principalmente) a $ 0.61 l'ora per il periodo 1990-1992 (quasi $ 1,270 all'anno per lavoratore). Hanno anche determinato che il sollevamento manuale era la causa principale di lesioni alla schiena nel 54% di tutti i casi studiati.

Oltre a una revisione delle statistiche sugli infortuni e sulle malattie, NIOSH ha utilizzato uno strumento di questionario che è stato somministrato a tutti i selezionatori di ordini di generi alimentari. Al magazzino A, dei 38 selezionatori a tempo pieno, il 50% ha riportato almeno un infortunio negli ultimi 12 mesi e il 18% dei selezionatori a tempo pieno ha riportato almeno un infortunio alla schiena nei 12 mesi precedenti. Per il magazzino B, il 63% dei 19 selezionatori a tempo pieno ha riportato almeno un infortunio registrabile negli ultimi 12 mesi e il 47% ha riportato di aver avuto almeno un infortunio alla schiena nello stesso periodo. Il 47% dei lavoratori a tempo pieno presso il magazzino A ha riportato un significativo mal di schiena nell'anno precedente, così come il XNUMX% dei selezionatori a tempo pieno presso il magazzino B. Questi dati auto-riportati corrispondono strettamente ai dati dell'indagine su infortuni e malattie.

Oltre a rivedere i dati sugli infortuni relativi alle lesioni alla schiena, il NIOSH ha applicato la sua equazione di sollevamento rivista a un campione di attività di sollevamento di selettori di ordini e ha scoperto che tutte le attività di sollevamento campionate superavano il limite di peso raccomandato di margini significativi, il che indica che le attività studiate erano altamente stressanti dal punto di vista ergonomico. Inoltre, sono state stimate le forze di compressione sul disco vertebrale L5/S1; tutti hanno superato i limiti biomeccanici raccomandati di 3.4 kN (kilonewton), che è stato identificato come limite superiore per proteggere la maggior parte dei lavoratori dal rischio di lesioni lombari.

Infine, NIOSH, utilizzando metodologie sia di spesa energetica che di consumo di ossigeno, ha stimato la domanda di energia sui selettori di ordini di generi alimentari in entrambi i magazzini. Il fabbisogno energetico medio del selettore degli ordini ha superato il criterio stabilito di 5 kcal/minuto (4 METS) per una giornata di 8 ore, che è riconosciuto come lavoro da moderato a pesante per la maggior parte dei lavoratori sani. Al magazzino A, il tasso metabolico di lavoro variava da 5.4 a 8.0 kcal/minuto e la frequenza cardiaca di lavoro variava da 104 a 131 battiti al minuto; al magazzino B, era rispettivamente da 2.6 a 6.3 kcal/minuto e da 138 a 146 battiti al minuto.

La richiesta di energia dei selezionatori di ordini da un sollevamento continuo a una velocità da 4.1 a 4.9 sollevamenti al minuto probabilmente provocherebbe affaticamento muscolare, specialmente quando si lavora su turni di 10 o più ore. Ciò illustra chiaramente il costo fisiologico del lavoro nei due magazzini fino ad oggi studiati. Riassumendo i suoi risultati, NIOSH è giunto alla seguente conclusione sui rischi affrontati dai selezionatori di ordini di magazzini di generi alimentari:

In sintesi, tutti gli assemblatori di ordini (selezionatori di ordini) hanno un rischio elevato di disturbi muscoloscheletrici, inclusa la lombalgia, a causa della combinazione di fattori lavorativi avversi che contribuiscono tutti all'affaticamento, un carico metabolico elevato e l'incapacità dei lavoratori di regolare il proprio ritmo di lavoro a causa delle esigenze lavorative. Secondo i criteri riconosciuti che definiscono la capacità del lavoratore e il relativo rischio di lesioni lombari, il lavoro di assemblatore in questo luogo di lavoro esporrà anche una forza lavoro altamente selezionata a un rischio sostanziale di sviluppare lesioni lombari. Inoltre, in generale, riteniamo che gli standard di prestazione esistenti incoraggino e contribuiscano a questi livelli eccessivi di sforzo (NIOSH 1995).

 

Di ritorno

Leggi 9347 volte

" DISCLAIMER: L'ILO non si assume alcuna responsabilità per i contenuti presentati su questo portale Web presentati in una lingua diversa dall'inglese, che è la lingua utilizzata per la produzione iniziale e la revisione tra pari del contenuto originale. Alcune statistiche non sono state aggiornate da allora la produzione della 4a edizione dell'Enciclopedia (1998)."

Contenuti

Riferimenti all'industria dei trasporti e al magazzinaggio

Istituto nazionale americano per gli standard (ANSI). 1967. Illuminazione. ANSI A11.1-1967. New York: ANSI.

Anton, DJ. 1988. Dinamiche d'urto e sistemi di ritenuta. In Aviation Medicine, 2a edizione, a cura di J Ernsting e PF King. Londra: Butterworth.

Beiler, H e U Tränkle. 1993. Fahrerarbeit come Lebensarbeitsperpektive. In Europäische Forschungsansätze zur Gestaltung der Fahrtätigkeit im ÖPNV (S. 94-98) Bundesanstat für Arbeitsschutz. Bremerhaven: Wirtschaftsverlag NW.

Ufficio di statistica del lavoro (BLS). 1996. Statistiche sulla sicurezza e sulla salute. Washington, DC: BLS.

Associazione canadese di transito urbano. 1992. Studio ergonomico della postazione di lavoro del conducente negli autobus urbani. Toronto: Associazione canadese di transito urbano.

Decker, J.A. 1994. Valutazione dei rischi per la salute: Southwest Airlines, Houston Hobby Airport, Houston, Texas. HETA-93-0816-2371. Cincinnati, Ohio: NIOSH.

DeHart RL. 1992. Medicina aerospaziale. In Public Health and Preventive Medicine, 13a edizione, a cura di ML Last e RB Wallace. Norwalk, CT: Appleton e Lange.

Birre DeHart, RL e KN. 1985. Incidenti aerei, sopravvivenza e soccorso. In Fundamentals of Aerospace Medicine, a cura di RL DeHart. Filadelfia, Pennsylvania: Lea e Febiger.

Eisenhardt, D ed E Olmsted. 1996. Indagine sull'infiltrazione di gas di scarico in un edificio situato sulla pista di rullaggio dell'aeroporto John F. Kennedy (JFK). New York: Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti, Servizio sanitario pubblico, Divisione della salute sul lavoro federale, Ufficio sul campo di New York.

Firth, R. 1995. Passaggi per installare con successo un sistema di gestione del magazzino. Ingegneria industriale 27 (2): 34–36.

Friedberg, W, L Snyder, DN Faulkner, EB Darden, Jr., e K O'Brien. 1992. Esposizione alle radiazioni dei membri dell'equipaggio del vettore aereo II. DOT/FAA/AM-92-2.19. Oklahoma City, OK: Istituto di medicina aeronautica civile; Washington, DC: Amministrazione federale dell'aviazione.

Gentry, JJ, J Semeijn e DB Vellenga. 1995. Il futuro dell'autotrasporto nella nuova Unione Europea: 1995 e oltre. Revisione della logistica e dei trasporti 31(2):149.

Giesser-Weigt, M e G Schmidt. 1989. Verbesserung des Arbeitssituation von Fahrern im öffentlichen Personennahverkehr. Bremerhaven: Wirtschaftsverlag NW.

Glaister, DH. 1988a. Gli effetti dell'accelerazione di lunga durata. In Aviation Medicine, 2a edizione, a cura di J Ernsting e PF King. Londra: Butterworth.

—. 1988b. Protezione contro l'accelerazione di lunga durata. In Aviation Medicine, 2a edizione, a cura di J Ernsting e PF King. Londra: Butterworth.

Haas, J, H Petry e W Schühlein. 1989. Untersuchung zurVerringerung berufsbedingter Gesundheitsrisien im Fahrdienst des öffentlichen Personennahverkehr. Bremerhaven; Wirtschaftsverlag NW.

Camera di navigazione internazionale. 1978. Guida internazionale alla sicurezza per petroliere e terminali. Londra: Witherby.

Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO). 1992. Sviluppi recenti nel trasporto terrestre. Relazione I, programma di attività settoriali, dodicesima sessione. Ginevra: OIL.

—. 1996. Prevenzione degli infortuni a bordo di navi in ​​mare e in porto. Un codice di condotta dell'ILO. 2a edizione. Ginevra: OIL.

Joyner, KH e MJ Bangay. 1986. Indagine sull'esposizione dei lavoratori radar aeroportuali civili in Australia. Giornale di potenza a microonde ed energia elettromagnetica 21 (4): 209–219.

Landsbergis, PA, D Stein, D Iacopelli e J Fruscella. 1994. Indagine sull'ambiente di lavoro dei controllori del traffico aereo e sviluppo di un programma di formazione sulla sicurezza e salute sul lavoro. Presentato all'American Public Health Association, 1 novembre, Washington, DC.

Leverett, SD e JE Whinnery. 1985. Biodinamica: accelerazione sostenuta. In Fundamentals of Aerospace Medicine, a cura di RL DeHart. Filadelfia, Pennsylvania: Lea e Febiger.

Magnier, M. 1996. Esperti: il Giappone ha la struttura ma non la volontà per l'intermodalità. Giornale di commercio e commerciale 407:15.

Martino, R.L. 1987. AS/RS: dal magazzino alla fabbrica. Ingegneria manifatturiera 99:49–56.

Meifort, J, H Reiners e J Schuh. 1983. Arbeitshedingungen von Linienbus- und Strassenbahnfahrern des Dortmunder Staatwerke Aktiengesellschaft. Bremen-haven: Wirtschaftsverlag.

Miyamoto, Y. 1986. Irritanti per gli occhi e le vie respiratorie nello scarico dei motori a reazione. Medicina aeronautica, spaziale e ambientale 57(11):1104–1108.

Associazione nazionale per la protezione antincendio (NFPA). 1976. Manuale per la protezione antincendio, 14a edizione. Quincy, Massachusetts: NFPA.

Istituto nazionale per la sicurezza e la salute sul lavoro (NIOSH). 1976. Esposizioni documentate del personale dai sistemi di ispezione dei bagagli aeroportuali. DHHS (NIOSH) Pubblicazione 77-105. Cincinnati, Ohio: NIOSH.

—. 1993a. Valutazione dei rischi per la salute: magazzino di generi alimentari Big Bear. HETA 91-405-2340. Cincinnati, Ohio: NIOSH.

—. 1993 b. Avviso: prevenire l'omicidio sul posto di lavoro. DHHS (NIOSH) Pubblicazione 93-108. Cincinatti, OH: NIOSH.

—. 1995. Valutazione dei rischi per la salute: magazzino di generi alimentari Kroger. HETA 93-0920-2548. Cincinnati, Ohio: NIOSH.

Consiglio nazionale per la sicurezza. 1988. Manuale sulla sicurezza delle operazioni a terra dell'aviazione, 4a edizione. Chicago, IL: Consiglio nazionale per la sicurezza.

Nicogossian, AE, CL Huntoon e SL Pool (a cura di). 1994. Fisiologia e medicina spaziale, 3a edizione. Filadelfia, Pennsylvania: Lea e Febiger.

Peters, Gustavsson, Morén, Nilsson e Wenäll. 1992. Forarplats I Buss, Etapp 3; Specifica Krav. Linköping, Svezia: Väg och Trafikinstitutet.

Poitrast, BJ e de Treville. 1994. Considerazioni di medicina del lavoro nell'industria aeronautica. In Occupational Medicine, 3a edizione, a cura di C Zenz, OB Dickerson e EP Hovarth. St. Louis, MO: Mosby.

Register, O. 1994. Fai funzionare l'Auto-ID nel tuo mondo. Trasporti e distribuzione 35(10):102–112.

Reimann, J. 1981. Beanspruchung von Linienbusfahrern. Untersuchungen zur Beanspruchung von Linienbusfahrern im innerstädtischen Verkehr. Bremerhaven: Wirtschafts-verlag NW.

Rogers, JW. 1980. Risultati del programma di monitoraggio dell'ozono in cabina FAA negli aeromobili commerciali nel 1978 e 1979. FAA-EE-80-10. Washington, DC: Amministrazione federale dell'aviazione, Ufficio per l'ambiente e l'energia.

Rose, RM, CD Jenkins e MW Hurst. 1978. Studio sui cambiamenti sanitari dei controllori del traffico aereo. Boston, MA: Facoltà di Medicina dell'Università di Boston.

Sampson, RJ, MT Farris e DL Shrock. 1990. Trasporto nazionale: pratica, teoria e politica, 6a edizione. Boston, Massachusetts: Houghton Mifflin Company.

Streekvervoer Nederland. 1991. Chaufferscabine [Cabina di guida]. Amsterdam, Paesi Bassi: Streekvervoer Nederland.

Senato degli Stati Uniti. 1970. Controllori del traffico aereo (Rapporto Corson). Rapporto del Senato 91-1012. 91° Congresso, 2° Sessione, 9 luglio. Washington, DC: Oggetto Criteri di gruppo.

Dipartimento dei trasporti degli Stati Uniti (DOT). 1995. Rapporto del Senato 103–310, giugno 1995. Washington, DC: GPO.

Verband Deutscher Verkehrsunternehmen. 1996. Fahrerarbeitsplatz im Linienbus [La postazione di lavoro del conducente negli autobus]. VDV Schrift 234 (Entwurf). Colonia, Germania: Verband Deutscher Verkehrsunternehmen.

Violland, M. 1996. Dove ferrovie? Osservatore OCSE n. 198, 33.

Wallentowitz H, M Marx, F Luczak, J Scherff. 1996. Forschungsprojekt. Fahrerarbeitsplatz im Linienbus— Abschlußbericht [Progetto di ricerca. Postazione di guida negli autobus – Rapporto finale]. Aquisgrana, Germania: RWTH.

Wu, YX, XL Liu, BG Wang e XY Wang. 1989. Spostamento temporaneo della soglia indotto dal rumore degli aeromobili. Spazio aereo e medicina 60 (3): 268–270.